Category Archives: preparazioni salate

Torta salata gorgonzola pere e pasta fillo- Tarta cu pere gorgonzola si nuci

Torta salata gorgonzola pere e pasta fillo- Tarta cu pere gorgonzola si nuci

Immagine Torta con gorgonzola e pere noci pasta fillo

 

Il gusto leggermente pungente della gorgonzola ed il tocco delicato della pera si fondono in un ripieno cremoso e filante  rinchiuso in un guscio ben croccante di pasta fillo. Krantz krantz. Una torta salata, golosa, facile e veloce da fare, da proporre come antipasto, stuzzichino e anche come un dopopasto al posto del solito dolce.

Continua la lettura

like & share:

Ricetta galettes bretonnes – Reteta clatite bretone

Ricetta galettes bretonnes – Reteta clatite bretone

ricetta galettes bretonnes crepes bretoni

Oggi ti porto in un’incursione gourmet in Bretagna, terra di magia, paesaggi sconfinati, strane sculture e …galettes bretonnes:).

Preparate col grano saraceno (quindi gluten free), les galettes bretoni sono simili alle crepes ma hanno una consistenza più rustica e leggera. Io me ne sono innamorata di questa ricetta versatile – dalle mille voglie (salate) e svuota frigo, da consumare come pasto veloce e completo al posto del solito triste panino o da portare in tavola ad una cena tra amici, nonostante la semplicità fa bella figura(tradizionalemente vengono piegati solo gli angoli delle galettes, così il ripieno resta in bella vista). Semplice e gustosa, la ricetta è adatta anche per i celiaci e gli intolleranti al lattosio (non contiene latte).

Continua la lettura

like & share:

Torta salata alle erbette ricetta corsa

Torta salata alle erbette ricetta corsa
Torta salata alle erbette ricetta corsa

immagini Torta corsa alle erbette e mandorle

Siccome il grande forno continua a scaldarci e cuocerci ben benino, ho ben pensato di fargli concorrenza riaccendendo il  mio di forno…non si sa mai, a questo punto potrebbe pure funzionare a mò di aria condizionata (sì sì, conosciamo tutti la battuta che dice mica in forno mi ci metto io… solo che abbi pazienza, ma in un bilocale dove la cucina funge anche da salotto – sala per mangiare etc… quando lo accendo è veramente come se mi ci mettessi dentro). Adesso, dopo esserti informato circa le mie condiizoni locative 🙂 (l’ultima volta che ne avevo parlato mi sono vista bombardare con delle pubblicità per comprare una viletta in Sardegna:)) ti invito ad asssaggiare la torta alle erbette (tourte aux erbes), una torta salata alle verdure… un tuffo nella gastronomia corsa.

immagini torta alle erbette Corsica

Continua la lettura

like & share:

Raccolta ricette con vegetali WHB342#

Raccolta ricette con vegetali WHB342#

L’amore per la natura in simbiosi con l’amore per la buona tavola e la cucina naturale! ecco, l’ho detto:) in realtà WHB è un bel modo per scoprire delle ricette fattibili e gustose a base di vegetali(frutta, verdura, erbe aromatiche ecc), scoprire nuovi “prodotti”(le pesche saturnine e l’issopo per citarne solo 2) e le loro proprietà. Ecco la presentazione delle ricette a base di vegetali che m’avete mandato questa settimana per il WHB342…una più buona dell’altra:)

whb342

La prima a mandarmi la ricetta è stata Terry del blog Crumpets & co., da Venezia : Cornucopie di peperoni ai tre risi con feta e basilico greco     “peperoni ripieni con un buonissimo mix di tre risi (basmati indiano, rosso francese e selvaggio canadese) comprato di recente, della saporita feta greca, olive e per stare in tema con la feta …del profumatissimo basilico greco che sta crescendo rigoglioso in terrazza! …ne è venuto un primo o se vogliamo anche piatto unico, davvero gustoso”(Terry).

peperoni ripieni con un buonissimo mix di tre risi

Continua la lettura

like & share:

Spanakopita torta greca di pasta fillo spinaci feta greca

Spanakopita torta greca di pasta fillo spinaci feta greca

                                                                                                                                                                                                                        versiunea in limba romana mai jos

Tanti auguri di Buon Anno con la spanakopita, una torta tipica greca di pasta fillo, spinaci e feta greca: un guscio croccante e leggero a sottilissimi strati di pasta fillo ed un ripieno gustoso, leggero e pure sano a base di spinaci, formaggio e yogurt. La ricetta della spanakopita è quella della mia nonna greca, esistono anche versioni leggermente diverse:).

immagine spanakopita torta tipica greca con fillo spinaci formaggio

Ho pensato di inizare il nuovo anno con questa ricetta perchè mentre stavo spennellando questi sottili e fragili  fogli di fillo che qualche volta si rompono un pò durante la preparazione, altre volte si riesce ad adagiarli perfettamente…ed ho trovato che fosse una bella analogia con la vita di ogni giorno: magari un giorno le cose ci vanno storte ed imperfette,  invece tanti altri giorni sono belli e ricchi di emozioni, persone …e che sovrapponendoli tutti formano un insieme, la nostra vita…vi auguro che nel 2012 possiate spennellarvi la tela della vita con le cose che più desiderate!

 

Ricetta Spanakopita –torta greca di pasta fillo, spinaci e formaggio feta greca

Ingredienti per una teglia da forno:

12 fogli di pasta fillo (fresca o decongelata) ognuno delle dimensioni della teglia da forno standard (ovvero 250g di pasta fillo)

500g spinaci

350 g formaggio feta greca

150g yogurt greco

3 uova

1 cucchiaio di burro per gli spinaci

120g burro per ungere i fogli di fillo

2 cucchiaini d’ aneto essiccato o fresco oppure 1 cucchiaino scarso d’ origano essiccato

uno spicchio di aglio

sale, pepe, una spolverata di noce moscata

 

Come preparare la torta spanakopita:

ricetta con foto passo passo preparazione spanakopita greca

immagini preparazione spanakopita torta greca con pasta fillo spinaci feta

Iniziare col preparare gli spinaci: in una padella molto capiente mettere il cucchiaio di burro e l’aglio schiacciato con una forchetta, quando si scioglie aggiungere gli spinaci e far cuocere a fuoco bassissimo per una decina di minuti affinchè diventano morbidi. Non bisogna cuocerli troppo , ma solo lessarli visto che poi li passiamo nel forno. Farli raffreddare un momento poi farli scolare attraverso un colino, gli spinaci tendono a rilasciare tanta acqua che bisogna eliminare per poi non bagnare troppo la pasta fillo, quindi io ho strizzato gli spinaci bene con le mani per renderli i più asciutti possibile. Tritare gli spinaci (con il coltello o le forbici:)) e metterli in una ciotola capiente. Sbriciolare il formaggio feta greca, aggiungere lo yogurt greco e mescolare un momento per amalgamare il tutto.

In un’ altra ciotola sbattere leggermente le uova, aggiungere l’aneto, la noce moscata, il pepe, il sale. Aggiungere il composto di uova a quello di formaggio e yogurt, mescolate un momento per amalgamare bene. Unire il composto di uova e formaggi agli spinaci, mescolare bene per amalgamare ed ecco che abbiamo ottenuto il nostro ripieno di spinaci e formaggio per la spanakopita.

Adesso passiamo all’assemblaggio della torta spanakopita (5, dai al massimo10 minuti ed è pronta da infornare).

Preriscaldare il forno a 180°C.

Far sciogliere il burro(120g) nel microonde, farlo intiepidire un momento. Adagiare della carta da forno sulla teglia da forno ed adagiare un foglio di pasta fillo, spennellarlo delicatamente e velocemente col burro fuso, sovrapporre un altro foglio di pasta fillo, spennellarlo col burro  poi procedete allo stesso modo con il terzo ed ultimo foglio di pasta fillo. Adagiare sulla superficie un terzo del ripieno spinaci-formaggio precedentemente preparato, provando a coprirlo in maniera più omogenea possibile. Adagiare altri 3 fogli di pasta fillo seguendo lo stesso procedimento, cioè adagiare ogni foglio di pasta fillo e spennellarlo velocemente col burro . Aggiungere un altro terzo del composto e siamo a 6 fogli di fillo già usati, aggiungere nuovamente un terzo del composto di spinaci e feta, seguire con i tre fogli di fillo e ripetere il tutto fino a finire i fogli ed il ripieno.

Alla fine  avremo una torta fatta di 3 strati di spinaci-formaggio e 4 strati di pasta fillo, l’importante è finire con 3 fogli di pasta fillo, spennellare bene la superficie col burro.

Con un coltello a lama lunga e ben affilato tagliare (incidere profondamente senza staccare i rettangoli) la spanakopita in rettangoli da 5 cm circa, questa operazione serve perchè dopo la cottura i fogli sono croccanti e tenderebbero a spezzettarsi troppo quando tagliati. Versare sopra l’eventuale burro fuso rimasto ed infornare a 180°C per 25 minuti circa (anche di più) affinchè la superficie risulta ben dorata.

 

Note:

-più informazioni sulla pasta fillo

-Importante: durante la preparazione della ricetta tenete i fogli coperti con un panno da cucina (pulito) umido (quindi bagnato e ben strizzato) per non far seccare troppo la pasta fillo.

-se la vostra confezione di pasta fillo ha più fogli (ho visto che per la stessa quantità-450g- varia il numero di fogli in base alla marca che la produce) divideteli in parti uguali procedendo allo stesso modo col ripieno.

-volendo velocizzare un pò con le stesse quantità potete realizzare la spanakopita con soli 3 strati (4 fogli fillo*metàripieno+4 fogli fillo+ l’altra metà ripieno, finire con altri 4 fogli di fillo).

-come conservare la spanakopita: la torta si conserva per qualche giorno nel frigo, coperta con un foglio di alluminio per non assorbire troppa umidità.

– se vi piace la pasta fillo forse vorrete dare un’occhiata alla raccolta ricette (salate e dolci) con la pasta fillo.

immagine spanakopita torta tipica greca con pasta fillo spianci e formaggio

 

-versiunea in limba romana-

Spanakopita  este o placinta traditionala greceasca cu spanac si branza telemea, gustoasa, sanatoasa si usor de facut.

Ingrediente pentru a obtine o tava de placinta(am folosit tava standard de dimensiunea cuptorului)

250g foi de placinta proaspete sau decongelate (12 foi erau la mine)

350g telemea de vaca sau oaie(eu de oaie)

500g de spanac proaspat, spalat si curatat

150g iaurt gras si dens

3 oua

o lingura buna de unt pentru a cali spanacul

un catel de usturoi zdrobit cu furculita

120g de unt pentru a unge foile de placinta

2 lingurite de marar uscat sau proaspat

un varf de praf de nucsoara (daca va place)

sare, piper

Cum pregatim spanakopita:

Intai pregatim spanacul : punem lingura de unt intr-o tigaie mare, cand s-a topit adaugam usturoiul zdrobit si spanacul si il lasam sa se caleasca 5-10 minute pana se inmoaie(nu-l fierbeti prea mult pentru ca apoi oricum il dam la cuptor). Dupa ce spanacul s-a racit putin il strecuram bine printr-o sita pntru a elimina toata apa in execes(spanacul lasa o gramada de apa), eu l-am stors si cu mainile pentru a fi sigura ca devine cat mai uscat, apoi il maruntim (cu ajutorul unui cutit sau foarfeceleor de bucatarie) si il punem intr-un vas incapator.

Intr-un alt vas maruntim branza telemea(cu mainle sau cu razatoarea), adaugam iaurtul si amestecam putin cu o lingura pentru a amalgama bine.

Intr-o farfurie batem usor ouale cu o furculita, adaugam mararul, nucsoara, piperul, sarea si adaugam ouale peste branza si iaurt. Amestecam bine pentru a amalgama. Turnam compozitia peste spanacul maruntit, amestecam bine si gata, am obtinut umplutura noastra pentru spanakopita.

Tapetam tava cu hartie pergament, incalzim cuptorul la 180°C, topim untul(120g) si incepem asamblarea placintei direct in tava: punem in tava o foaie de placinta, o ungem bine si repede cu unt, adaugam o alta foaie, o ungem cu unt si apoi asezam a treia foaie de palcinta si ultima, o ungem cu unt  si varsam o treime din compozitia de branza+ spanac distribuind-o cat mai omogem pe suprafata. Adaugam alte 3 foi de placinta cu acelasi procedeu(fiecare unsa cu unt), o alta treime de umplutura, altre 3 foi, ultima treime de umplutura si finalizam cu 3 foi de placinta. Ungem bine suprafata cu unt si cu ajutorul unui cutit ascutit si cu lama larga taiem placinta(inciziile trebuie sa fie destul de profunde) in patrate de 5 cm circa…nu stati sa masurati, ideea e ca placinta se taie inainte pentru ca asa se coace mai bine si apoi e mai usor de servit. Daca v-a mai ramas unt topit folositi-l pentru a stropi placinta.

Dam la cuptor (180°C) pentru aproximativ 25 de minute sau pana cand suprafata devine aurie.

Pofta buna!

Con questa ricetta partecipo al contest di Veru “Yogurtino Sopraffino, rendi speciale il tuo piattino”

like & share:

Cestini di pasta fillo con feta greca, mele e aneto

Cestini di pasta fillo con feta greca, mele e aneto

Con la scusa che “una mela al giorno toglie il medico di torno”, finisco per infilarla un po’ dappertutto, anche nei piatti salati come questi croccanti cestini di pasta fillo, mele e feta greca.

ricetta con foto cestini di pasta fillo con feta greca mele aneto

Questini cestini – antipastini sono genuini, semplici e veloci da preparare, ottimi da mangiare come spuntino tutti i giorni, fanno anche bella figura ad una cena con gli amici (infatti hanno avuto un successo inaspettato).

L’abbinamento formaggio – mele è forse inusuale per i gusti italiani (dicono invece che sia di casa nei paesi nordici, c’è qualcuno che me lo può confermare?…) ma io, che tanto italiana non sono, lo amo molto per l’armonia dei sapori contrastanti: quello fruttato, un po’ dolce e acidulo della mela e quello deciso del formaggio feta greca. Nella preparazione ho aggiunto anche l’aneto-più info sotto-, una pianta che amo, il gusto ricorda vagamente il finocchietto selvatico, ma in Italia o almeno nel Nord, mi risulta fosse poco conosciuta, fino a quest’anno  ho sempre importato i semi dalla Romania e li ho fatti crescere nell’ orto sul mio terrazzo.

Ricetta per preparare i cestini di pasta fillo con feta greca, yogurt greco, mele e aneto

Ingredienti per 12 cestini di pasta fillo

-ho usato una stampo da 12 mini-muffins, ma potete usare anche gli stampini in alluminio usa e getta-

– una confezione da 270g circa di pasta fillo

-1 mela

-200g di feta greca (ho usato una a base di latte di pecora)

-100g di yogurt greco

-1 cucchiaio di aneto essiccato oppure aneto fresco

-pepe

-40 ml o q.b. olio di semi

ricetta con foto preparazione cestini fillo feta mele

Come preparare i cestini di pasta fillo con feta greca e mele

In una ciotola sbriciolare la feta greca, aggiungere lo yogurt greco, l’aneto e il pepe e mescolare per omogeneizzare  ed ottenere una cremina.

Sbucciare la mela e tagliarla a fette.

Spennellare con olio gli stampini.

Sul piano da cucina  stendere un foglio di pasta fillo, spennellarlo bene con l’olio, sovrapporre un altro foglio di pasta fillo spennellandolo bene con olio e finalmente sovrapporre anche il terzo foglio di pasta fillo spennellandolo ben con olio. Ritagliare i fogli di fillo in quadrati da 10 cm circa e adagiarli negli stampini.

Aggiungere in ogni cestino un cucchiaio del composto al formaggio, yogurt e aneto. Adagiare una fettina di mela in ogni cestino, ripiegare i bordi dei cestini nel caso dovessero fuoriuscire.

Infornare nel forno già caldo a 180°C per 20° minuti circa, oppure affinchè diventano dorati.

Nel caso in cui dovessero scurire troppo in superficie copriteli con un foglio d’ alluminio. L’importante è che diventino croccanti anche i fogli interni.

Servire ben caldi.

I cestini si possono conservare nel frigo per qualche giorno.

Note:

ho sbucciato la mela solo all’ ultimo momento per evitare di farla annerire,

non ho aggiunto del sale siccome il formaggio era già salato.

Più info sulla pasta fillo qui

Proprietà e usi  Aneto

aneto(in latino Anethum graveolens)

immagine foto aneto proprietà e usi in cucina

Proprietà aneto: Le sue proprietà hanno blandi effetti benefici per lo stomaco: digestive, aperitive, carminative (favorisce la fuoriuscita dei gas intestinali), antispasmodiche (attenua gli spasmi muscolari, e rilassa anche il sistema nervoso), diuretiche e anti-infiammatorie, calmanti e preparatorie per il sonno.

L’aneto in cucina

L’Aneto è coltivato come pianta da condimento. Le foglie e i semi sono molto aromatici, ricorda il finocchio per il suo odore e proprietà. Si usa moltonell’Est Europeo, Germania, Francia, Scandinavia, ma anche in India, e in numerosi altri paesi del mondo prevalentemente in piatti a base di pesce.
Inoltre le foglie, fresche o secche, sono impiegate per aromatizzare differenti preparazioni culinarie, generalmente le insalate, i pesci, le carni e le salse; mentre i semi servono per profumare i liquori e le confetture. Dai semi si ricava anche un olio.

-info da wikipedia

autuno

Le avventure della piccola matrioska in cucina (divertirsi giocando con la frutta)

l’incontro con la mela gialla con la bocca cucita

Matrioska incontra La Mela Gialla uscita dal film “Coraline e la porta magica”. Matrioska, non spaventarti, ha la bocca cucita e non può mangiarti! E tra poco finirà nei cestini di fillo!:)

mela divertente

like & share:

Quiche di patate e funghi con pasta fillo

Quiche di patate e funghi con pasta fillo

 

Questa ricetta con la pasta fillo mi è stata mandata da Cristina via email per il mio contest con la pasta fillo. Per ringraziarla ho pensato di pubblicare la ricetta in un post tutto suo. Il contest raccolta ricette con la pasta fillo scade il 18 maggio a mezzanotte… vi aspetto! Le altre ricette partecipanti al contest con la pasta fillo sono quà.

 

quiche di patate con funghi porcini con pasta fillo

quiche di patate con funghi porcini @Cristina

Quiche di patate e funghi porcini con pasta fillo

ricetta mandata da Cristina via email

Ingredienti

2 fogli di pasta fillo

500 gr di patate

250 gr di funghi porcini

1 bicchiere di latte

250 ml di panna da cucina

3 uova

100 gr di formaggio grattugiato

provola affumicata

sale

pepe.

 

Preparazione

Far bollire le patate, sbucciarle e tagliarle a pezzi. Grigliare i funghi porcini.

Adagiare un foglio dipasta fillo in uno stampo su carta da forno lasciando i bordi alti.

In una terrina sbattere le uova e aggiungere il latte, la panna, la provola a cubetti, il formaggio grattugiato, sale e pepe.

Versate nella pasta fillo le uova e i funghi e il composto di uova.

Ricoprire con un altro foglio di pasta fillo ripiegando bene i bordi.

Spennellare la superficie con il tuorlo d’uovo e infornare a 180 gradi per circa 30 minuti.

Questo piatto è buono anche tiepido.

Se si aggiunge una ricca insalata mista diventa piatto unico.

 

Con questa ricetta Cristina partecipa al contest “Raccolta ricette con la pasta fillo”

raccolta ricette con la pasta fillo

 

like & share:

Involtini di asparagi con pasta fillo

Involtini di asparagi con pasta fillo

 

Questa ricetta con la pasta fillo mi è stata mandata da Giorgio via email per il mio contest con la pasta fillo. Per ringraziarlo ho pensato di pubblicare la ricetta in un post tutto suo. A presto anche le ricette di Cristina(mandate sempre via email). Il contest raccolta ricette con la pasta fillo scade il 18 maggio a mezzanotte… vi aspetto! Le altre ricette partecipanti al contest con la pasta fillo sono quà.

Intanto vi auguro una buona settimana!

ricetta involtini-asparagi

involtini-asparagi @giorgio

Involtini di asparagi con pasta fillo

la ricetta di Giorgio mandata via email

Ingredienti:

Pasta fillo: 2 fogli

asparagi: 16

olio

parmigiano
Preparazione

Lavare gli asparagi e cuocerli al vapore lasciandoli al dente.

Tagliare la pasta fillo in 16 rettangoli e pennellarli con olio poi cospargerli con formaggio grattugiato.

In ogni rettangolino mettere un asparago e poi arrotolare attorno la pastafillo in modo da formare degli involtini.

Mettere questi rotolini in una teglia coperta con la carta da forno e cuocerli in forno caldo a 180°C per circa 5 minuti.

Questa ricetta partecipa al contest “raccolta ricette con la pasta fillo”

raccolta ricette con la pasta fillo.

 

 

like & share:

Sale aromatizzato all’anice stellato

Sale aromatizzato all’anice stellato

foto sale aromatizzato all'anice stellato e pepe rosa e pepeoncino

Tanti auguri di Buone Feste..lo so,arrivo in ritardo ( come al mio solito, una cosa da correggere nel 2011 e la lista dei buoni propositi e lunga:)) per augurarvi un Buon Natale. Sbirciando nei vostri blog ho scoperto che anche voi siete sotto pressione e l’espressione ricorrente è “non ho tempo”. Allora io ci auguro un 2011 migliore, sereno e con più tempo per dedicare a quello che ci piace.

Il mese di dicembre per me è sempre incasinatissimo ma anche il periodo di ritrovi…e alla fine per me è più importante godere della famiglia, degli amici-o forse sarà solo il mio caso che abbiamo poche occasioni di vederci- che sfornare dei piatti meravigliosi che stupiscono tutti ma non lasciando il tempo di godersi la compagnia.

E per non rubarvi troppo tempo:) passo a questa idea di pensierino natalizio fai-da-te(ovvio che io sono in ritardo pure con i regali di Natale)…vi propongo un meraviglioso sale aromatizzato facilissimo e velocissimo da fare, un regalino goloso da fare non solo a Natale (c’è la Befana in arrivo e anche San Valentino). Questo sale aromatizzato all’anice è ideale sulle bistecche, pollo arrosto e pesce, ma lo vedo bene anche con le patate.

La ricetta l’ho trovata nella rivista “Cucina moderna” e mi è subito piaciuta, il risultato è ottimo, naturale e molto bello anche esteticamente.

sale aromatizzato all'anice stellato e pepe rosa

 

Sale aromatizzato all’ anice stellato, pepe rosa e peperoncino

Tempo di preparazione: 15 minuti

Ingredienti per 250g

250g sale tipo maldon, fleur de sel, riserva Trapani (io ho usato sale grosso riserva Trapani)

6 peperoncini secchi interi

2 cucchiaini di pepe rosa

5 bacche di anice stellato

Come preparare il sale aromatizzato all’anice stellato

Per la preparazione vi consiglio di usare dei guanti, io non l’ho fatto e mi sono ritrovata con le mani leggermente in fiamme:).

Prima iniziate col sterilizzare del vaso: lavate il barattolo(vaso da conserva a chiusura ermetica), sciacquatelo e mettetelo nel forno preriscaldato a 140°C fino a quando sarà completamente asciugato.

Mettete il sale e i peperoncini nel frullatore e frullate giusto un momento. Mettete il sale col peperoncino così ottenuto in una ciotola e aggiungete il pepe rosa e l’anice stellato e mescolate bene per omogeneizzare (non frullate anche l’anice assieme al sale, il suo profumo diventerà troppo forte coprendo completamente il resto).

Trasferite il sale aromatizzato così ottenuto nel vaso (completamente asciutto e raffreddato), lasciando in superficie l’anice.

Conservazione: il sale viene conservato in un luogo fresco e asciutto ed è da consumare entro

1 anno.

Ideale sulle bistecche, pollo arrosto e pesce.

(nella foto il sale nel vasetto è più scuro perchè inizialmente ho provato col sale grigio dell’Atlantico. Scusate per le foto sfocate ma oltre la fretta , il cielo coperto e il fatto che mi stavo congelando, sul balcone (dove scatto le foto alla ricerca di una luce decente) c’era un vento pazzesco che buttava giù il “set fotografico” proprio mentre stavo per scattare (granelli di sale e pepe rosa che stavano volando allegramente…magari atterrando nei piatti dei vicini:)).

Tanti auguri di Buone Feste!

like & share: