Tag Archives: pesche

Sorbetto alla pesca, limone e mentuccia

Sorbetto alla pesca, limone e mentuccia

 

foto immagine sorbetto alla pesca e limone mnetuccia

Un sorbetto di pesca al limone e mentuccia (menta) come una fresca brezza per le giornate dal caldo tropicale che compensa momentaneamente il tragico fatto che non ci sto pure io nel freezer:).

Il sorbetto di pesca al limone è molto rinfrescante, cremoso e molto leggero vista l’assenza delle uova (solo un albume) e del latte, ottimo anche come fine pasto. La mentuccia (dal gusto molto simile alla menta) aggiunge un toco di freschezza. Facillissimo e velocissimo da fare(non ci vuole il forno…ma va?:) , la parte più difficile consiste nel far raffeddare lo sciroppo… almeno con i costanti 28°C in casa mia, spero che da voi vada meglio. Comunque non lamentiamoci troppo di questo gran caldo, meglio godercelo stando il più possibile all’aperto, nei parchi, piscine…o no?

P.S. io ero scomparsa perchè praticamente avevo traslocato sul lavoro:)

foto preparazione sorbetto alla pesca limone e mentucciafoto come preparare sorbetto limone pesca mentuccia

 Ricetta sorbetto alla pesca e limone mentuccia

Ingredienti per 4 persone:

400g circa di pesche (350g circa senza buccia e nocciolo)

2 limoni naturali non trattati (circa 300g in totale le mie)

200g di zucchero grezzo di canna chiaro

1 albume di un uovo bio fresco

1 bicchiere d’acqua da 250ml

2 mazzetti-una quarantina di foglie- di mentuccia o menta-dose da aumentare o diminuire o escludere o sostituire con la menta in base ai gusti

1 cucchiaio abbondante di miele dal gusto più neutro possibile (tipo mille fiori)

1 cucchiaio di liquore alle arance ( facoltativo ma l’aggiunta dell’alcool aiuta che non si formino grossi cristalli di ghiaccio)

 

 

Come preparare il sorbetto di pesche al limone e menta

Sbucciare la buccia dei limoni (con un coltellino affilato o pela patate), solo la parte gialla senza entrare nella parte bianca pena il gusto amaro.

Preparare lo sciroppo: versare il bicchiere d’acqua in un pentolino assieme allo zucchero e alle bucce di limone, portare a ebollizione e far bollire per una decina di minuti, mescolando di tanto in tanto. Se usate la menta o la mentuccia aggiungere un mazzetto (una ventina di foglie circa) dopo circa 5 minuti dall’ ebollizione (per non farle bollire troppo a lungo e far perdere l’aroma) . Lasciare in infusione (con un piattino sopra per 5 minuti circa).

Con l’aiuto di un colino filtrare lo sciroppo eliminando le bucce dei limoni e la mentuccia. Far raffreddare completamente lo sciroppo.

Lavare e sbucciare le pesche eliminando il nocciolo, tagliatele a pezzi piuttosto piccoli.

Mescolare i miele fluido al succo di limoni e frullare assieme alle pesche e l’altro mazzetto di mentuccia (una ventina di foglie) affinché otterrete un composto omogeneo. Aggiungere il frullato allo sciroppo di zucchero ormai completamente raffreddato e mettere anche il liquore.Mescolare bene con un cucchiaio.

Aggiungere anche l’albume montato a neve ben ferma, amalgamarlo mescolando con una forchetta (ho mescolato per qualche minuto siccome l’albume non si amalgama facilmente vista la quantità d’aria contenuta).

Versare il composto cosi’ ottenuto nelle vaschette per il ghiaccio (io ho usato le buste per il ghiaccio…quelle con i separatori per avere dei cubetti di ghiaccio) e farlo congelare nel congelatore per almeno 4 ore.

Un’oretta prima di servire il sorbetto prendere i cubetti ghiacciati e metterli uno alla volta nel frullatore , frullare affinché otterrete un sorbetto con la consistenza di una spuma. Mettere il sorbetto in una vaschetta e rimetterlo nel freezer per un’ora.

Servire.

Il sorbetto di pesche al limone si può servire cosi’ oppure  in versione quasi cocktail accompagnato da fettine di pesche fatte macerare nel moscato.

Come preparare le pesche al moscato:

Ingredienti : pesche e moscato(ho preferito usare un prodotto tipico del Piemonte ma anche uno spumante bianco tipo il brut, molto meno dolce, potrebbe andar benissimo).

Tagliare le pesche a fettine sottili e lasciare macerare per qualche ora nel moscato, tenendo il recipiente nel frigo, coperto con una pellicola di alluminio. Il moscato usato per la macerazione profumerà deliziosamente di pesche quindi potrete servirlo separatamente.

NOTE:

Questo procedimento che prevede di mettere il sorbetto  nelle vaschette per i cubetti di ghiaccio inizialmente l’ho trovato  insolito(l’ho vista su un libro con ricette di dolci piemontesi) ma il risultato è davvero ottimale, sarà per il fatto che non si forma un blocco ghiacciato?-P.S. dalle foto manca proprio quello con i cubetti di sorbetto-.

Col mio mixer 30-enne ho fatto fatica a frullare il composto ma me la sono cavata benissimo mescolando bene con una forchetta.

L’aggiuntà del miele e del liquore è importantissima per ottenere la constistenza cremosa di questo sorbetto casalingo.

Se i vostri limoni sono più grossi(i miei 300g in totale) aumentate leggermente la quantità di zucchero(non superate però i 250g). Ovviamente lo zucchero di canna si puù sostituire con quello bianco semolato.

al posto del liquore di arance potete usare brandy, cognac ecc.

La mentuccia può essere sostituita con la menta, l’ho usata due volte sia nello sciroppo di zucchero sia aggiunta fresca al frullato per ottenere quel sapore fresco e rinfrescante ma mai invasivo che solo la menta (mentuccia) sa regalare…ma io sono fan della menta quindi non è mai troppa ma anche gli altri hanno detto che va bene – e non li ho minacciati -:).

Ed ecco la mentuccia dal mio orto sul terrazzo:

 

foto mentuccia orto sul terrazzo

Proprietà mentuccia: La mentuccia ha un gusto molto simile alla menta e ha proprietà aromatizzanti, digestive, carminative, stimolanti. Per gli intenditori: questa mia nella foto è la Calamintha nepeta –nepitella- oppure la Menta poleggio (Mentha pulegium)? Aspetto la fioritura e soprattutto i vostri pareri per capire qual’è.

immagine sorbetto alla pesca e limone menta

 

Questa ricetta è un piccolo contributo per una grande ideea: quella di organizzare una raccolta di ricette per un buffet “speziale”  per far conoscere l’ Associazione Trisomia 21 Onlus, fondata nel 1979 da un gruppo di famiglie, che ha come scopo primario favorire il migliore sviluppo possibile delle persone con Sindrome di Down e una loro reale integrazione sociale.

Tutti noi siamo “speciali” ma qualcuno ha bisogno di più aiuto e attenzione…se avete voglia passate metaforicamente il ponte per tendere una mano e scoprire un mondo. E chi poteva ospitare una raccolta cosi’ speziale se non Libera, se volete darci un’occhiata o partecipare alla  raccolta delle ricette è qui.

Buon fine settimana!

La matrioska vola con una pesca…e voglio andare anch’io…

Matrioska vola con una pesca

 

like & share:

Torta fondente al cioccolato con pesche e amaretti

Torta fondente al cioccolato con pesche e amaretti

Una deliziosa torta al cioccolato con una consistenza morbidissima, facile e veloce da fare.


Foto torta fondente al cioccolato con pesche e amaretti

Ricetta Torta fondente al cioccolato con pesche e amaretti

Dosi per uno stampo da 26cm, meglio se usate uno stampo apribile a cerniera

Ingredienti:

200g di cioccolato fondente al 50% cacao

200g burro

150g di zucchero a velo

4 uova(cca 270g di uova pesate col guscio)

75g farina bianca 00

25 g di mandorle tritate(ridotte in polvere) che potete sostituire con 25 g di farina

1 cucchiaio di brandy o rum(facoltativo)

4 pesche medie o 4 nettarine (cca. a 800g); i frutti devono essere maturi ma ben sodi

50 g di amaretti secchi

più burro e farina per imburrare e infarinare lo stampo

Procedimento:

Fate fondere il burro tagliato a dadini col cioccolato (spezzettato piccolo)  in un pentolino a bagnomaria(va bene anche a microonde), mescolate finché si sarà sciolto, aggiungete anche il  liquore(se lo volete) e lasciate raffreddare.

Tagliate le pesche a metà, snocciolatele e tenetele da parte. Se usate le pesche è meglio sbucciarle, invece le nettarine potete usarle con la buccia.

Separate i tuorli dagli albumi, in una ciotola capiente montate (col mixer) i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Aggiungete  il cioccolato fuso(ormai tiepido), la farina setacciata e le mandorle tritate, mescolando con un cucchiaio di legno per amalgamare il tutto.

Col mixer montate gli albumi a neve con un pizzico di sale e amalgamateli al composto( di cioccolato-farina-tuorli), mescolando delicatamente con un cucchiaio di legno, dal basso verso l’alto per non sgonfiarlo.

Prelevate 8 -9 cucchiai colmi di composto, metteteli in una ciotola e mescolateli con gli amaretti sbriciolati.

Imburrate e infarinate lo stampo e versateci il composto rimasto(quello senza amaretti). Disponete le pesche(già tagliate a metà) sopra l’impasto, con la parte tagliata verso l’alto. Riempite lo spazio lasciato dal nocciolo col composto al cioccolato e amaretti, coprendo anche tutta la superficie della pesca.

Cuocete la torta nel forno preriscaldato a 150°  sulla prima griglia dal basso, forno non ventilato, per 50 minuti oppure fino a quando si forma una crosticina friabile(l’interno deve risultare cremoso).

Lasciatela raffreddare completamente prima di toglierla dallo stampo.

Vi auguro un buon fine settimana! E, visto che la Matrioska è ancora in vacanza col suo omino cioccolatoso, vi lascio con una foto del mio orto sul balcone.

foto il mio orto di erbe aromatiche sul terrazzo

 

Come forse avrete notato l’abbinamento cioccolato –pesche- amaretti e uno dei miei preferiti, quà ci sono altre 2 ricette: Spuma agli amaretti con cioccolato e pesche, un dolce al cucchiaio tipico del Piemonte: crema di cacao con pesche e amaretti

 

 

 

like & share:

Semifreddo agli amaretti con cioccolato e pesche

Semifreddo agli amaretti con cioccolato e pesche

 

 

Il semifreddo agli amaretti con cioccolato e pesche è un delizioso dolce estivo, una valida alternativa al gelato. Facilissimo e velocissimo da preparare è una vera goduria per gli amanti del cioccolato.

immagine semifreddo agli amaretti con cioccolato e pesche

 

Semifreddo agli amaretti con cioccolato e pesche

Ingredienti per uno stampo da charlotte per 8-10persone-

200g di amaretti

100g di cioccolato fondente

4 tuorli di medie dimensioni

1 bicchierino di liquore alle arance o rhum(facoltativo)

40 g di zucchero

500 ml di panna fresca

2 pesche( 500g) più una pesca per la decorazione

Preparazione:

Aiutandovi di un matterello riducete gli amaretti in polvere. Tritate grossolanamente il cioccolato con l’aiuto di un coltello. Tagliate 2 pesche (la terza serve per la decorazione)  a dadini.

In una ciotola capiente sbattete i tuorli con lo zucchero, con l’aiuto del mixer o con una frusta, affinché diventa una spuma gonfia e liscia. Sempre mescolando col mixer a minima velocità, aggiungete il cioccolato tritato, il liquore e gli amaretti sbriciolati. Aggiungete anche le pesche precedentemente ridotte a dadini, mescolando delicatamente il tutto con l’aiuto di un cucchiaio di legno.

Montate la panna e aggiungetela al composto, mescolando delicatamente con un cucchiaio di legno.

Versate il composto in uno stampo da charlotte e mettetelo nel freezer per almeno 3 ore.

Prima di servire il dolce, immergete lo stampo per un momento in acqua calda, in modo da facilitare l’operazione, e poi capovolgete il dolce sul piatto da portata. Tagliate la pesca rimasta a fettine e decorate il dolce. Per la decorazione potete utilizzare a piacere del cioccolato tritato, salsa al cioccolato oppure dei ciuffetti di panna montata.

Servire

Se vi piaciono le pesche forse volete vedere anche la ricetta della golosissima torta fondente al cioccolato e pesche e amaretti,   il frappè alle pesche e cioccolato bianco ,  la ricetta del delizioso semifreddo alle pesche, amaretti e cioccolato, oppure    il rinfrescante sorbetto alle pesche e limone con mentuccia

le avventure della piccola matrioska nel fantastico mondo dei dolci

Matrioska vola con una pesca

 

like & share:

Frappè al cioccolato bianco e pesche

Frappè al cioccolato bianco e pesche

Frappè al cioccolato bianco e pesche

Ricetta Frappè al cioccolato bianco e pesche

Un delizioso e rinfrescante frappè al cioccolato bianco, pesche e succo d’arance. L’acqua frizzante ed il liquore lo rendono più chic, la menta invece aggiunge un tocco di freschezza. Potete servire il frappè anche come un dessert estivo. L’ispirazione per questa ricetta l’ho presa dal libro di Suor Germana.

Frappè al cioccolato bianco con pesche e succo d’arancia

Ingredienti per 4 persone (4 bicchieri)

120g di cioccolato bianco

4 cucchiai di panna

2 cucchiai di liquore all’arancio o  altro liquore

4 pesche

2 arance piuttosto grosse

200ml di acqua frizzante

una manciata di menta o melissa(solo se vi piace)

Per guarnire:

un pizzico di zenzero grattugiato e foglioline di menta

Preparazione:

Riducete il cioccolato bianco in pezzi e fatelo sciogliere nel microonde o a bagnomaria  in una casseruola assieme alla panna.

Spremete le arance, filtrate il succo e aggiungetelo al cioccolato bianco sciolto assieme al liquore.

Versate il composto in una ciotola e unitevi 2 pesche tagliate a dadini. Frullate le altre 2 pesche assieme alla menta e aggiungetele al composto, mescolando bene il tutto.

Dividete il composto in 4 bicchieri lunghi, in precedenza ben ghiacciati nel freezer o nel frigo per almeno 15 minuti. Riempite con acqua frizzante ben fresca e qualche cubetto di ghiaccio.

Guarnite con un po’ di zenzero grattugiato e con foglioline di menta. Servite accompagnando i bicchieri con dei cucchiaini a manico lungo.

Volendo velocizzare ancor di più la preparazione di questo dolce potete utilizzare 200ml di succo d’arance già pronto e 100 ml di nettare di pesche al posto del frullato di pesche.

le fantastiche e divertenti avventure della piccola matrioska nel meraviglioso mondo dei dolci:)

la matrioska vola con una pesca

immagine frutta simpatica e divertente

 

like & share:

Dolce al cucchiaio: crema di cacao, pesche e amaretti

Dolce al cucchiaio: crema di cacao, pesche e amaretti

Buonissimo abbinamento tra cacao, pesche ed amaretti! Questa ricetta me l’ha suggerita la fruttivendola, un’anziana signora piemontese. Questo dolce al cucchiaio è la variante più cremosa e da conservare per l’inverno del tipico dolce piemontese con pesche cioccolato e amaretti.

foto immagine Crema al cacao con pesche e amaretti

Il  dolce può essere messo nei barattoli sigillati e tenuto per i mesi invernali oppure mangiato subito(nel giro di 2-3 giorni).

Con queste dosi si ottiene una crema piacevolmente dolce. Potete variare le dosi in base alle vostre preferenze.

 

Ricetta per Crema di cacao con pesche e amaretti

Ingredienti:

1 kg di pesche mature(più mature sono le pesche, meglio viene la ricetta)

100g amaretti

50 g zucchero

30 g di cacao amaro

In più 3 barattolini piccoli della Bormioli

tempo di preparazione: 30 minuti

Preparazione:

Sbriciolare grossolanamente gli amaretti e teneteli da parte.

Per prima pelare le pesche, tagliarle a cubetti (va benissimo anche a fettine) e metterle a cuocere in una pentola per 10-15 minuti, su fuoco medio –vivo, girando di tanto in tanto per non farle appiccare. Devono  ammorbidirsi un po’ senza diventare troppo molli. Se le pesche sono molto mature lasceranno troppo liquido che va scollato. ( Invece io non le ho scollate).

Rimettere la pentola sul fuoco e amalgamare il cacao, lo zucchero , gli amaretti , mescolando delicatamente e facendo cuocere il composto per ancora 5 minuti circa.

Quando il composto è bollente va messo nei barattoli, avvolti nei panni/coperte, in modo che non si crepino a causa del caldo. Si mettono gli appositi coperchi che sigillano il barattolo.  I barattoli vengono tenuti avvolti nella coperta per circa 12 ore( affinché si raffreddino). Si possono conservare fuori frigo per qualche mese.

La crema può essere consumata anche subito o tenuta nel frigo e consumata entro  3-4 giorni.

Il dolce è meglio se consumato tiepido.

 

Se preferite un dolce freddo date un’occhiata al semifreddo agli amaretti  con cioccolato e pesche

Le avventure della piccola Matrioska nel fantastico mondo dei dolci

 

La nostra piccola Matrioska volando alto nel cielo su una metà di pesca…sarà l’effetto dell’ incontro con l’ uomo di cioccolato?


foto divertente e crreativa con una pesca volante

La variante in lingua inglese di questo post si trova quà: http://matrioskadventuresinitaly.wordpress.com/2009/10/10/cocoa-cream-with-peaches-amaretti/

like & share: