Tag Archives: dolci alla ricotta

Cheesecake al limone e ricotta fiadone corso – Prajitura cheesecake cu lamaie si ricotta

Cheesecake al limone e ricotta fiadone corso – Prajitura cheesecake cu lamaie si ricotta
Cheesecake al limone e ricotta fiadone corso – Prajitura cheesecake cu lamaie si ricotta

immagine cheesecake al limone e ricotta dolce tipico Corsica

Che ci vai per camminare nelle sue montagne selvagge dalle forme strane, per rilassarti sulle spiagge da cartolina oppure per curiosare nelle pittoresche cittadine, in Corsica troverai ovunque dei paessaggi mozzafiato e il fiadone, il dolce tradizionale corso, una torta al limone e ricotta simile al cheesecake al forno. Il nome “fiadone” potrebbe trarre in inganno: anche se i sapori sono nostrani, col fiadone italiano ha in comune solo il nome. Per me il fiadone corso rispecchia l’anima della Corsica: semplice, genuino e buonissimo. La ricetta originale del fiadone prevede l’uso del brocciu – un formaggio fresco simile alla ricotta, a base di latte di capra e/o pecora e limone. L’ ho sostituito con della ricotta freschissima …e se abiti in Piemonte potresti provarla con la sorella del brocciu, la Seirass, una ricotta piemontese a base di latte di capra e/o pecora. Il fiadone è un dolce leggero, molto facile e veloce da fare. Perfetto da servire così semplice, senza aggiunte…ma con una salsina ai frutti di bosco ci sta benissimo.

foto prajitura cheesecake cu lamaie si ricotta

P.S.: da oggi scriverò nelle ricette anche il peso delle uova…fino a non molto tempo fa ho sempre rifiutato di farlo, mi sembrava un po’ troppo esagerato scrivere il peso delle uova per le preparzioni casalinghe. Solo che, paragonando il peso delle uova comprate al supermercato e di quelle prese dai contadini al mercato, mi sono convinta che la differenza è troppo grande per continuare ad ignorarla: un uovo preso al supermercato ha sui 50g, quindi per questo dolce ci vorrebbero 5 uova…invece quelle che compro dai contadini (sono quelle che uso solitamente) pesano quasi 65g…quindi bastano solo 4 uova. Tu cosa ne pensi, pesi le uova oppure ti sembra superfluo?

 

E adesso andiamo in Corsica col fiadone! Vieni?

immagine fiadone Corsica - torta con ricotta e limone tipica corsa

Ricetta fiadone corso -cheesecake al limone e ricotta

Ingredienti

Per uno stampo da 26 cm, preferibilmente a cerniera

500g ricotta freschissima

250 g di uova ( 4-5 uova in base alla grandezza-vedi nota)

250g zucchero

1 cucchiaino di grappa

1 cucchiaino di limoncello (facoltativo, una mia aggiunta per avere un sapore più forte di limone)

un grosso limone non trattato

1 pizzico di sale

burro per imburrare lo stampo

Come si prepara il fiadone corso

Imburrare bene uno stampo da 26 cm, preferibilmente a cerniera. Preriscaldare il forno a 180°C.

Lavare bene il limone con spugna e bicarbonato, asciugarlo e grattare la scorza senza entrare nella parte bianca.

Mettere la ricotta in una ciotola capiente e lavorarla con un cucchiaio di legno affinchè diventi cremosa. Aggiungere anche la scorza grattugiata del limone, la grappa e il limoncello.

Separare i tuorli dagli albumi. Col mixer montare gli albumi a neve ben ferma, assieme ad un pizzico di sale e metà dello zucchero. Separatamente montare i tuorli con l’altra metà dello zucchero, affinchè diventano chiari e spumosi. Aggiungere i tuorli montati alla ricotta, mescolando un po’ col mixer a velocità media. Incorporare al composto anche gli albumi montati, aiutandosi con una spatola (o cucchiaio) , mescolando delicatamente dal basso verso l’alto per non smontare il composto. Versare il composto nello stampo imburrato. Infornare a 180°C per 35-40 minuti circa, affinchè la superficie diventa ben dorata ed i bordi si staccano un po’. La torta si gonfia un po’ in cottura e poi i bordi si afflosciano un po’, è normale.

Una volta pronta, toglierla dal forno. Lasciarla raffreddare completamente e poi sformarla sul piatto da portata.

Il dolce è perfetto così senza eventuali altre aggiunte, però i golosoni vorranno forse provarlo anche con una salsina di frutti di boscoJ.

Il dolce si conserva nel frigo per 2 giorni.

versiunea in limba romana

Prajitura cheesecake cu lamaie si branza ricotta (Fiadone din Corsica)

immagine cheesecake al limone fiadone Corsica

Fie ca mergi pentru  a descoperi muntii ei salbatici cu forme ciudate, pentru a te relaxa pe plaje de vis sau pentru a te plimba prin orasele pitoresti, in Corsica vei gasi peste tot peisaje superbe si prajitura fiadone , un desert traditional cu lamaie si branza ricotta, asemanator unei prajituri cheesecake la cuptor. Prajitura fiadone are un minunat parfum de lamaie, e simplu si foarte usor de facut. Prajitura e ideala asa simpla, fara adaosuri, dar merge de minune si acompaniata de un sos de fructe rosii(fructe de padure, capsuni sau cirese).

Reteta traditionala a prajiturii fiadone prevede brocciu- o branza proaspata si cremoasa din lapte de capra sau/si oaie.Branza brocciu este foarte asemanatoare branzei ricotta, o poti inlocui cu succes asa cum am facut eu.

Asa cum observi, incepand de astazi o sa indic si gramajul oualelor. Daca pana acum ceva vreme mi se parea putin exagerat sa scriu in reteta gramajul pentru oua(desi le-am cantarit mereu), am constatat ca felul in care rezulta prajitura e afectat de diferenta mare intre cele cumparate la supermarket si cele pe care le iau de la tarani: un ou de la supermarket cantareste cam 50g, unul de la tarani ajunge la 65 sau chiar mai mult. Daca ti pare nesemnificativ, te invit sa faci un calcul pentru reteta de azi: cu ouale de 50g de la supermarket ar trebui sa fiolosesc 5, in schimb cu cele de la tarani doar 4. Acum nu e chiar tragedie dar diferenta se simte la gust si consistenta. Eu sper sa-ti fie utila indicarea gramjului de la oua, nu uita sa-mi spui ce parere ai.

Si acum hai in Corsica…cu reteta prajiturii fiadone!

 Reteta prajitura cheesecake cu lamaie si branza ricotta

Ingrediente:

-pentru o forma rotunda de 26 cm, preferabil cu peretii detasabili-

500g branza ricotta, bine stoarsa de zer

250 g zahar

250g de oua( 4 sau 5 oua, in functie de marime)

o lamaie mare, preferabil netratata

1 varf de sare

1 lingura de tuica(da, e prevazuta in reteta originala si merge de minune)

1 lingura de lichior limoncello de lamaie(facultativ, eu am adaugat-o pentru a accentua gustul de lamaie)

unt pentru uns forma

Cum se prepara prajitura fiadone- cheesecake cu lamaie si ricotta

Spalam bine lamaia cu un burete si bicarbonat, o clatim si o uscam. Radem coaja fara a intra in partea alba ce da un gust amarui.

Punem branza ricotta intr-un castron incapator, o frecam cu o lingura pana devine cremoasa. Adaugam si coaja de lamaie rasa, tuica si limoncello, amestecam.

Separam albusurile de galbenusuri. Cu mixerul batem  albusurile cu un varf de sare si jumatatea din cantitatea de zahar, spuma de albusurile trebuie sa fie tare bat. Separat batem cu mixerul galbenusurile cu cealalta jumatate de zahar, pana obtinem o spuma deschisa la culoare. Adaugam spuma de galbenusuri la branza ricotta, amestecam putin cu mixerul pentru omogenizare. Adaugam si albusurile batute, amestecand cu o lingura de lemn, cu delicatete de jos in sus pentru a nu dezumfla compozitia.

Turnam compozitia in forma unsa cu unt. O dam la cuptorul deja cald la 180°C pentru aproximativ 40 de minute sau pana cand suprafata devine de un auriu inchins-spre bronzat, iar bordurile se desprind putin de marginile formei. In timpul coacerii prajitura se umfla putin, apoi bordurile se lasa(ca in foto), este normal.

Cand e gata o scoatem din cuptor, o lasam sa se raceasca si o scoatem din forma.

Prajitura cheesecake se pastreaza la frigider pentru 2 zile.

like & share:

Cheesecake al forno con pasta fillo

Cheesecake al forno con pasta fillo

immagini cheesecake al forno con pasta fillo

Non potresti credere quanto mi sono scervellata per trovare il nome da dare a questa ricetta, una semplicissima, rustica e gustosa cheesecake al forno col ripieno al formaggio, profumata agli agrumi, con frutta secca e coperta con un croccante involucro di pasta fillo.

Ci ho messo tanto non perchè la ricetta fosse una mia creazione originale, anzi si tratta di un dolce tradizionale romeno che più tradizionale di così non si può: “placinta cu branza”– uno dei più conosciuti che, vista la facilità, preparano tutti in casa ed è anche uno di quei cibi di strada venduti nei locali “placintarii” che vendono degli spuntini dolci e salati soprattutto a base di pasta fillo (placinta è il tipo di preparazione con la fillo). Nella mia versione ho aggiunto solo gli agrumi e la frutta secca.

Sei ancora qui?:) Ecco solitamente preferisco passare oltre le polemiche, però ultimamente mi sembra che il mondo dei foodbloggers si stia dividendo tra quelli che in cucina vogliono preparare solo i piatti della tradizione, rigorosamente la loro tradizione, oppure quelli che cercano prevalentemente l’esotico, il nuovo, la sperimentazione…solitamente si schierano gli uni contro gli altri in una battaglia a suon di battute e forchette. E io dove ci sto? Proprio in mezzo:). E tu?

Sarà che mi piacciono troppo i fiori e quindi sono dall’ animo flower power (fino a prova contraria eheheh) però il mio scopo è di trovare il modo di stare bene tutti insieme, di trovare la via tra la globalizzazione selvaggia e la tradizione e questo certo non si fa solo se ci tolleriamo a vicenda, meglio interagire, parlarci, conoscere, provare cose diverse per allargare il proprio punto di vista gastronomico e non solo…e poi si può anche non andare d’accordo e criticare:).

Sperimentando  si scopre che siamo molto più simili di quanto si possa credere anche nei gusti…provare per credere… e se ti va prova  pure questo insolito cheesecake a base di tomini freschi piemontesi.

immagini tomini freschi piemontesi

Il tomino piemontese è un formaggio cagliato tipico del Piemonte, preparato solitamente con un misto di latte vaccino e caprino. Da non confondere i tomini freschi con quelli stagionati: i tomini freschi sono bianchissimi, la pasta si presenta morbida e  umida; invece i tomini stagionati hanno una sottile crosta, la pasta leggermente paglierina e un gusto molto deciso. E il tomino fresco piemontese è quasi identico al formaggio romeno branza de vaci, sempre cagliato, umido e cremoso, a base di solo latte vaccino.

Chissà se i piemontesi mi accuseranno d’ eresia, lo stesso formaggio che loro usano per spuntini salati io lo metto nella torta dolce al forno:).

E mi viene in mente un ricordo divertente ma anche significativo legato all’ incomprensione gestuale, lo stesso gesto che in 2 culture diverse può essere interpretato diversamente. Qualche anno fa approdai per la prima volta in Italia a Padova con una borsa di studio all’università, la lingua l’avevo studiata ma non quella dei gesti:)…così una delle prime sere, nella cucina del collegio, le ragazze italiane con cui condividevo l’appartamento m’ invitarono a cena e mi fecero assaggiare delle cose tipiche italiane (non aspettatevi chissà quali piatti, eravamo tutte studentesse e la cucina serviva più come punto di aggregazione e chiacchere che per esperimenti culinari). Mentre io mi lanciavo sul piatto mangiando di gusto ed esprimendo il mio apprezzameneto in un italo-inglese-francese, loro mi fecero quel segno col dito nello zigomo…aiuto! lì mi ghiacciai, restando perplessa  con la forchetta a mezz’aria. O Dio, ma cosa ho sbagliato, mi chiesi. Perchè? Perchè in Romania si usa un gesto molto simile (battere il dito contro lo zigomo) per far capire ad una persona che si sta comportando in una maniera poco educata. Come tutte le belle storie anche questa ha un lieto fine: chiarimmo subito il malinteso tra fragorose risate e un’ altra forchettata di pasta…:)

E finalmente la ricetta (se ci sei ancora:)), ho preparato 2 versioni della ricetta della cheesecake, una usando i tomini freschi piemontesi, l’altra usando la ricotta, le variazioni con la ricotta nelle note.

foto cheesecake al forno con pasta fillo e agrumi

 Ricetta cheesecake al forno con tomini freschi, agrumi, frutta secca e pasta fillo

Ingredienti:

10 fogli di pasta fillo ognuno delle dimensioni della teglia da forno standard (ovvero 400g di pasta fillo)

600 g tomini freschi piemontesi oppure ricotta(per la sostituzione con la ricotta le spiegazioni nelle note)

300 ml latte fresco intero

1 cucchiaio di burro ammorbidito

4 uova bio (codice 0)

circa 120g burro o olio di semi per ungere i fogli di fillo

la buccia grattugiata di un’arancia non trattata(io volevo un dolce molto agrumato e ho usato anche la buccia di un limone)

150 g di zucchero semolato

1 cucchiaino di essenza di vaniglia , brandy o rum

50 g uva sultanina

50 g di albicocche secche

2-3 cucchiai di rum per ammollare la frutta secca

immagini preparazione cheesecake al forno con tomini piemontesi e pasta fillo

Come preparare la cheesecake al forno con tomini freschi piemontesi e pasta fillo

Per preparare il ripieno al formaggio

Iniziare per mettere all’ammollo le albicocche (tagliate a pezzettini) e l’uva sultanina in una ciotola con  2-3 cucchiai di rum e un po’ di spremuta d’arance oppure acqua tiepida.

In una ciotola capiente lavorare (con l’aiuto di un cucchiaio di legno) i tomini col burro morbido e lo zucchero per ottenere un composto cremoso e omogeneo,aggiungere la buccia d’arancia e mescolare. Aggiungere le uova leggermente sbattute con una forchetta e mescolare per amalgamare bene il tutto. Mescolare l’essenza di vaniglia  al latte e aggiungere il latte a filo, sempre mescolando.

Togliere le albicoche e l’uva sultanina dall’ ammollo e aggiungerle al composto (senza il liquido di rum e acqua).

Mescolare bene per amalgamare il composto ed è già pronto.

Adesso passiamo all’assemblaggio della torta cheesecake (5, dai al massimo10 minuti ed è pronta da infornare).

Preriscaldare il forno a 180°C.

Far sciogliere il burro nel microonde. Adagiare della carta da forno sulla teglia da forno ed adagiare un foglio di pasta fillo, spennellarlo delicatamente e velocemente col burro fuso, sovrapporre un altro foglio di pasta fillo, spennellarlo col burro  poi procedete allo stesso modo con gli altri tre fogli di pasta fillo. Quindi la base ha 5 fogli di pasta fillo ognuno spennellato con del burro fuso.

Versare il composto per il ripieno e distribuirlo in maniera omogenea in superficie.

Coprire con altri 5 fogli di pasta fillo procedendo nella stessa maniera usata per la base, cioè ogni foglio di pasta fillo viene spennellato bene con il burro fuso.

Spennellare abbondantemente la superficie con del burro fuso ed infornare a 180°C per 35-40 minuti circa (dipende dal forno) affinchè la superficie risulta ben dorata. Una volta pronta sfornare, decorare a piacere con zucchero a velo. Servire tiepida-calda oppure fredda dal frigo.

Note:

-più informazioni sulla pasta fillo qui

-Importante: durante la preparazione della ricetta tenete i fogli coperti con un panno da cucina (pulito) umido (quindi bagnato e ben strizzato) per non far seccare troppo la pasta fillo.

-se non trovate i tomini freschi potete sostituirli con la stessa quantità di ricotta e usare solo 250 ml di latte, aggiungendo anche un cucchiaio di farina al composto. L’interno risulterà meno cremoso e compatto ma lo stesso molto buono.

-al posto della buccia d’arance potete usare la buccia di un limone non trattato

-il burro per ungere i fogli di fillo può essere sostituito con la stessa quantità di olio di semi (non di oliva) oppure metà burro e metà olio. La pasta fillo non contiene nessun tipo di grasso(viene preparata solo con acqua e farina, quindi non preoccupatevi per i grassi:)).

-se la vostra confezione di pasta fillo ha più fogli (ho visto che per la stessa quantità-400g- varia il numero di fogli in base alla marca che la produce) divideteli in parti uguali procedendo allo stesso modo col ripieno.

– se vi piace la pasta fillo forse vorrete dare un’occhiata alla raccolta ricette (salate e dolci) con la pasta fillo.

Buon fine settimana!

 

like & share:

Cheesecake torta soffice alla ricotta e mirtilli

Cheesecake torta soffice alla ricotta e mirtilli

 

immagine Cheesecake torta soffice alla ricotta e mirtilli

Una soffice torta alla ricotta e mirtilli, gustosa, semplice e molto versatile perchè al posto dei mirtilli potete usare altra frutta a vostro piacimento seguendo la stagionalità dei prodotti (potete usare anche ribes, lamponi, more, ciliegie, amarene ecc). Una torta con l’impasto come da crostata (che sicuramente userò in futuro come base per altri dolci vista la facilità), ripieno cremoso alla ricotta profumata al limone  e vaniglia e la freschezza dei mirtilli. Adoro il contrasto dell’ abbinamento ricotta-frutta, e voi?

L’ho preparata un pò di tempo fa quando di mirtilli ce n’erano tanti, ma volendo si potrebbe preparare anche con i frutti di bosco surgelati (l’unico tipo di frutta surgelato che uso, diversamente la frutta la compro sempre fresca e di stagione, direttamente dai produttori nelle Langhe oppure dai contadini al mercato:)).

La ricetta l’ho vista da Maria (in realtà la mia è venuta un pò diversa e l’ho preparata ben 2 volte), l’ho profumata solo  un pò aggiungendo la scorza di un limone e un pò di essenza di vaniglia autoprodotta…la torta la vedrei bene accompagnata anche con una salsa di mirtilli…i miei sono finiti nel liquore ai mirtilli.

E piccola segnalazione: Se vi piaciono i formaggi dal 16 al 19 settembre c’è “Cheese” a Bra (Cn), in Piemonte , la grande fiera-rassegna del formaggio- con prodotti e produttori da tutto il mondo. Cheese-iamo?:). (più info a fine post).

 

CHEESECAKE TORTA SOFFICE ALLA RICOTTA E MIRTILLI

Ingredienti per uno stampo da 26 cm di diametro

Meglio uno stampo a cerniera (apribile)

Ingredienti per la base

85g di burro ammorbidito a temperatura ambiente

85g di zucchero bianco

2 uova bio –codice 0-

110 g farina 00

17g fecola

1 cucchiaino scarso di lievito per dolci

un pizzico di sale

la scorza grattugiata di metà limone bio non trattato

1 cucchiaino di essenza di vaniglia (la mia ricetta è qui)

più burro e farina per imburrare e infarinare lo stampo

Ingredienti per il composto di ricotta

275g di ricotta fresca

2 uova bio –codice 0-

85g di zucchero

17g di fecola

1 cucchiaino di essenza di vaniglia (la mia ricetta è qui)

la scorza grattugiata di metà limone bio non trattato

350g di mirtilli

Ricetta con foto preparazione torta alla ricotta e mirtilli

immagine preparazione torta alla ricotta e mirtilli

Preparare la base usando gli ingredienti per la base 

Imburrare e infarinare una tortiera oppure,se preferite, potete rivestirla con carta da forno.

Col mixer montare il burro (ammorbidito a temperatura ambiente) assieme allo zucchero, aggiungere le uova una per volta, 1 cucchiao di essenza di vaniglia ,la scorza grattugiata di metà limone, la farina settaciata miscelata alla fecola, il lievito e un pizzico di sale.

Versare il composto nella tortiera livellandolo col dorso di un cucchaio(foto 1-2)

Come preparare il composto di ricotta:

-usare gli ingredienti per il composto di ricotta-

Con un cucchiaio di legno lavorare  la ricotta con lo zucchero,aggiungere le uova leggermente sbattute, la scorza di metà limone, 1 cucchiaino di essenza di vaniglia, la fecola,versare il composto ottenuto sulla base , livellandolo col dorso di un cucchaio(foto 3-4).

Aggiungere i mirtilli sulla superficie(foto 5).

Infornare a 170°C nel forno preriscaldato, griglia centrale, per 45 minuti circa oppure affinchè introducendo lo stecchino ne viene fuori asciutto. Non farla dorare perchè poi risulterà troppo secca.

Una volta pronta toglietela dal forno, lasciatela raffredare e conservarla nel frigo.

La torta alla ricotta e mirtilli può essere servita anche tiepida, ma è piacuta di più dopo essere rimasta nel frigo per qualche ora.

Foto immagine Torta soffice alla ricotta e mirtilli

Questa ricetta va alla “Raccolta speziale” aperta solo alle persone speziali & empatiche , se lo sei anche tu dacci un’occhiata:)-ma certo che lo sei!-

“Cheese” è promossa da Slowfood , troverete più info qui: http://cheese.slowfood.it/

Invece da questa settimana riprenderò la solita rubrica settimanale con la segnalazione degli eventi, manifestazioni, mercatini, fiere, mostre, eventi culturali in Piemonte. Se avete dei suggerimenti e segnalazioni vi aspetto.

Buona giornata!

 

like & share:

Tortino alla ricotta e cacao

Tortino alla ricotta e cacao

ricetta con foto tortino al cacao e ricotta

Con questi tortini alla ricotta e cacao (ben affogati nella salsa alle fragole e menta) vi do il benvenuto nel mio orto sul terrazzo, il mio“secret garden” che ospita piantine, amici e  pensieri, il mio rifugio nel mezzo al verde senza andar via di casa:). I fiori mi piacciono tantissimo, ormai non è più un segreto, se sono anche utili in qualche modo, come le aromatiche che uso tantissimo in cucina per profumare le pietanze più banali, ancor meglio. E poi trovo che lavorare l’orto mi aiuti molto a rilassarmi mentalmente e ad ordinarmi un pò le idee…non è poco per  una disordinata cronica come me. E voi cosa ne pensate, chi di voi ha un orto alzi la mano:).

Allora cosa ne pensate di venire ad assaggiare insieme questi tortini alla ricotta e cacao?:) Un dolce semplice e quasi light, accompagnandolo con tanta salsa alle fragole e menta acquista un gusto  fruttato e fresco adatto al caldo estivo di questo periodo. Io me ne sono innamorata di questa salsa fragole e menta, ma volendo potete usare al suo posto la melissa o la limoncina.

I tortini al cacao e ricotta possono essere serviti anche senza salsa oppure con una salsa al cioccolato o altra frutta (tipo ciliegie o frutti di bosco). Ho usato degli stampini in silicone ma potete benissimo usare dei normali stampini o stampini usa e getta in alluminio oppure uno stampo a cerniera da 20 cm

Tortini alla ricotta e cacao ricetta con foto

Ingredienti per 6 persone

400g di ricotta fresca

4uova bio –codice 0-

100g di zucchero (io preferisco i dolci poco dolci, volendo potete assaggiare ed eventualmente aggiungere un cucchiai o due in più)

3 cucchiai (30g) di cacao amaro

la scorza grattugiata di un limone non trattato

facoltativo : 1 cucchiaino di  essenza di vaniglia (quà la mia ricetta) o brandy –

burro per imburrare se non usate dei stampini in silicone

 

per la salsa alle fragole e menta

400g di fragole

3-4 foglie di menta dal mio orto 🙂

1cucchiaio colmo di zucchero ( a me sembrava abbastanza)

una spruzzata di succo di limone

ricetta con foto preparazione tortino alla ricotta e cacao

Come preparare i tortini alla ricotta e cacao

Setacciare la ricotta, metterla in una ciotola capiente e lavorarla un momento con un cucchiaio di legno in modo da renderla cremosa e omogenea (io mi sono dimenticata di farlo:) e qualche grumo  è rimasto). Aggiungere i tuorli, lo zucchero, la scorza grattugiata di limone, l’essenza di vaniglia o il brandy, il cacao setacciato e mescolare con un cucchiaio di legno per rendere omogeneo il composto.

Separatamente montare gli albumi a neve ben ferma e incorporarli al composto, mescolando delicatamente  con un cucchiaio in legno dall’ alto verso il basso.

Io ho usato degli stampini in silicone quindi non li ho imburrati, invece se usate altre formine bisogna imburrarle leggermente.

Versare il composto negli stampini e infornate nel forno già caldo a 160°C per 30-40 minuti , affinchè introducendo lo stecchino di legno al centro ne esce pulito.

Una volta pronto togliere dal forno, lasciar intiepidirsi a temperatura ambiente e mettere nel frigo per almeno 2 ore prima di servire.

Il dolce si può conservare nel frigo per 3 giorni circa.

I tortini possono essere serviti anche così semplici oppure accompagnati da una salsa alle fragole o ciliegie o frutti di bosco o da una salsa al cioccolato.

Per preparare la salsa alle fragole e menta

Pulire le fragole, tagliarle a metà (almeno per chi ha un frullatore di 30 anni, quasi più vecchio di me) e frullarle assieme alle foglie di menta, lo zucchero e il succo di limone. Setacciare per eliminare i semini e servite.

 

ricetta con foto Tortino ricotta cacao con salsa fragole

Con questa ricetta partecipo al contest “ E’ sempre l’ora del tè” di Tuki. Oltre i bellissimi premi in palio dateci un’ occhiata, vi dico solo che  il blog è favoloso.

Le avventure della piccola matrioska

Strawberries Love story Buona giornata!

 

like & share:

Cannelloni alla ricotta e cioccolato con pasta fillo

Cannelloni alla ricotta e cioccolato con pasta fillo

Buongiorno a tutti! Oggi è l’ultimo giorno per partecipare al contest raccolta ricette con la pasta fillo, aspetto quelli dell’ultimo momento! -io sono una ritardatrice cronica, quindi siete in buona compagnia! :)-

Per finire in bellezza e dolcezza:) oggi vi propongo dei cannelloni di pasta fillo alla ricotta e cioccolato .

Questa ricetta con la pasta fillo mi è stata mandata da Cristina via email per il mio contest con la pasta fillo. Per ringraziarla ho pensato di pubblicare la ricetta in un post tutto suo. Il contest raccolta ricette con la pasta fillo scade il 18 maggio a mezzanotte… vi aspetto! Le altre ricette partecipanti al contest con la pasta fillo sono quà.

cannelloni di ricotta e cioccolato con pasta fillo

cannelloni di ricotta e cioccolato con pasta fillo @Cristina

Ingredienti
2-3 quadrati di pasta fillo da 10-12cm
150 gr di ricotta fresca
1 tuorlo d’uovo
la buccia grattugiata di mezzo limone
5 cucchiai di zucchero a velo
burro

gocce di cioccolato

 

Preparazione

In una ciotola sbattere il tuorlo con 4 cucchiai di zucchero a velo poi unire la ricotta e la scorza di limone e amalgamare bene.
Avvolgere i quadrati di pasta fillo intorno alle formine da cannolo poi spennellare con burro fuso e passarli 2 minuti in forno a 180°C perché prendano la forma giusta.

Con una tasca da pasticciere riempire i cannelloni con il composto di ricotta e rimettere il tutto in forno per 5 minuti a 180°C.

Servire spolverizzando con il cucchiaio di zucchero a velo rimasto e con qualche goccia di cioccolato.

 

Buon appetito

Con questa ricetta Cristina partecipa al contest “Raccolta ricette con la pasta fillo”

raccolta ricette con la pasta fillo

like & share:

Pancakes alla ricotta o papanasi

Pancakes alla ricotta o papanasi

I pancakes sono un dolce tipico degli Stati Uniti a metà strada tra le frittelle e le crepes e solitamente i pancakes vengono proposti per la colazione accompagnati dallo sciroppo d’acero o miele. Con la loro consistenza morbida e delicata dovuta alla ricotta sono molto buoni da servire anche come merenda o ad un brunch con gli amici, così ognuno può accompagnarli con cosa preferisce tra marmellate, nutella, salse al cioccolato o coulis di fragole o frutti di bosco, panna acida calda o un ciuffo di panna montata. Un dolce molto versatile e trasformista, facile e veloce da fare.

Ricetta con foto Papanasi cu branza

 

E se vi dicessi che i pancakes sono anche un dolce tradizionale romeno? I pancakes nella cucina tradizionale romena(con tanto di prova 🙂 la foto del libro di mia nonna, la Bibbia delle casalinghe romene degli anni 50) si chiamano papanasi, la ricetta è quasi identica a quella dei pancakes, manca solo il latte e il lievito e si usa “branza de vaci” cioè un formaggio cagliato tipo i tomini piemontesi- formaggio tipico del Piemonte-. I papanasi vengono serviti accompagnati da panna acida(crème fraiche) calda e marmelatta ai frutti di bosco oppure salsa al cioccolato.

Qui di seguito vi propongo la ricetta dei pancakes/papanasi che potete preparare scegliendo tra la ricotta e i tomini piemotesi. La versione dei pancakes con tomini è  (secondo me )più gustosa e la cosistenza un pò più densa.

Tempo fa avevo visto sul bel blog di Ambra un contest con la mise en place (scade oggi, io arrivo come al mio solito all’ultimo momento) e l’ho pensato subito come una sfida con me stessa…confesso che nel presentare le mie ricette uso quasi sempre il piatto da portata ereditato da mia nonna:). Non so voi, ma le cosette carine da arredamento mi piace guardarle, ma per motivi di spazio, di budget e soprattutto per principio non le compro mai se non mi sono davvero indispensabili. I troppi oggetti in giro per la casa mi danno la sensazione di soffocare…o sarà che sono anche molto disordinata?:). Ma penso che si può fare una mise en place carina e con un tocco artistico anche avendo a disposizione poche risorse: una tavolozza di colori da pittore per servire le marmellate/ le salse e un po’ di fiori freschi di cui non posso fare a meno( in questo caso una piantina di timo in fiore in attesa di essere travasata:)).

Pancakes alla ricotta -papanasi cu branza

 

 Ricetta pancakes alla ricotta

Ingredienti per pancakes  – papanasi con ricotta/tomini piemotesi

250g di ricotta fresca oppure 250g di tomini piemontesi
2 uova
70g farina
100 ml latte
la buccia grattugiata di un limone oppure di un’arancia (non trattate)

2 cucchiai di zucchero se usate la ricotta; 3 cucchiai se usati i tomini (assaggiate, dipende se sono salati o meno)

solo se vi piace: 1 cucchiaino di essenza di vaniglia (la mia ricetta è quà) oppure di liquore all’arancia
un cucchiaino scarso di lievito per dolci
1 pizzico di sale
poco burro

Ricetta con foto pancakes alla ricotta

ricetta con foto papanasi cu branza

Come preparare i pancakes alla ricotta  o tomini piemontesi/ papanasi cu branza

Separare i tuorli dagli albumi. Con un cucchiaio lavorare un momento la ricotta/i tomini per renderla cremosa. In una ciotola capiente  mettere la farina setacciata assiemo al lievito, la ricotta, lo zucchero, il latte, i tuorli, la buccia grattugiata del limone/o arancia, l’essenza di vaniglia o il liquore se lo usate, e sbattere con la forchetta fino ad ottenere un composto omogeneo e cremoso. Montare con un pizzico di sale gli albumi a neve e incorporarli delicatamente al composto. Scaldare una padella antiaderente, farci sciogliere pochissimo burro e versare la pastella a cucchiaiate abbondanti. Far cuocere i pancakes a fuoco basso, e girarli quando il primo lato è dorato (4-5 minuti). Io ho usato una padella antiaderente per crepes e li ho fatti cuocere sul fuoco grande della cucina regolato al minimo.  Non alzate troppo il fuoco  diversamente si bruciano in superficie e rimangono crudi dentro.

Adagiarli su un piatto e sovrapporli solo una volta completamente raffreddati.

Una volta completamente raffreddati i pancakes possono essere conservati nel frigo per 2-3 giorni, prima di mangiarli scaldateli bene nel microonde (per assaporare al meglio il gusto devono essere caldi tipo appena sfornati).

Da assaggiare ben caldi  con  panna acida calda o panna montata, una spenellata di marmellata un po’ acidula(tipo ai frutti di bosco, fragole, amarene), coulis ai frutti di bosco oppure con la nutella o salsa al cioccolato.

Pancakes alla ricotta ricetta con foto

 

Con questa ricetta partecipo al contest “Mise en place” di Ambra

decorare le fragole col cioccolato

La piccola matrioska va a fare una scampagnata nell’allegra compagnia della fragola- coccinella( fragola dipinta con gocce di cioccolato fondente). Andiamo anche noi?:)

Buon fine settimana!

like & share:

Cheesecake all’arancia

Cheesecake all’arancia

cheesecake alle arance ricetta con foto

Una cheesecake assolutamente goduriosa, meravigliosamente profumata all’arancia, assolutamente da non perdere…e di sicuro non perchè l’ho preparata io 🙂  visto che la ricetta è del famoso pasticcere francese Michel Roux. Un dolce perfetto per questo periodo quando le arance sono di stagione e al mercato o dal fruttivendolo potete trovare facilmente le arance non trattate.

L’unico cambiamento rispetto all’originale sta nell’ impasto: al posto della pasta frolla ho usato la base di biscotti al cioccolato, più facile da preparare. E poi un tocco di cioccolato non guasta mai:)

ricetta con foto cheesecake arance

Cheesecake all’arancia

Base per cheesecake

Per la base potete usare questo impasto di biscotti al cioccolato oppure questo impasto dietetico di biscotti al cioccolato, oppure una vostra base per cheesecake.

Ingredienti uno stampo da 20 cm, consigliabile uno stampo apribile a cerniera

Ingredienti per il ripieno:

4 arance non trattate (è essenziale visto che si usa la buccia)

350g Philadelphia

350g ricotta

150g panna acida (o crème fraiche)

175g zucchero

4 uova

2 cucchiai di liquore alle arance se piace

Ingredienti per guarnire:

6 cucchiai abbondanti di marmellata di arance amare

2 cucchiaini di liquore alle arance, se vi piace

ricetta con foto cheesecake all'arancia

Come preparare la cheesecake alle arance

Imburrate e infarinate lo stampo e ricopritelo(sia la base che le pareti dello stampo) con   l’impasto a base di biscotti preparato come indicato nella ricetta. Questa volta non ho foderato lo stampo con carta da forno. Fate riposare l’impasto nel frigo mentre state preparando il composto della cheesecake.

Come preparare il ripieno della cheesecake alle arance

Grattugiate la scorza delle arance (senza entrare nella parte bianca), spremetele e filtrate il succo con l’aiuto di un colino(foto 1).

In una ciotola capiente mettete la ricotta, il formaggio philadelphia, la panna acida e lo zucchero (foto 2) e mescolate bene con un cucchiaio in legno per amalgamarle bene e rendere il composto omogeneo(foto 3). In un’ altra ciotola sbattete le uova col mixer affinché hanno una consistenza schiumosa (3-5 minuti) (foto4).

Ricetta con foto cheesecake alle arance

Aggiungete le uova sbattute al composto a base di formaggio. Aggiungete anche la scorza delle arance, il succo d’arancia, il liquore se vi piace e mescolate bene con il cucchiaio in legno finchè il composto risulta omogeneo(foto 5). La consistenza del composto è piuttosto liquida.

Versate il composto sopra la base di biscotti e infornate nel forno già caldo a 170° per un’ora e mezza circa, forno non ventilato, griglia centrale.

Per verificare se la torta è pronta infilate uno stecchino al centro, deve risultare pulito. Io l’ho lasciata un momento di troppo (non mi sembrava completamente cotta) e la superficie si è un pò crepata, ma è venuta buonissima al punto giusto e la copertura di marmellata la copre.

Una volta che il dolce è pronto, toglietelo con delicatezza dal forno (non sarà ancora completamente solido) e fatelo raffreddare per almeno mezz’ora prima di togliere l’anello. Usando uno stampo a cerniera ho semplicemente eliminato l’anello, lasciando la base della torta e trasferendola così sul piatto da portata.

Solo una volta raffreddato completamente mettete il dolce nel frigo, sul ripiano in basso (quello meno freddo) fino al momento di servire.

Riscaldate un momento la marmellata d’arance (la marmellata deve solo diventare un po’ liquida, non bisogna sbollentarla), se vi piace  aggiungete un cucchiaio-due di liquore all’arancia  e spalmate delicatamente uno strato di marmellata sulla cheesecake. Aspettate un momento affinché la glassa si rapprenda, poi tagliate la torta con un coltello molto affilato.

Il dolce si può conservare nel frigo per 2-3 giorni (da me è finito subito):)

Note: vista la grande variabilità del peso delle arance (ci sono quelle che pesano 200g e quelle da 400g) io ho fatto 2 prove : una volta  4 arance pesavano sui 900g ed è venuto 200ml succo d’arance, l’altra volta su 1kg e 200g d’ arance è venuto 300ml di succo d’arance. Tutte e due le torte sono venute buonissime, gli assaggiatori di fiducia hanno preferito la seconda, l’hanno trovata più morbida e succosa (infatti ho dovuto anche cuocerla quasi 2 ore). Riassumendo, la quantità di succo d’arance può variare da 200ml a 300ml, non oltre però.

Con questa ricetta di cheesecake all’arancia partecipo al contest “Gli agrumi” di Cinzia, dove troverete tante idee meravigliose per usare gli agrumi.

E visto che la cheesecake è di un bel colore arancione(naturale) partecipo anche al concorso “Il contest a colori” di Stefania

E se vi piaciono le cheesecake e i dolci inglesi forse volete dare un’occhiata alla piccola guida golosa dei dolci inglesi

guida golosa dei dolci tipici inglesi

guida golosa dei dolci tipici inglesi

Le avventure della piccola Matrioska: tempo di carnevale

 immagini foto frutta divertente fantasiosa  arancia divertente

like & share:

Torta fondente al cioccolato e limone

Torta fondente al cioccolato e limone

Torta fondente al cioccolato -limone -ricotta- yogurt greco

Una deliziosa torta fondente al cioccolato profumata delicatamente di limone e con una base di biscotti al cioccolato.

In questo periodo ho tanta voglia di cioccolato e dolci cioccolatosi. La ricetta di questa torta l’ho vista nella rivista “Cucina moderna oro” e poi l’ho scoperta anche da lei. Visto che si avvicina la festa della donna può essere anche un bel regalo per un’amica golosa invece delle solite mimose (o meglio regalarle tutte e due? 🙂

Mi sono sempre piaciute tantissimo le torte decorate, alcune sono dei veri capolavori… Però nella mia cucina, vuoi per il fatto che non mi piace l’idea di usare coloranti chimici, vuoi per la mia scarsa manualità e il poco tempo a disposizione, finisco sempre con andare sul semplice. Questa volta , complice l’arrivo della primavera e dei primi fiorellini e anche per non fare la solita torta al cioccolato, ho provato a creare una decorazione al 100% naturale, comestibile, a portata di tutti come manualità e tempo. Cosa ne pensate? Voi come preferite fare per la decorazione dei dolci?


Ingredienti per la torta fondente al cioccolato e limone con yogurt e ricotta

dosi per uno stampo da 20 cm(meglio se lo stampo è a cerniera)

Ingredienti per l’impasto a base di biscotti al cioccolato:

175g biscotti misura al cacao e fiocchi d’avena (o simili)

80g di burro

Ingredienti per il ripieno della torta:

120g cioccolato fondente al 50%cacao

250g ricotta

250g yogurt greco

3 uova bio(se avete delle uova molto grandi usatene solo 2)

100g zucchero semolato

35g cacao amaro

un limone non trattato

cacao per spolverizzare la superficie della torta

spiegazioni con foto come preparare la torta fondente al cioccolato e limone

Come preparare la torta

Nota: Per un risultato ottimale fate portare gli ingredienti alla temperatura ambiente, togliendoli dal frigo un’ ora circa prima di iniziare la preparazione della ricetta (soprattutto le uova devono essere a temperatura ambiente).

Come preparare l’impasto a base di biscotti al cioccolato

La ricetta per la base ai biscotti di cioccolato è quà. Ho usato le stesse dosi e lo stesso procedimento, l’unico accorgimento è di imburrare bene e rivestire con carta da forno tutto lo stampo. In più, per questa torta al cioccolato, il composto a base di biscotti viene distribuito sia sullo sfondo dello stampo sia lungo il bordo dello stampo.

Come preparare il composto per la torta al cioccolato e limone

Spezzettate piccolo il cioccolato e fatelo fondere a bagnomaria o a microonde.

Separate i tuorli dagli albumi:in una ciotola montate i tuorli con lo zucchero. Separatamente col mixer montate gli albumi con un pizzico di sale a neve ben ferma .

In un recipiente capiente mettete la ricotta e lavoratela un momento con un cucchiaio di legno per renderla cremosa e omogenea. Alla ricotta amalgamate man mano (e sempre mescolando delicatamente con un cucchiaio in legno) lo yogurt greco, i tuorli sbattuti con lo zucchero, il cioccolato fuso e per ultimo gli albumi montati.

Versate il composto così ottenuto nello stampo sopra l’impasto a base di biscotti, livellandolo in superficie se necessario.

Cocete il dolce nel forno già caldo a 160°C per 50 minuti circa, griglia centrale. Una volta pronto toglietelo dal forno e lasciatelo intiepidire a temperatura ambiente. Quando il dolce si è intiepidito mettetelo nel frigo e lasciatelo raffreddare per almeno 2 ore prima di servire.

Una volta raffreddato sformate il dolce, spolverizzatelo con del cacao amaro e decoratelo a piacere con le fettine di limone e i petali di cioccolato bianco.

Per i petali di ciocolato:

Ingredienti per i petali di cioccolato

75g circa di cioccolato bianco(dipende da quanto li volete grandi)

Salsa al cioccolato già pronta( viene usate quando decorate la torta, come contorno per i petali)

Come preparare i petali di cioccolato bianco

Prendete un foglio di carta da cucina, mettete una fetta di limone in centro(per regolarvi per la grandezza dei petali) e disegnate con la matita la forma dei petali.

Spezzettate finemente il cioccolato bianco e fatelo fondere a bagnomaria o in microonde. Il cioccolato bianco è più difficile da gestire rispetto al normale cioccolato, quindi iniziate con farlo sciogliere parzialmente e poi mescolate per ammorbidirlo tutto, se viene scaldato troppo tende a seccarsi.

Con l’aiuto del cucchiaio prelevate il cioccolato bianco fuso e riempite i petali disegnati. Lasciate raffreddare un momento, poi mettete il tutto nel frigo affinchè il cioccolato rassodi completamente (almeno 30 minuti).

Come preparare le fettine di limone:

Tagliate il limone a rondelle sottili e fatele sobbollire per 10 minuti in uno sciroppo a base di 100ml acqua e 100g zucchero semolato bianco.

Torta al cioccolato fondente, limone, ricotta e yogurt greco

Come ottenere la decorazione come nella foto:

Spolverizzate la torta con del cacao amaro, mettete una fettina di limone (preparata come indicato sopra) e adagiate intorno i petali di cioccolato bianco.

Con della salsa al cioccolato fondente già pronta(ho usato quella in tubetto) contornate i petali di cioccolato bianco.

Le fettine di limone restanti potete servirle (se vi piace) assieme al dolce.

La torta al cioccocolato fondente e limone può esser conservata nel frigo per 3 giorni.

foto torta fondente al cioccolato e limone, ricotta, yogurt greco

 

 

Con questa ricetta partecipo al concorso “La fabbrica di cioccolato”(ricordate il film di Tim Burton?che bello!) di Crysania del blog Farina del mio sacco.

Ricetta al cioccolato per contest ricette al cioccolato

Le avventure della piccola matrioska nel Deserto di Cacao

la piccola matrioska nel deserto dei biscotti al cioccolato

La piccola matrioska assieme al suo cavallo rosso camminò nel deserto dei biscotti al cioccolato per ore e ore, sotto il cocente sole, pur di ritrovare il suo omino di cioccolato. Arrivata nel Deserto di cacao  ecco che finalmente lo incontra

la matrioska nel deserto di cacao: l'incontro

lui è raggiante come al solito di vederla.

Lasciamo un pò di privacy per il dialogo 🙂 ma poi l’omino di cioccolato vuole salire anche lui in sella al cavallo (ahimè in due non ci stanno)

l'omino di cioccolato in sella al cavallo rosso

e sembra divertirsi un mondo.

Ma si vede che l’omino cioccolatoso  non è molto pratico di cavalcare …oppure il pur simpatico cavallo rosso può essere domato solo dalla nostra coraggiosa matrioskina  e

upps…è caduto.

l'omino di cioccolato

Aimè, sembra un pò alterato:) speriamo che si riprenda in fretta.

like & share:

Torta al caffè con ricotta e mandorle

Torta al caffè con ricotta e mandorle

ricetta con foto Torta al caffè con ricotta e mandorle

Dopo aver provato varie ricette col caffè ho deciso di pasticciare un pò ed il risultato è davvero buono. Ho preso come punto di partenza la pitta alla ricotta, un dolce in bilico tra la pastiera napoletana e la pasta di mandorle, aggiungendo anche il caffè. Questa torta è davvero deliziosa con l’impasto leggermente croccante a base di mandorle e il ripieno morbido di ricotta e mandorle profumato al caffè.

La torta si prepara facilmente, anche perchè non dovete preoccuparvi per l’impasto, anche se si rompe non c’è problema, in quanto può essere aggiunto anche a “pezzi”. Una deliziosa torta al caffè, facile e veloce da preparare.

 

Torta al caffè con ricotta e mandorle

Tempo di preparazione: 30 minuti più 30 minuti tempo di riposo

Ingredienti:

ingredienti per l’impasto:

250g di farina

150g di burro tagliato a pezzettini

un uovo

2 tuorli

150g zucchero semolato

120g mandorle in polvere(mandorle tritate)

1 cucchiaio di zucchero a velo

un pizzico di sale

per la farcia alla ricotta e caffè:

400g ricotta fresca non salata

250g mandorle in polvere

150g zucchero semolato

1 cucchiaino caffè granulato(nescaffè) oppure caffè in polvere

20g cioccolato al latte (oppure fondente)

1 cucchiaio chicche di caffè (solo se vi piacciono)

1-2 cucchiai di latte

Preparazione:

Impastate la farina setacciata con 120 g di mandorle in polvere, un cucchiaio di zucchero a velo, il burro tagliato a pezzettini, 150 g di zucchero semolato, l’uovo e i due tuorli, il sale. Formate una palla con l’impasto, avvolgetela in pellicola trasparente e mettetela nel frigo per 30 minuti.

Intanto preparate la farcia: mescolate 250g di mandorle in polvere con 150g zucchero semolato. Lavorate la ricotta a crema. Io ho usato il caffè granulato (nescaffè) e quindi ho dovuto diluirlo con 2-3 cucchiai di acqua calda e poi l’ho aggiunto alla ricotta. Spezzettate il cioccolato ed assieme ad un cucchiao- due di latte fatelo sciogliere nel microonde, poi aggiungetelo alla crema di ricotta. Unite anche il mix di mandorle alla ricotta.

Prendete l’impasto dal frigo e dividetelo a metà. Stendete la pasta in una sfoglia di mezzo cm circa e con metà foderate uno stampo a cerniera di 24cm. Io ho steso l’impasto direttamente nello stampa aiutandomi con le mani e “cucendo” con qualche pezzettino di qua e di là. Versate il composto di ricotta e copritelo con l’altra metà della pasta. Sigillate i bordi ed incidete 4 tagli nella superficie dell’impasto. Cuocete nel forno preriscaldato a 180° – sul ripiano centrale – per 40 minuti circa, fino a quando la superficie diventa leggermente dorata. La torta viene servita preferibilmente fredda e può essere conservata nel frigo per al massimo 3 giorni.

Un’altra ricetta con ricotta e mandorle e mele è quà: http://matrioskadventures.com/2009/11/29/crostata-di-mele-con-ricotta-mandorle/

Le avventure della piccola Matrioska

La Matrioska sembra un pò malinconica dopo l’ultimo incontro col suo omino cioccolatoso…dove sarà sparito?  Non vuole raccontare niente, vaga sul campo di chicche di caffè e fiori…starà cercando LUI oppure la primavera?:)

immagine creativa con chicche caffè fiori matrioska

immagine divertente e creativa con caffè e matrioska

like & share:

Crostata di mele con ricotta e mandorle

Crostata di mele con ricotta e mandorle

ricetta con foto Crostata alle mele con ricotta e mandorle

Questa crostata tipica della Bavaria(Germania) combina perfettamente l’impasto croccante con il ripieno delicato di formaggio, il sapore delle mele e le mandorle le danno un tocco in più. Una deliziosa crostata alla ricotte e mele, leggera e profumata.

In realtà l’ho preparata due volte: una volta utilizzando un impasto già pronto di pasta frolla fresca comprata e come formaggio ho utilizzato il mascarpone. La seconda volta l’ho preparata con l’impasto fatto in casa. Anzi’ è proprio la prima volta che ho preparato da sola l’impasto, è davvero facile e veloce…la differenza si nota. Comunque se non avete il tempo o la voglia di prepararlo potete benissimo utilizzare la pasta frolla fresca già pronta.

Invece del mascarpone ho utilizzato la ricotta fresca, la torta viene più leggera e gustosa.

Ho preso questo ricetta dal libro “ 500 ricette per torte e crostate” di Rebecca Baugniet.

 

Tempo di preparazione: 30 minuti circa

Ricetta per crostata alla ricotta con mele e mandorle

Ingredienti:

impasto dolce con zucchero a velo (la mia ricetta per l’impasto si trova quà ) oppure una confezione di pasta frolla fresca già pronta

Ingredienti per il ripieno alla ricotta, mele e mandorle

225 g mascarpone oppure 225 g  ricotta fresca – se utilizzate la ricotta aggiungete 2 cucchiai di zucchero a velo-

28 g di zucchero a velo

1 uovo grande – io ho messo 2 uova biologiche visto che sono piccoline-

1 bustina vanillina

85 g zucchero bianco

Una spolverata di cannella

Una spolverata di noce moscata

3-4 mele Golden Delicious

30 g di mandorle tritate

28 g di mandorle tagliate a lamelle per la decorazione

Come preparare la crostata alla ricotta e mele

Preparazione della pasta

Se utilizzate l’impasto fatto in casa la ricetta si trova qui. Cuocere l’impasto nel forno preriscaldato a 190° per 15 minuti, toglietelo dal forno e fatelo raffreddare.

Invece se utilizzate la pasta frolla fresca già pronta eseguite le istruzioni riportate sulla confezione.

Lasciate raffreddare l’impasto fuori dal forno.

Come preparare il ripieno alla ricotta, mele e mandorle

Spolverizzate  le mandorle tritate sull’impasto ormai raffreddato, livellando con un cucchiaio.

Sbattete col mixer a velocità media il formaggio, lo zucchero a velo, le uova e la vanillina finché ottenete un composto omogeneo. Versate il composto sull’impasto, livellandolo.

Lavate le mele, eliminate il torso e i semi e tagliatele a spicchi sottili.

In una ciotola grande mescolate lo zucchero bianco, la cannella e la noce moscata. Aggiungete le fettine di mela e copritele bene con questo composto. Aggiungetele sopra il ripieno di formaggio dolce, disponendole a forma di cerchi concentrici. Aggiungete le mandorle a lamelle.

Mettete la crostata sul ripiano centrale del forno preriscaldato  a 175° fino a quando il ripieno e le mele diventano dorate, 1 ora e 30 circa. Se utilizzate il forno ventilato, mettetela sul ripiano inferiore, sarà pronta in 45 minuti circa.

La torta può essere conservata nel frigo al massimo per 3 giorni.

 

Le avventure della piccola Matrioska nel fantastico mondo dei dolci

il divertente incontro tra la Matrioska e la mela gialla con la bocca cucita

Matrioska incontra La Mela Gialla uscita dal film “Coraline e la porta magica”. Matrioska, non spaventarti, ha la bocca cucita e non può mangiarti! E tra poco finirà nella crostata di mele!:)

like & share: