Tag Archives: ricette estive

Millefoglie di pasta fillo alla crema al cocco e lamponi

Millefoglie di pasta fillo alla crema al cocco e lamponi

Ricetta Millefoglie di pasta fillo alla crema al cocco e lamponi

ricetta con foto Millefoglie di pasta fillo alla crema di cocco  lamponi

Non so voi, ma quando preparo un dolce per una festa con gli amici i dolci alla crema si fanno sempre la concorenza con quelli al cioccolato per aggiudicarsi il primo posto nel top delle preferenze ( il massimo sarebbe preparare un dolce al cioccolato e uno alla crema, ma non sempre sono in vena di fare la wonder woman in cucina e da queste parti il superman ha il duro incarico da primo assaggiatore:)).

Da un po’ che non mettevo più una ricetta con la pasta fillo e allora vi propongo uno dei miei dolci preferiti:  il millefoglie alla crema di cocco. Il millefoglie a base di pasta fillo armonizza la croccantezza della sottilissima pasta fillo con il ripieno cremoso. La crema al cocco è davvero ottima, esotica e light…cosa che non guasta mai soprattutto se avete delle amiche che contano le calorie.:) (ma anche no:)).

Il millefoglie è piuttosto facile e veloce da preparare…è che sono io troppo lunga a spiegarlo:).

immagine ricetta con foto Millefoglie di pasta fillo alla crema di cocco  lamponi
immagine limoncina erba luigia

Ricetta millefoglie con la pasta fillo alla crema al cocco e lamponi

Ingredienti:

 

Pasta fillo: 6 fogli di pasta fillo scongelati (sono 230g circa di pasta fillo), ognuna dalle dimensioni della placa da forno standard

Olio di semi q.b.(su 50 ml)

 

Per la crema diplomatica al cocco:

crema al cocco

-125g di panna fresca da montare

-25 g di zucchero a velo

-1 cucchiaio di essenza di vaniglia se vi piace

 

per guarnire:

200g di lamponi o altri frutti di bosco

qualche foglia di limoncina (o erba luigia)

 

zucchero a velo per decorare

 

Come preparare il millefoglie di pasta fillo:

per la pasta fillo:

Spennellare bene con l’olio la placca da forno e adagiarvi sopra i 6 fogli di pasta fillo seguendo questo procedimento per ogni foglio: direttamente nella teglia stendere un foglio di pasta fillo spennellandolo bene con l’olio, adagiare sopra un altro foglio di pasta fillo e spennellarlo bene…e così per tutti i 6 fogli di pasta fillo.

Con un coltello ben affilato ritagliare dei rettangoli , questa operazione va fatta prima della cottura  perchè la pasta fillo diventa molto friabile e croccante una volta cotta e quindi difficile da tagliare.

Infornare nel forno preriscaldato a 180°C (oppure alla temperatura indicata sulla confezione della vostra pasta fillo) e cuocere per 10 minuti circa oppure affinchè la pasta assume un colore ben dorato (ma non bruciatoJ).

Una volta cotta togliere subito dal forno e farla raffreddare a temperatura ambiente.

Come preparare la crema diplomatica al cocco:

Preparare la crema pasticcera al cocco come suggerito qui.

Montare la panna assieme allo zucchero a velo e all’essenza di vaniglia.

Mescolare delicatamente  la crema al cocco con la panna montata usando un mestolo di legno.

Come preparare i lamponi:

I lamponi possono essere aggiunti anche cosi’, invece per profumarli leggermente al limone  io li ho mescolati con qualche foglia di erba luigia (erba limoncina), lasciandoli risposare per mezz’oretta nel frigo. I lamponi cosi’ preparati sprigionano un ottimo profumo fresco e delicato di limone.

Come assemblare il millefoglie di pasta fillo alla crema di cocco e lamponi:

Farcire con la crema al cocco e i lamponi: prendere 3 fogli di pasta fillo (visto che ogni quadrato ha 6 strati, dividerla in 2 senza prendere ogni foglio separatamente), adagiare un po’ di crema al cocco, sovrapporre altri 3 strati di pasta fillo, adagiare altra crema al cocco e dei lamponi, finire con altri tre strati di fillo.

Spolverizzare la superficie con zucchero a velo.

immagine foto Mille foglie di pasta fillo alla crema al cocco e lamponi

NOTE:

-se vi chiedete cos’è la pasta fillo, come usarla e dove trovarla..ebbene la risposta  è qui

-il dolce va assemblato solo poco prima di essere servito per avere la pasta fillo croccante

– La pasta fillo è preparata solo con acqua e farina e senza grassi quindi spennellarla con l’olio è d’obbligo

-le confezioni di pasta fillo in commercio hanno un peso molto variabile e sono ritagliate in forme diverse. Importante è avere 6 strati di pasta fillo che ricoprono una teglia da forno standard…e se poi sono 200g o 250g non dovrebbe fare tanta differenza

-per farcire si può usare anche solo la crema pasticcera al cocco…sarà anche più light e se non sbaglio anche adatta agli intolleranti al latte vaccino

-al posto della crema pasticcera al cocco si può usare la crema pasticcera “normale”, “i grumi” qui non sono altro che i fiocchi di cocco.).

Se preferite la versione mignon e con la pasta sfoglia classica ( e pronta) forse vorrete provare i pasticcini alla crema di cocco e frutti di bosco.

Invece per altre ricette con la pasta fillo(dolci e no) ecco la raccolta ricette con la pasta fillo.

Buona settimana!

 

 

 

like & share:

Sorbetto alla pesca, limone e mentuccia

Sorbetto alla pesca, limone e mentuccia

 

foto immagine sorbetto alla pesca e limone mnetuccia

Un sorbetto di pesca al limone e mentuccia (menta) come una fresca brezza per le giornate dal caldo tropicale che compensa momentaneamente il tragico fatto che non ci sto pure io nel freezer:).

Il sorbetto di pesca al limone è molto rinfrescante, cremoso e molto leggero vista l’assenza delle uova (solo un albume) e del latte, ottimo anche come fine pasto. La mentuccia (dal gusto molto simile alla menta) aggiunge un toco di freschezza. Facillissimo e velocissimo da fare(non ci vuole il forno…ma va?:) , la parte più difficile consiste nel far raffeddare lo sciroppo… almeno con i costanti 28°C in casa mia, spero che da voi vada meglio. Comunque non lamentiamoci troppo di questo gran caldo, meglio godercelo stando il più possibile all’aperto, nei parchi, piscine…o no?

P.S. io ero scomparsa perchè praticamente avevo traslocato sul lavoro:)

foto preparazione sorbetto alla pesca limone e mentucciafoto come preparare sorbetto limone pesca mentuccia

 Ricetta sorbetto alla pesca e limone mentuccia

Ingredienti per 4 persone:

400g circa di pesche (350g circa senza buccia e nocciolo)

2 limoni naturali non trattati (circa 300g in totale le mie)

200g di zucchero grezzo di canna chiaro

1 albume di un uovo bio fresco

1 bicchiere d’acqua da 250ml

2 mazzetti-una quarantina di foglie- di mentuccia o menta-dose da aumentare o diminuire o escludere o sostituire con la menta in base ai gusti

1 cucchiaio abbondante di miele dal gusto più neutro possibile (tipo mille fiori)

1 cucchiaio di liquore alle arance ( facoltativo ma l’aggiunta dell’alcool aiuta che non si formino grossi cristalli di ghiaccio)

 

 

Come preparare il sorbetto di pesche al limone e menta

Sbucciare la buccia dei limoni (con un coltellino affilato o pela patate), solo la parte gialla senza entrare nella parte bianca pena il gusto amaro.

Preparare lo sciroppo: versare il bicchiere d’acqua in un pentolino assieme allo zucchero e alle bucce di limone, portare a ebollizione e far bollire per una decina di minuti, mescolando di tanto in tanto. Se usate la menta o la mentuccia aggiungere un mazzetto (una ventina di foglie circa) dopo circa 5 minuti dall’ ebollizione (per non farle bollire troppo a lungo e far perdere l’aroma) . Lasciare in infusione (con un piattino sopra per 5 minuti circa).

Con l’aiuto di un colino filtrare lo sciroppo eliminando le bucce dei limoni e la mentuccia. Far raffreddare completamente lo sciroppo.

Lavare e sbucciare le pesche eliminando il nocciolo, tagliatele a pezzi piuttosto piccoli.

Mescolare i miele fluido al succo di limoni e frullare assieme alle pesche e l’altro mazzetto di mentuccia (una ventina di foglie) affinché otterrete un composto omogeneo. Aggiungere il frullato allo sciroppo di zucchero ormai completamente raffreddato e mettere anche il liquore.Mescolare bene con un cucchiaio.

Aggiungere anche l’albume montato a neve ben ferma, amalgamarlo mescolando con una forchetta (ho mescolato per qualche minuto siccome l’albume non si amalgama facilmente vista la quantità d’aria contenuta).

Versare il composto cosi’ ottenuto nelle vaschette per il ghiaccio (io ho usato le buste per il ghiaccio…quelle con i separatori per avere dei cubetti di ghiaccio) e farlo congelare nel congelatore per almeno 4 ore.

Un’oretta prima di servire il sorbetto prendere i cubetti ghiacciati e metterli uno alla volta nel frullatore , frullare affinché otterrete un sorbetto con la consistenza di una spuma. Mettere il sorbetto in una vaschetta e rimetterlo nel freezer per un’ora.

Servire.

Il sorbetto di pesche al limone si può servire cosi’ oppure  in versione quasi cocktail accompagnato da fettine di pesche fatte macerare nel moscato.

Come preparare le pesche al moscato:

Ingredienti : pesche e moscato(ho preferito usare un prodotto tipico del Piemonte ma anche uno spumante bianco tipo il brut, molto meno dolce, potrebbe andar benissimo).

Tagliare le pesche a fettine sottili e lasciare macerare per qualche ora nel moscato, tenendo il recipiente nel frigo, coperto con una pellicola di alluminio. Il moscato usato per la macerazione profumerà deliziosamente di pesche quindi potrete servirlo separatamente.

NOTE:

Questo procedimento che prevede di mettere il sorbetto  nelle vaschette per i cubetti di ghiaccio inizialmente l’ho trovato  insolito(l’ho vista su un libro con ricette di dolci piemontesi) ma il risultato è davvero ottimale, sarà per il fatto che non si forma un blocco ghiacciato?-P.S. dalle foto manca proprio quello con i cubetti di sorbetto-.

Col mio mixer 30-enne ho fatto fatica a frullare il composto ma me la sono cavata benissimo mescolando bene con una forchetta.

L’aggiuntà del miele e del liquore è importantissima per ottenere la constistenza cremosa di questo sorbetto casalingo.

Se i vostri limoni sono più grossi(i miei 300g in totale) aumentate leggermente la quantità di zucchero(non superate però i 250g). Ovviamente lo zucchero di canna si puù sostituire con quello bianco semolato.

al posto del liquore di arance potete usare brandy, cognac ecc.

La mentuccia può essere sostituita con la menta, l’ho usata due volte sia nello sciroppo di zucchero sia aggiunta fresca al frullato per ottenere quel sapore fresco e rinfrescante ma mai invasivo che solo la menta (mentuccia) sa regalare…ma io sono fan della menta quindi non è mai troppa ma anche gli altri hanno detto che va bene – e non li ho minacciati -:).

Ed ecco la mentuccia dal mio orto sul terrazzo:

 

foto mentuccia orto sul terrazzo

Proprietà mentuccia: La mentuccia ha un gusto molto simile alla menta e ha proprietà aromatizzanti, digestive, carminative, stimolanti. Per gli intenditori: questa mia nella foto è la Calamintha nepeta –nepitella- oppure la Menta poleggio (Mentha pulegium)? Aspetto la fioritura e soprattutto i vostri pareri per capire qual’è.

immagine sorbetto alla pesca e limone menta

 

Questa ricetta è un piccolo contributo per una grande ideea: quella di organizzare una raccolta di ricette per un buffet “speziale”  per far conoscere l’ Associazione Trisomia 21 Onlus, fondata nel 1979 da un gruppo di famiglie, che ha come scopo primario favorire il migliore sviluppo possibile delle persone con Sindrome di Down e una loro reale integrazione sociale.

Tutti noi siamo “speciali” ma qualcuno ha bisogno di più aiuto e attenzione…se avete voglia passate metaforicamente il ponte per tendere una mano e scoprire un mondo. E chi poteva ospitare una raccolta cosi’ speziale se non Libera, se volete darci un’occhiata o partecipare alla  raccolta delle ricette è qui.

Buon fine settimana!

La matrioska vola con una pesca…e voglio andare anch’io…

Matrioska vola con una pesca

 

like & share:

Gelato alle ciliegie con pezzetti di cioccolato

Gelato alle ciliegie con pezzetti di cioccolato

Dopo un maggio con temperature estive finalmente arriva il ponte del 2 giugno e ovviamente che si mette a piovere a dirotto, la legge di Murphy è sempre valida ehehe…fortunatamente non avevo pianificato nessuna vacanza ma una gita fuori porta l’avrei fatta volontieri. E voi andate da qualche parte? se si’ vi auguro buon tempo e un bel viaggio!

Il caldo degli scorsi giorni m’ha fatto venire una voglia irreprensibile di gelato con cui ho un rapporto d’amore incostante:).

ricetta con foto gelato alle ciliegie e cioccolato

Del gelato me ne sono innamorata solo quando, complice una borsa di studio, sono venuta in Italia che poi sarebbe diventata la mia nuova patria….Comunque la mia borsa di studio era magrissima quindi per integrarla ho lavorato saltuariamente in una gelateria…davvero poco siccome i corsi universitari m’impegnavano dal mattino alla sera, però abbastanza da scoprire il gelato italiano che posso dichiare senza dubbi il miglior gelato del mondo. Però…c’è sempre un però :), uno dei gusti che più mi piacerebbe, quello alle ciliegie o alle amarene, non l’ho mai trovato nelle gelaterie..e ne ho viste parecchie nei mie viaggi. Infatti mi stavo chiedendo se la spiegazione è che il gusto del gelato alle ciliegie non piace oppure piuttosto che gli ingredienti sono cari e le ciliegie sono più difficili da trattare rispetto agli altri tipi di frutta (insomma bisogna snocciolarle una per una). Voi cosa ne pensate?

Allora quest’anno mi sono decisa di preparare il gelato alle ciliegie da sola e pure senza gelatiera, cosi’ dopo una lunga ricerca su internet mi sono soffermata alla ricetta di Elga che ha un blog davvero molto bello…forse in tanti la conoscete già. Per non farlo uguale, ma anche per smaltire il cioccolato in casa (i mie cassetti sono ancora stracolmi di cioccolato fondente per torte progettate e mai fatte) ho aggiungo anche del cioccolato: il risultato è un goloso gelato alle ciliegie con pezzettini di cioccolato dentro. Per supplire all’assenza delle coppette, l’ho messo negli stampi di silicone, me ne sono innamorata di queste formine, che secondo me sono perfette quando bisogna servire un dolce con della salsa.

Spero che vi piaccia e se avete dei suggerimenti in merito alla preparazione del gelato senza gelatiera fatevi avanti, io ho letto vari consigli, ma ho deciso per la via più veloce e comoda.

ricetta con foto gelato alle ciliegie con pezzetti di cioccolato

 

Ingredienti gelato alle ciliegie con pezzetti di cioccolato
500 gr di ciliegie denocciolate
200 gr di zucchero
200 gr di latte intero
200 gr di panna fresca
140g di cioccolato fondente spezzettato piccolo
1 cucchiaio di succo di limone
1 cucchiao essenza di vaniglia (nella ricetta originale i semi di una bacca di vaniglia)
2 cucchiai di rum o brandy (facoltativo)

Come preparare il gelato alle ciliegie con pezzetti di cioccolato

ricetta con foto preparazione gelato alle ciliegie e cioccolato


Passare le ciliegie in una padella con lo zucchero e cuocere per una decina di minuti.
Versare il composto nel frullatore, aggiungere il succo di limone e frullare fino ad ottenere un composto omogeneo. Mettere da parte un bicchiere scarso di ciliegie frullate per servirlo come salsa assieme al gelato.
In una ciotola mescolare la panna e il latte, unire il frullato di ciliegie e l’essenza di vaniglia o i semi della bacca di vaniglia, il rum o il brandy se lo usate.

Se usate la gelatiera travasare nella gelatiera e attendere il tempo necessario.

come preparare il gelato alle ciliegiepreparazione gelato senza gelatiera

Invece se, come me, non avete la gelatiera, mescolare bene gli ingredienti e mettere il composto in un contenitore addatto per la conservazione nel freezer  per almeno 3 ore. Ogni mezz’ora (io l’ho fatto ogni ora) tirare fuori il contenitore e mescolare il gelato dai bordi verso il centro in modo da rompere i cristalli di ghiaccio. Per mescolare si può usare una spatola o meglio un mixer. Dopo 3 ore il gelato dovrebbe essere abbastanza sodo, a questo punto tirare fuori il gelato, aggiungere i pezzetti di cioccolato e mescolate col mixer per omogeneizzare. Coprire con pellicola trasparente o travasare in un contenitore ermetico. Volendo potete trasferirlo negli stampi di silicone.
Servire accompagnando il gelato con la salsa alle ciliegie.

 

Note

siccome preferisco i dolci poco dolci, dovessi rifarlo, diminuerei lo zucchero di 50 g e aumenterei a 600g di ciliegie per avere più salsa alle ciliegie(quindi metterei da parte un bicchiere pieno di frullato)

-nella ricetta ho anche aggiunto un po’ di rum, se volete potete non usarlo ma serve per far risaltare il gusto delle ciliegie e anche per non far formare aghi di ghiaccio. Potete usare rum, brandy o kirsch.

-il cioccolato tritato dev’ essere tenuto nel frigo per almeno un’ora prima di aggiungerlo al gelato, diversamente si scioglierebbe.

gelato alle ciliegie con pezzetti di cioccolato

Con questa ricetta partecipo al contest “Una tira l’altra” di “Zampette in pasta”(già solo il nome è troppo simpatico e anche  Michi sembra molto interessata:))

Buona festa e scusatemi se questa settimana non sono passata a trovarvi, è un periodo un po’ cosi’, prometto di recuperare al più presto.

like & share:

Torta fondente al cioccolato e limone

Torta fondente al cioccolato e limone

Torta fondente al cioccolato -limone -ricotta- yogurt greco

Una deliziosa torta fondente al cioccolato profumata delicatamente di limone e con una base di biscotti al cioccolato.

In questo periodo ho tanta voglia di cioccolato e dolci cioccolatosi. La ricetta di questa torta l’ho vista nella rivista “Cucina moderna oro” e poi l’ho scoperta anche da lei. Visto che si avvicina la festa della donna può essere anche un bel regalo per un’amica golosa invece delle solite mimose (o meglio regalarle tutte e due? 🙂

Mi sono sempre piaciute tantissimo le torte decorate, alcune sono dei veri capolavori… Però nella mia cucina, vuoi per il fatto che non mi piace l’idea di usare coloranti chimici, vuoi per la mia scarsa manualità e il poco tempo a disposizione, finisco sempre con andare sul semplice. Questa volta , complice l’arrivo della primavera e dei primi fiorellini e anche per non fare la solita torta al cioccolato, ho provato a creare una decorazione al 100% naturale, comestibile, a portata di tutti come manualità e tempo. Cosa ne pensate? Voi come preferite fare per la decorazione dei dolci?


Ingredienti per la torta fondente al cioccolato e limone con yogurt e ricotta

dosi per uno stampo da 20 cm(meglio se lo stampo è a cerniera)

Ingredienti per l’impasto a base di biscotti al cioccolato:

175g biscotti misura al cacao e fiocchi d’avena (o simili)

80g di burro

Ingredienti per il ripieno della torta:

120g cioccolato fondente al 50%cacao

250g ricotta

250g yogurt greco

3 uova bio(se avete delle uova molto grandi usatene solo 2)

100g zucchero semolato

35g cacao amaro

un limone non trattato

cacao per spolverizzare la superficie della torta

spiegazioni con foto come preparare la torta fondente al cioccolato e limone

Come preparare la torta

Nota: Per un risultato ottimale fate portare gli ingredienti alla temperatura ambiente, togliendoli dal frigo un’ ora circa prima di iniziare la preparazione della ricetta (soprattutto le uova devono essere a temperatura ambiente).

Come preparare l’impasto a base di biscotti al cioccolato

La ricetta per la base ai biscotti di cioccolato è quà. Ho usato le stesse dosi e lo stesso procedimento, l’unico accorgimento è di imburrare bene e rivestire con carta da forno tutto lo stampo. In più, per questa torta al cioccolato, il composto a base di biscotti viene distribuito sia sullo sfondo dello stampo sia lungo il bordo dello stampo.

Come preparare il composto per la torta al cioccolato e limone

Spezzettate piccolo il cioccolato e fatelo fondere a bagnomaria o a microonde.

Separate i tuorli dagli albumi:in una ciotola montate i tuorli con lo zucchero. Separatamente col mixer montate gli albumi con un pizzico di sale a neve ben ferma .

In un recipiente capiente mettete la ricotta e lavoratela un momento con un cucchiaio di legno per renderla cremosa e omogenea. Alla ricotta amalgamate man mano (e sempre mescolando delicatamente con un cucchiaio in legno) lo yogurt greco, i tuorli sbattuti con lo zucchero, il cioccolato fuso e per ultimo gli albumi montati.

Versate il composto così ottenuto nello stampo sopra l’impasto a base di biscotti, livellandolo in superficie se necessario.

Cocete il dolce nel forno già caldo a 160°C per 50 minuti circa, griglia centrale. Una volta pronto toglietelo dal forno e lasciatelo intiepidire a temperatura ambiente. Quando il dolce si è intiepidito mettetelo nel frigo e lasciatelo raffreddare per almeno 2 ore prima di servire.

Una volta raffreddato sformate il dolce, spolverizzatelo con del cacao amaro e decoratelo a piacere con le fettine di limone e i petali di cioccolato bianco.

Per i petali di ciocolato:

Ingredienti per i petali di cioccolato

75g circa di cioccolato bianco(dipende da quanto li volete grandi)

Salsa al cioccolato già pronta( viene usate quando decorate la torta, come contorno per i petali)

Come preparare i petali di cioccolato bianco

Prendete un foglio di carta da cucina, mettete una fetta di limone in centro(per regolarvi per la grandezza dei petali) e disegnate con la matita la forma dei petali.

Spezzettate finemente il cioccolato bianco e fatelo fondere a bagnomaria o in microonde. Il cioccolato bianco è più difficile da gestire rispetto al normale cioccolato, quindi iniziate con farlo sciogliere parzialmente e poi mescolate per ammorbidirlo tutto, se viene scaldato troppo tende a seccarsi.

Con l’aiuto del cucchiaio prelevate il cioccolato bianco fuso e riempite i petali disegnati. Lasciate raffreddare un momento, poi mettete il tutto nel frigo affinchè il cioccolato rassodi completamente (almeno 30 minuti).

Come preparare le fettine di limone:

Tagliate il limone a rondelle sottili e fatele sobbollire per 10 minuti in uno sciroppo a base di 100ml acqua e 100g zucchero semolato bianco.

Torta al cioccolato fondente, limone, ricotta e yogurt greco

Come ottenere la decorazione come nella foto:

Spolverizzate la torta con del cacao amaro, mettete una fettina di limone (preparata come indicato sopra) e adagiate intorno i petali di cioccolato bianco.

Con della salsa al cioccolato fondente già pronta(ho usato quella in tubetto) contornate i petali di cioccolato bianco.

Le fettine di limone restanti potete servirle (se vi piace) assieme al dolce.

La torta al cioccocolato fondente e limone può esser conservata nel frigo per 3 giorni.

foto torta fondente al cioccolato e limone, ricotta, yogurt greco

 

 

Con questa ricetta partecipo al concorso “La fabbrica di cioccolato”(ricordate il film di Tim Burton?che bello!) di Crysania del blog Farina del mio sacco.

Ricetta al cioccolato per contest ricette al cioccolato

Le avventure della piccola matrioska nel Deserto di Cacao

la piccola matrioska nel deserto dei biscotti al cioccolato

La piccola matrioska assieme al suo cavallo rosso camminò nel deserto dei biscotti al cioccolato per ore e ore, sotto il cocente sole, pur di ritrovare il suo omino di cioccolato. Arrivata nel Deserto di cacao  ecco che finalmente lo incontra

la matrioska nel deserto di cacao: l'incontro

lui è raggiante come al solito di vederla.

Lasciamo un pò di privacy per il dialogo 🙂 ma poi l’omino di cioccolato vuole salire anche lui in sella al cavallo (ahimè in due non ci stanno)

l'omino di cioccolato in sella al cavallo rosso

e sembra divertirsi un mondo.

Ma si vede che l’omino cioccolatoso  non è molto pratico di cavalcare …oppure il pur simpatico cavallo rosso può essere domato solo dalla nostra coraggiosa matrioskina  e

upps…è caduto.

l'omino di cioccolato

Aimè, sembra un pò alterato:) speriamo che si riprenda in fretta.

like & share:

Crostatine ai fichi con rose e ricotta

Crostatine ai fichi con rose e ricotta

Crostatine ai fichi con crema di ricotta e confettura ai petali di rose


Foto Crostatine ai fichi freschi e crema di ricotta e petali di rose

“Non è tutto all’acqua di rose”…eh no, con questa ricetta è molto meglio visto che dentro c’è la confettura di petali di rose:). L’abbinamento fichi-ricotta-rose è collaudato però io l’ho provato per la prima volta … e m’ha conquistata con il suo profumo di rose e la leggerezza. La ricetta è facilissima nonchè veloce da preparare.

Crostatine ai fichi con crema di ricotta e confettura ai petali di rose

Tempo di preparazione: 20 minuti più riposo

Ingredienti per 8 crostatine

( Ho usato degli stampi da crostatine in alluminio dal diametro di 8 cm circa)

Ingredienti:

una confezione di pasta frolla pronta già stesa da 230g

200g di ricotta fresca

100 ml di panna fresca già montata

1 cucchiaio colmo di zucchero a velo

2 cucchiai colmi di confettura ai petali di rose( 1 cucchiaio per la crema di ricotta e uno per spennellare i fichi)

7-8 fichi freschi neri o verdi

Procedimento:

Confettura ai petali di rose

Con l’aiuto degli stampi per le crostate ritagliate dei dischi dall’impasto di pasta frolla e usate l’impasto cosi’ ritagliato per foderare gli stampi. Io ho usato degli stampi in alluminio che NON ho nè imburrato, nè infarinato, nè usato la carta da forno nè la pellicola fornita con l’impasto. Bucherelllate l’impasto con i rebi di una forchetta, per evitare che l’impasto si gonfi durante la cottura. Mettete gli stampi(con l’impasto dentro) nel freezer per 5-10 minuti, intanto accendete il forno (non ventilato) a 190°C.

Mettete gli stampini nel forno già caldo, sul ripiano centrale, e cuocete per 10-15 minuti affinchè assumino un colore leggermente dorato(verificare anche i tempi di cottura consigliati sulla confezione dell’impasto). Trascorso il tempo di cottura, togliete gli stampi dal forno e lasciateli raffreddare completamente.

Lavorate la ricotta a crema, aggiungete la panna montata, lo zucchero a velo e un cucchiao colmo di confettura di petali di rose. Potete variare la quantità di zucchero e di confettura in base alle vostre preferenze.

Lavate e asciugate i fichi e tagliateli a rondelle sottili.

Assemblate il dolce:  Riempite i gusci delle crostatine, ormai completamente raffreddati, con la crema di ricotta, panna e confettura di rose. Adagiate sopra le fettine di fichi e spennellate i fichi con un po’ di confettura di rose. Servite!:)

Dolce ai fichi e crema di ricotta con confettura ai petali di rose

Le avventure della piccola Matrioska

La nostra piccola matrioska è finalmente rientrata dalle vacanze e incontra dei fichissimi fichi neri…ma quanto sono fichi?:)

Foto Fichi neri
Foto divertente con fichi neri
la matrioska incontra dei fichi neri davvero fichi

like & share:

Semifreddo al limone e menta

Semifreddo al limone e menta

Foto dolce estivo freddo spuma al limone e menta

Semifreddo al limone e menta

 

Il semifreddo al limone e menta è un dolce estivo rinfrescante, molto profumato e facilissimo da fare. Un dolce freddo al limone che si prepara in fretta senza accendere forni e fornelli.

Tempo di preparazione: 15 minuti più 2 ore tempo di riposo nel freezer

 

Ingredienti per 4 persone:

3 tuorli

3 cucchiai di zucchero

300g di panna fresca

1 bicchierino di rum o altro liquore

1 grosso limone di 200g circa, fresco e  non trattato

una manciata di foglioline di menta e melissa

Preparazione:

Grattugiate il limone facendo attenzione a non entrare nella parte bianca del limone.

Col mixer sbattete bene i tuorli con lo zucchero affinché il composto diventa gonfio, chiaro e liscio, unite il liquore e la buccia del limone. Montate la panna e aggiungeteci la menta e la melissa finemente tritate, aggiungendo il tutto ai tuorli. Mescolate delicatamente con un cucchiaio di legno.

Versate il composto in 4 stampini di alluminio tipo quelli utilizzati per la crème caramel e mettete nel freezer per almeno 2 ore. Volendo potete uttilizare un unico stampo rettangolare.

Prima di servire capovolgete il dolce su dei piattini e decorateli con delle fette di limone e foglioline di menta.

Matrioska sotto l'ombrello

like & share:

Coppe di gelato con fragole nutella banane

Coppe di gelato con fragole nutella banane

presentazione immagini Coppe di gelato con fragole nutella e banane

Deliziose coppette con gelato cremoso allo yogurt, fragole, nutella e banane: una base al contempo croccante e cremosa di nutella e biscotti, ricoperta da un leggero gelato allo yogurt, culminando con la freschezza delle fragole e un tocco esotico dovuto alle banane. Un dolce estivo a strati, facilissimo e velocissimo da fare, che vi permetterà di fare una bella figura pur stando lontano dai fornelli…infatti più che una ricetta è un’idea dolce per una mia cara amica che ama tanto i dolci ma non dispone di un forno.

ricetta con foto Coppa di gelato con fragole nutella e banane

 Coppe di gelato con fragole nutella banane

Ingredienti per 2 coppe di gelato (2 persone)


-60 g di biscotti tipo digestive ai cereali (io ho utilizzato 4 biscotti McVitie’s digestive ai fiocchi d’avena)

-2 cucchiai abbondanti di Nutella

-170g gelato allo yogurt (meglio quello più morbido delle macchinette)

-1 grossa banana

-200g fragole ( o altra frutta)

-per la decorazione: della panna montata e salsa al cioccolato già pronte

Preparazione:

Sbriciolate i biscotti e mescolateli con la nutella in modo da ottenere una crema croccante che adagerete sul fondo delle coppette.

Tagliate la banana a rondelle e conservatene metà per la decorazione, con l’altra metà coprite in modo uniforme la crema di nutella.

Aggiungete sopra uno strato di gelato allo yogurt.

Tagliate le fragole a rondelle o fettine e aggiungetele sopra il gelato.

Decorate con il resto di banana tagliata a rondelle, ciuffetti di panna montata e salsa al cioccolato.

Con questa ricetta partecipo al contest “Gelati e semifreddi” di Aboutfood, la bella rivista on-line che non ha bisogno di presentazioni.

 

Le avventure della piccola Matrioska

Matrioska incontra il Signor Fragola, famosissimo per i suoi bafetti cioccolatosi. Slurp!

Matrioska incontra una fragola con i baffi cioccolatosi

Matrioska incontra il signor fragola

Due fragole innamorate

like & share:

Dolce al cucchiaio: crema di cacao, pesche e amaretti

Dolce al cucchiaio: crema di cacao, pesche e amaretti

Buonissimo abbinamento tra cacao, pesche ed amaretti! Questa ricetta me l’ha suggerita la fruttivendola, un’anziana signora piemontese. Questo dolce al cucchiaio è la variante più cremosa e da conservare per l’inverno del tipico dolce piemontese con pesche cioccolato e amaretti.

foto immagine Crema al cacao con pesche e amaretti

Il  dolce può essere messo nei barattoli sigillati e tenuto per i mesi invernali oppure mangiato subito(nel giro di 2-3 giorni).

Con queste dosi si ottiene una crema piacevolmente dolce. Potete variare le dosi in base alle vostre preferenze.

 

Ricetta per Crema di cacao con pesche e amaretti

Ingredienti:

1 kg di pesche mature(più mature sono le pesche, meglio viene la ricetta)

100g amaretti

50 g zucchero

30 g di cacao amaro

In più 3 barattolini piccoli della Bormioli

tempo di preparazione: 30 minuti

Preparazione:

Sbriciolare grossolanamente gli amaretti e teneteli da parte.

Per prima pelare le pesche, tagliarle a cubetti (va benissimo anche a fettine) e metterle a cuocere in una pentola per 10-15 minuti, su fuoco medio –vivo, girando di tanto in tanto per non farle appiccare. Devono  ammorbidirsi un po’ senza diventare troppo molli. Se le pesche sono molto mature lasceranno troppo liquido che va scollato. ( Invece io non le ho scollate).

Rimettere la pentola sul fuoco e amalgamare il cacao, lo zucchero , gli amaretti , mescolando delicatamente e facendo cuocere il composto per ancora 5 minuti circa.

Quando il composto è bollente va messo nei barattoli, avvolti nei panni/coperte, in modo che non si crepino a causa del caldo. Si mettono gli appositi coperchi che sigillano il barattolo.  I barattoli vengono tenuti avvolti nella coperta per circa 12 ore( affinché si raffreddino). Si possono conservare fuori frigo per qualche mese.

La crema può essere consumata anche subito o tenuta nel frigo e consumata entro  3-4 giorni.

Il dolce è meglio se consumato tiepido.

 

Se preferite un dolce freddo date un’occhiata al semifreddo agli amaretti  con cioccolato e pesche

Le avventure della piccola Matrioska nel fantastico mondo dei dolci

 

La nostra piccola Matrioska volando alto nel cielo su una metà di pesca…sarà l’effetto dell’ incontro con l’ uomo di cioccolato?


foto divertente e crreativa con una pesca volante

La variante in lingua inglese di questo post si trova quà: http://matrioskadventuresinitaly.wordpress.com/2009/10/10/cocoa-cream-with-peaches-amaretti/

like & share:

Ricetta ciambella con fichi, cioccolato mandorle

Ricetta ciambella con fichi, cioccolato mandorle

I fichi freschi sono ancora di stagione a settembre…anzi’ i dolci con fichi è una ricetta autunnale classica:). Ottimi da mangiare  crudi, sono squisiti con le torte salate (provate una torta salata gorgonzola e fichi)  e torte dolci. 

Questa torta mi è piaciuta per il particolare e squisito abbinamento tra i fichi, il cioccolato fondente e le mandorle…

immagine foto Ciambella di fichi e cioccolato e mandorle

Ricetta ciambella con fichi, cioccolato mandorle

Preparazione: 30 minuti

Cottura: 40 minuti

Ingredienti per 8 persone:

400 g di fichi neri

200g di mandorle in polvere(se non trovate  la bustina, potete semplicemente acquistare le mandorle e tritarle. Io ho fatto cosi, la torta viene più profumata).

180g di cioccolato fondente al 50%

100g di zucchero a velo

5 uova

50g di fecola di patate

5g di lievito vanigliato in polvere

Burro

Un limone non trattato

Preparazione:

Lavate 260g di fichi, asciugateli, eliminate il picciolo e tritateli grossolanamente. Tritate il cioccolato e grattate la scorza del limone.

Mette le uova in una ciotola con lo zucchero a velo e montatele con le fruste elettriche fino a ottenere un composto molto gonfio, chiaro e spumoso.

In una ciotola mescolate le mandorle in polvere con il cioccolato tritato fine, la scorza di limone grattugiata, la fecola, i fichi tritati e il lievito setacciato. Aggiungete poca alla volta il composto di uova e zucchero e mescolate delicatamente per non smontare il composto.

Versate l’impasto ottenuto in uno stampo a ciambella di 24/26cm circa imburrato, tagliate i fichi rimasti a fette e disponeteli sulla superficie del dolce. Cuocete la torta nel forno già caldo a 180° per circa 40 minuti. Fattela raffreddare  completamente prima di servirla.

Ho preso questa ricetta dal numero di settembre di “Sale e pepe”

Le avventure della piccola matrioska in cucina..oppure giocando con la frutta e il cioccolato:).

L’incontro romantico di Matrioska
Non saprei dirvi com’è successo, ma mentre io preparavo la ciambella con i fichi la piccola Matrioska è sparita. Nel romantico cielo di Parigi ha incontrato l’uomo di cioccolato (fondente all’50%). L’uomo di cioccolato si è subito innamorato della nostra piccola matrioska, guardate il suo cuore di fico come sta diventando grande …e corre ad abbracciarla. Speriamo non schiacci la Tour Eiffel:).  Però la mia preoccupazione resta se la nostra piccola Matrioska riuscirà di sciogliere  l’uomo di cioccolato fondente…

divertente incontro romantico di matrioska con l'omino di cioccolato

La versione in lingua inglese di questo post si trova quà: http://matrioskadventuresinitaly.wordpress.com/2009/09/28/cake-with-figs-chocolate-almonds/

like & share:

Ricetta soufflè ai frutti di bosco

Ricetta soufflè ai frutti di bosco

Questa ricetta mi piace tanto perchè i frutti di bosco, visto il tempo molto ridotto di cottura, conservano tutto il loro profumo e freschezza.

Mangiando questo dolce riprovo la sensazione di passeggiare in montagna in una bella giornata soleggiata.
 foto immagine Soufflè ai frutti di bosco

Ricetta soufflè ai frutti di bosco

Ingredienti per 4 persone

4 uova

300 gr di frutti di bosco misti freschi – (lamponi, mirtilli, more e ,se preferite un gusto un po’ più acido, aggiungete anche il ribes)

80 gr zucchero semolato bianco

2 cucchiai di zucchero a velo

20 gr di burro

Preparazione

Separate i tuorli dagli albumi. Montate i tuorli con lo zucchero semolato e montate a neve gli albumi. Mescolate metà frutti di bosco al composto di tuorli, incorporate gli albumi e versate il tutto in una pirofila imburrata. Infornate nel forno già preriscaldato a 200° per 4 minuti.

Incidete al centro la frittata, in modo che cuocia meglio all’interno. Cospargetela rapidamente con la frutta rimasta (per un tocco di freschezza in più tenete da parte un po’ di lamponi e mirtilli per aggiungerli a cottura ultimata), spolverizzate di zucchero a velo e cuocete per altri 4 minuti. Togliete la frittata dal forno e completate con qualche lampone e mirtillo e servite.

Se vi piaciono i frutti di bosco forse volete vedere anche altre ricette con frutti di bosco: golosissimi pasticcini con crema di cocco e frutti di bosco; una goduriosa mousse al cioccolato e lamponi, se preferite i dolci alla ricotta ecco una cheesecake soffice alla ricotta e mirtilli.

Le avventure della piccola Matrioska continuano: questa volta un ritratto classico:) in mezzo ai frutti di bosco. Una Matrioskina golosona:).

La versione in lingua inglese di questo post si trova quà: http://matrioskadventuresinitaly.wordpress.com/2009/09/18/sweet-recipe-with-wild-berries/
like & share: