Tag Archives: cilento

Video ricetta struffoli – dolce natalizio tradizionale campano

Video ricetta struffoli – dolce natalizio tradizionale campano
Video ricetta struffoli – dolce natalizio tradizionale campano

come si preparano gli struffoli -ricetta natalizia napoletana
A Natale mia suocera, cilentana doc trapiantata in Piemonte, prepara sempre gli struffoli, deliziose palline  di pasta dolce, fritte e poi immerse nel miele e decorate con confettini colorati. La ricetta degli struffoli è quella di casa sua nel Cilento, una ricetta tradizionale natalizia preparata un po’ dappertutto in Campania.  L’anno scorso ho filmato mia suocera mentre li preparava…siccome un’immagine fa quanto 1 000 parole ecco la ricetta filmata degli struffoli…chi ne vuole un po’?  🙂

Attenzione, l’uno tira l’altro! 🙂

struffoli - palline fritte immerse nel mieleRicetta struffoli

 Ingredienti:

 Per l’impasto

500 g farina

4 uova

100 g zucchero

100 g burro spezzettato

1 bustina vanillina

la buccia grattugiata di un limone

una punta di sale

 in più

olio per friggere e farina per lavorare l’impasto

Per decorare

400 ml miele

palline colorate

Come si preparano gli struffoli

 Mettere la farina sul tavolo, formare una fontana nel mezzo e metterci il resto degli ingredienti (uova, il sale, vanillina, buccia grattugiata di limone). Lavorare con le mani affinchè l’impasto diventa elastico ed omogeneo. Coprirlo con uno strofinaccio pulito e lasciarlo riposare (fuori frigo) per una mezz’ora.

Dopo mezz’ora, mettere un po’ di farina sul tavolo. Tagliare l’impasto a pezzi e lavorare ogni pezzo formando bastoncini della dimensione di un dito. Tagliare ogni bastoncino d’ impasto a pezzi (ogni pezzo dev’ essere 1 cm circa). Se i pezzi d’impasto hanno la dimensione corretta assorbono pochissimo olio mentre vengono fritti e quindi sono più buoni e più light.

Friggere le palline d’impasto nell’ olio ben caldo. Bisogna usare una pentola molto profonda e buttarci pochi struffoli alla volta ( se ne butti troppi si forma la schiuma ).

Lasciar friggere gli struffoli affinchè diventano ben dorati, toglierli e metterli subito sulla carta da cucina per far assorbire il grasso in eccesso. Poi metterli in una ciotola.

Separatemente in un pentolino riscaldare il miele affinchè diventa liquido e ben caldo, versarlo (così molto caldo) sopra gli struffoli, mescolando bene con un cucchiaio in modo da far ricoprire tutti col miele. Versare sopra anche le palline colorate.

Mangiare…attenzione, l’uno tira l’altro!:)

Segreti in cucina:

Mia suocera mi dice che se voglio avere degli struffoli più gonfi  devo aggiungere la punta di un coltello di bicarbonato, però in questo caso bisogna lasciar riposare l’impasto nel frigo per due ore.

Invece se non ami friggere, puoi cuocere gli struffoli nel forno…abbiamo provato insieme, solo che diventano un po’ troppo secchi e non sono tanto gustosi come quelli fritti.

 E la video ricetta per preparare gli struffoli

Buon Natale e tanti auguri di Buon Anno!

come si preparano gli struffoli -ricetta natalizia napoletana

like & share:

Di mare e immersioni nel Cilento

Di mare e immersioni nel Cilento

Punta Licosa sulla Costiera Cilentana

Vacanze sulla Costiera Cilentana in Campania: Di mare e immersioni nel Cilento -sesta puntata-

Scrivere e soprattutto guardare le foto delle vacanze estive al mare in una giornata uggiosa di settembre, con una tazza di cioccolata calda accanto, non è mica male per mettersi di buon umore.

E se vi confessassi che i giorni torridi di agosto li passo quasi(non esageriamo però) volentieri al lavoro? Quando riesco preferisco viaggiare in bassa stagione … i vantaggi?: andando al mare a fine maggio e giugno troverete non solo prezzi molto più bassi, spiagge così poco affollate  che sembrano essere le vostre spiagge private, ma anche la natura verde è tutt’un fiorire profumatissimo. Anche settembre è un mese bellissimo per fare le vacanze al mare: il tutto acquista contorni dorati, l’acqua è calda, c’è un gioco affascinante di ombre e sfumature.  La calda luce settembrina svela forme, paesaggi  e anche persone,che nei mesi torridi  il sole accecante rendeva invisibili col troppo svelarli (come quando spariamo il flash della macchina fotografica) .

E voi quando preferite fare le vacanze?

Vacanze al mare nel Cilento: spiaggia di ogliastro marina

Tornando al racconto delle mie vacanze nel Cilento  ho scoperto anche la bella spiaggia sabbiosa di Ogliastro Marina, chiamata il Lido delle Tartarughe…tartarughe non ne ho viste, c’era solo una simpaticissima cagnolina un pò “spelata” di nome Michi, la conoscete?:).

Delle belle spiagge ce ne sono tante sulla costiera Cilentana, il motivo in più per andare in zona è  di fare delle immersioni subacquee: diving e snorkelling. La zona del Cilento compresa tra Santa Maria di Castellabate e San Mauro è famosa per le immersioni: l’acqua pulitissima e trasparente,il fondale con innocui pesciolini e ricca flora marina è il suo forte, ma forse siete fortunati e scoprirete anche dei resti di reperti antichi:). Io invece mi sono divertita a costruire un vulcano con la sabbia…è entrato pure in eruzione con tanto di fumo:).

Immersioni subacquee nel Cilento

Un altro punto d’interesse nelle vicinanze (a 5 km circa dalla spiaggia di Ogliastro Marina) è la Punta Licosa, una zona verdeggiante con pineta dove forse si potrebbe fare una passeggiata…dico forse perchè la zona di Punta Licosa è proprietà privata, chiusa col cancello, e la visita dipende dall’ umore del signore portinaio che la sta guardando. Quando siamo andati noi l’umore di questo signore non era alle stelle e quindi non m’ha fatto entrare con Michi, la mia cagnolina viaggiatrice. Ho intravisto un sentiero asfaltato in mezzo ad un boschetto che costeggiava il mare…se ci andate fatemi sapere com’è.

Mi sono risollevata il morale sorseggiando una birra in un bellissimo bar a Punto Licosa, proprio prima del cancello della proprietà…un bar costeggiato da un giardino con ulivi e rododendri. E ho ripiegato col visitare il bellissimo e pittoresco paesino di Castellabate.

Vi auguro una buona settimana, al mare, in montagna, visitando le città…o al lavoro (come me).

Belle spiagge sulla Costiera Cilentana: il Lido delle Tartarughe a Ogliastro Marina

PS: I racconti delle mie vacanze nel Cilento non sono ancora finiti:  al più presto posterò degli articoli dedicati ai magnifici templi di Paestum, a Palinuro “la perla del Cilento”. E anche  un viaggio a Maratea in Basilicata.

PS2:  Mangiare delle pietanze di una cucina diversa può essere un pò come viaggiare(almeno mentalmente) quindi colgo l’occasione per dirvi che la Rossa di Sera si è finalmente decisa di organizzare dei corsi di cucina russa, più info quà.

Info utili:

Sito dedicato alla zona di Punta Licosa:
http://www.puntalicosa.it/

Sito per la provincia di Salerno:
http://www.turismoinsalerno.it/

Sito ufficiale Campania:
http://www.incampania.com/index.cfm?s=1

E già che ci siete forse volete gironzolare un pò sulla Costiera Cilentana:

Più foto della Costiera Cilentana sul mio flickr:
http://www.flickr.com/photos/ancutza/sets/72157624439468105/show/

Il meraviglioso mare della Costiera Cilentana:

Il pittoresco paesino di Acciaroli:

Il pittoresco paesino di Castellabate:

Gastronomia e soprattutto i dolci tipici della Campania:

Le rovine di Velia ad Ascea:

Un articolo interessante con idee di vacanze al mare a settembre:
http://turismolento.blogspot.com/2010/09/le-migliori-vacanze-in-mare-settembre.html

like & share: