Category Archives: light

Torta alle carote e mandorle ricetta senza glutine – Venetian carrot cake

Torta alle carote e mandorle ricetta senza glutine – Venetian carrot cake
Torta alle carote e mandorle ricetta senza glutine – Venetian carrot cake

immagine torta carote mandorle senza glutine -Venetian Carrot CakeNon so tu, ma io quando ero piccola ero davvero una gran rottura portando alla disperazione le nonne ….siccome mangiavo poco, bisognava che oltre a cucinare le nonne dovevano improvvisare delle storie, da quelle più allegre e creative con la forchetta che diventava un aereo o navicella spaziale (a seconda di nonna) da atterrare nella mia bocca a quelle minacciose con i bambini che non hanno cosa mangiare. Fortunatamente  i cartoni animati semplificavano un po’ il compito, con Popeye il marinaio che mangiava spinaci ed il coniglio Bugs Bunny che rosicchiava con gusto una carota. Continua la lettura

like & share:

Crostata alle mele con guscio al formaggio gruyère

Crostata alle mele con guscio al formaggio gruyère
Crostata alle mele con guscio al formaggio gruyère

immagine Crostata alle mele con guscio al formaggio groviera
fetta crostata alle mele e formaggio grovieraAll’apparenza sembra quasi la classica crostata alle mele, in versione rustica e , diciamolo, con il guscio un tantino troppo  abbronzato (c’è un perchè). Anche se non si vede, dentro c’è  anche del formaggio gruyère. Continua la lettura

like & share:

Crepes al grano saraceno con formaggio

Crepes al grano saraceno con formaggio
Crepes al grano saraceno con formaggio

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Ci sono quelli che amano le crepes e quelli che mentono dicendo di non amarle. Dico bene?:) Le crepes le mangiavo sempre come dessert,  poi in Francia ho scoperto le crepes salate preparate con grano saraceno ed è stato il colpo di fulmine.Perchè? Perchè sono gustose, light e versatili – come ripieno si può usare di tutto. E pure semplici e veloci da preparare. Continua la lettura

like & share:

Crumble di albicocche senza glutine – Crumble cu caise desert rapid

Crumble di albicocche senza glutine – Crumble cu caise desert rapid
Crumble di albicocche senza glutine – Crumble cu caise desert rapid

Crumble alle albicocche senza glutine, con farina di riso e lavanda.Il dessert crumble è un dolce tipico inglese a base di frutta (tanta frutta) e ricoperto con un involucro d’ impasto sbriciolato. Semplice e veloce da fare, è un dolce rustico, senza fronzoli che definirei quasi anarchico per l’aspetto sbriciolato e le molteplici possibilità di giocare con gli ingredienti variando il tipo di frutta e le dosi.
Il crumble si può servire tiepido o freddo, a colazione o merenda. Semplice oppure accompagnato da una pallina di gelato oppure panna montata (per i golosoni).

Il crumble di albicocche con farina di riso è senza glutine, quindi adatto anche ai celiachi oltre a quelli come me che vogliono diminuire l’uso della farina bianca.

Il profumo di lavanda si sposa benissimo con le albicocche…si sente pochissimo, ma a me fa sognare i campi di lavanda della Provenza, un giorno ci andrò, promesso!:) Intanto ho letto un libro spassoso “Un anno in Provenza” –di Peter Mayle-, le (dis)avventure di un inglese (anzi, londinese:)) trasferito con moglie e cani nella campagna provenzale, un diario scritto con umore e amore. ..da leggere con un crumble alla lavanda accanto:).

crumble cu caise

ps: Lo scorso weekend sono arrivati degli ospiti nel mio orto sul terrazzo, ovvero nuove piantine che spero prendano radici e ci si fermino per un bel po’: lavanda, peperoncini, fiori di ghiaccio, timo. E a proposito di ospiti,  un merlo viene a trovarmi tutte le mattine, ha il suo posticino preferito vicino ai gigli. Ho pensato di chiamarlo Cip…e secondo me questo crumble sbriciolato potrebbe essere il suo dolce preferito. Tu cosa ne dici?:)

preparazione crumble alle albicocche
Crumble di albicocche e lavanda, con farina di riso

Ingredienti per 4 porzioni

Per la copertura crumble:

50g farina di riso

40g di burro tagliato a tocchetti

2 cucchiai zucchero di canna grezzo

per il ripieno

250g circa di albicocche mature

1 fiore fresco di lavanda

per decorare: un cucchiaio di mandorle tagliate a lamelle o a metà

burro per imburrare gli stampi

4 mini pirofile mono porzione, in ceramica o vetro e termoresistenti

Come preparare il crumble di albicocche:

Preriscaldare il forno a 180°C.

Imburrare leggermente delle pirofili termoresistenti.

Tagliare le albicocche in 4 fette e distribuirle sul fondo delle pirofile.

Preparare il crumble: mescolare la farina di riso setacciata con lo zucchero ed il fiore di lavanda sbriciolato,  aggiungere il burro tagliato a tocchetti , impastare velocemente con la punta della dita per ottenere un impasto con le briciole. Usare il composto per ricoprire le albicocche.

Infornare a 180°C per 35 minuti affinchè la superficie diventa leggermente dorata.

Aggiungere le mandorle a lamelle solo a metà cottura, diversamente rischiate di farle scurire troppo (io le ho messe solo 5 minuti prima di togliere il crumble dal forno).

fiori sul balcone

Crumble cu caise – un desert rapid cu caise

Crumble – un desert cu multe fructe acoperite de un strat usor crocant de aluat sfaramicios. Un desert englezesc sfaramicios(crumble) si delicios, fara fite si complicatii, se face in 10 minute cu fructele de sezon. De mancat caldut sau rece, la micul dejun sau ca desert, simplu sau servit cu iaurt dens sau inghetata.

L-am preparat in versiunea fara gluten, folosind faina de orez, asa ca e potrivit nu numai pentru intolerantii la gluten  dar si pentru cei care vor sa reduca folosirea fainii albe. Insa daca vrei o poti inlocui cu faina alba normala.

Caisele se imbina minunat cu aroma de lavanda, asa ca am adaugat si o floare de lavanda, se simte foarte putin(poti adauga mai multe flori sau omite, dupa gust) insa pe mine m-a facut sa ma imaginez plimband-ma printre lanurile de lavanda din Provence. Pana o sa ajung eu pe acolo am adus Provence la mine pe balcon …am plantat-o, tine-mi pumnii sa-i mearga bine:9.  Si lecturile sunt in ton,  tocmai am terminat de citit o carte savuroasa “Un an in Provence” –de Peter Mayle-, un jurnal scris cu umor  narand aventurile unui englez stabilit cu sotie si caini in Provence….de citit preferabil cu un crumble cu caise si lavanda alaturi:).

Ps. Weekendul trecut am primit noi oaspeti pe balcon sub forma unor plante : ardei iute, lavanda, cimbrisor, flori de gheata si florile alea galbenele (care nu stiu cum se cheama, sa nu mai spui la nimeni)…sper sa prinda radacini si sa ramana. Si de ceva vreme am un altfel de oaspete, deja a devenit de-al casei, un mierloi ce vine  mereu in vizita. L-am botezat Cip si  cred ca desertul asta sfaramicios i-ar fi tare pe plac: ). Tu ce spui?
crumble cu caise si migdale

Crumble cu caise si lavanda, desert gluten free

Ingrediente pentru 4 portii

(am folosit 4 vase micute din ceramica – sticla)

Pentru stratul sfaramicios –crumble-

50 g faina de orez sau faina alba

40 g unt, taiat in bucatele

2 linguri de zahar ( eu am pus zahar brun)

pentru umplutura:

250g circa de caise, merg si mai multe

1 floare proaspata de lavanda

pentru a decora: o lingura de migdale taiate in felii

putin unt pentru a unge formele

se folosesc vase din ceramica sau sticla, rezistente la cuptor

Cum se prepara:

Incalzim cuptorul la 180°C.

Taiem caisele in 4 felii si le asezam in formele unse prealabil cu putin unt.

Amestecam faina cu zaharul si floarea de lavanda rupta in bucatele. Adaugam untul si framantam rapid cu varful degetelor pana obtinem un aluat sfaramicios cu cocoloase, nu trebuie sa il compactam. Punem compozitia astfel obtinuta peste caise, acoperindu-le in maniera cat mai uniforma.

Dam la cuptor pentru 35- 40 de minute pana cand suprafata devine usor aurie. Migdalele le adaugam la jumatatea perioadei de coacere, altfel tind sa se arda prea mult.

Cand e gata scoatem din cuptor. Se mananca caldut sau rece, dupa gust.

merlo sul balcone

Pe curand!

like & share:

Torta alle arance e mandorle senza grassi-Prajitura cu portocale si migdale

Torta alle arance e mandorle senza grassi-Prajitura cu portocale si migdale
Torta alle arance e mandorle senza grassi-Prajitura cu portocale si migdale

immagine torta arance mandorle senza glutine e senza grassi

Aiutooo!:) In questo periodo vedo e sento aranci(a)one, complice il mio fruttivendolo siciliano sono entrata nel tunnel profumatissimo delle pietanze alle arance, voilà una torta profumatissima alle arance e mandorle.  Una torta così, senza nessun tipo di grasso (senza burro e senza olio), non l’avevo mai provata e sono rimasta incantata dal risultato:  una consistenza umidiccia ed un inebriante profumo di arance, siccome le arance vengono aggiunte intere nell’ impasto assieme alla buccia. Continua la lettura

like & share:

Risotto taleggio, pere e nocciole – Orez Risotto cu branza si pere

Risotto taleggio, pere e nocciole – Orez Risotto cu branza si pere
Risotto taleggio, pere e nocciole – Orez Risotto cu branza si pere

immagine risotto pere taleggio nocciole

I formaggio + pere nei piatti salati, secondo me il gusto deciso del formaggio va a nozze col tocco fruttato della pera, quindi ti invito ad un fumante piatto di risotto, cremoso e saporito. Neanche a dirlo, la ricetta è veloce e facile da preparare.

Continua la lettura

like & share:

Cheesecake al limone e ricotta fiadone corso – Prajitura cheesecake cu lamaie si ricotta

Cheesecake al limone e ricotta fiadone corso – Prajitura cheesecake cu lamaie si ricotta
Cheesecake al limone e ricotta fiadone corso – Prajitura cheesecake cu lamaie si ricotta

immagine cheesecake al limone e ricotta dolce tipico Corsica

Che ci vai per camminare nelle sue montagne selvagge dalle forme strane, per rilassarti sulle spiagge da cartolina oppure per curiosare nelle pittoresche cittadine, in Corsica troverai ovunque dei paessaggi mozzafiato e il fiadone, il dolce tradizionale corso, una torta al limone e ricotta simile al cheesecake al forno. Il nome “fiadone” potrebbe trarre in inganno: anche se i sapori sono nostrani, col fiadone italiano ha in comune solo il nome. Per me il fiadone corso rispecchia l’anima della Corsica: semplice, genuino e buonissimo. La ricetta originale del fiadone prevede l’uso del brocciu – un formaggio fresco simile alla ricotta, a base di latte di capra e/o pecora e limone. L’ ho sostituito con della ricotta freschissima …e se abiti in Piemonte potresti provarla con la sorella del brocciu, la Seirass, una ricotta piemontese a base di latte di capra e/o pecora. Il fiadone è un dolce leggero, molto facile e veloce da fare. Perfetto da servire così semplice, senza aggiunte…ma con una salsina ai frutti di bosco ci sta benissimo.

foto prajitura cheesecake cu lamaie si ricotta

P.S.: da oggi scriverò nelle ricette anche il peso delle uova…fino a non molto tempo fa ho sempre rifiutato di farlo, mi sembrava un po’ troppo esagerato scrivere il peso delle uova per le preparzioni casalinghe. Solo che, paragonando il peso delle uova comprate al supermercato e di quelle prese dai contadini al mercato, mi sono convinta che la differenza è troppo grande per continuare ad ignorarla: un uovo preso al supermercato ha sui 50g, quindi per questo dolce ci vorrebbero 5 uova…invece quelle che compro dai contadini (sono quelle che uso solitamente) pesano quasi 65g…quindi bastano solo 4 uova. Tu cosa ne pensi, pesi le uova oppure ti sembra superfluo?

 

E adesso andiamo in Corsica col fiadone! Vieni?

immagine fiadone Corsica - torta con ricotta e limone tipica corsa

Ricetta fiadone corso -cheesecake al limone e ricotta

Ingredienti

Per uno stampo da 26 cm, preferibilmente a cerniera

500g ricotta freschissima

250 g di uova ( 4-5 uova in base alla grandezza-vedi nota)

250g zucchero

1 cucchiaino di grappa

1 cucchiaino di limoncello (facoltativo, una mia aggiunta per avere un sapore più forte di limone)

un grosso limone non trattato

1 pizzico di sale

burro per imburrare lo stampo

Come si prepara il fiadone corso

Imburrare bene uno stampo da 26 cm, preferibilmente a cerniera. Preriscaldare il forno a 180°C.

Lavare bene il limone con spugna e bicarbonato, asciugarlo e grattare la scorza senza entrare nella parte bianca.

Mettere la ricotta in una ciotola capiente e lavorarla con un cucchiaio di legno affinchè diventi cremosa. Aggiungere anche la scorza grattugiata del limone, la grappa e il limoncello.

Separare i tuorli dagli albumi. Col mixer montare gli albumi a neve ben ferma, assieme ad un pizzico di sale e metà dello zucchero. Separatamente montare i tuorli con l’altra metà dello zucchero, affinchè diventano chiari e spumosi. Aggiungere i tuorli montati alla ricotta, mescolando un po’ col mixer a velocità media. Incorporare al composto anche gli albumi montati, aiutandosi con una spatola (o cucchiaio) , mescolando delicatamente dal basso verso l’alto per non smontare il composto. Versare il composto nello stampo imburrato. Infornare a 180°C per 35-40 minuti circa, affinchè la superficie diventa ben dorata ed i bordi si staccano un po’. La torta si gonfia un po’ in cottura e poi i bordi si afflosciano un po’, è normale.

Una volta pronta, toglierla dal forno. Lasciarla raffreddare completamente e poi sformarla sul piatto da portata.

Il dolce è perfetto così senza eventuali altre aggiunte, però i golosoni vorranno forse provarlo anche con una salsina di frutti di boscoJ.

Il dolce si conserva nel frigo per 2 giorni.

versiunea in limba romana

Prajitura cheesecake cu lamaie si branza ricotta (Fiadone din Corsica)

immagine cheesecake al limone fiadone Corsica

Fie ca mergi pentru  a descoperi muntii ei salbatici cu forme ciudate, pentru a te relaxa pe plaje de vis sau pentru a te plimba prin orasele pitoresti, in Corsica vei gasi peste tot peisaje superbe si prajitura fiadone , un desert traditional cu lamaie si branza ricotta, asemanator unei prajituri cheesecake la cuptor. Prajitura fiadone are un minunat parfum de lamaie, e simplu si foarte usor de facut. Prajitura e ideala asa simpla, fara adaosuri, dar merge de minune si acompaniata de un sos de fructe rosii(fructe de padure, capsuni sau cirese).

Reteta traditionala a prajiturii fiadone prevede brocciu- o branza proaspata si cremoasa din lapte de capra sau/si oaie.Branza brocciu este foarte asemanatoare branzei ricotta, o poti inlocui cu succes asa cum am facut eu.

Asa cum observi, incepand de astazi o sa indic si gramajul oualelor. Daca pana acum ceva vreme mi se parea putin exagerat sa scriu in reteta gramajul pentru oua(desi le-am cantarit mereu), am constatat ca felul in care rezulta prajitura e afectat de diferenta mare intre cele cumparate la supermarket si cele pe care le iau de la tarani: un ou de la supermarket cantareste cam 50g, unul de la tarani ajunge la 65 sau chiar mai mult. Daca ti pare nesemnificativ, te invit sa faci un calcul pentru reteta de azi: cu ouale de 50g de la supermarket ar trebui sa fiolosesc 5, in schimb cu cele de la tarani doar 4. Acum nu e chiar tragedie dar diferenta se simte la gust si consistenta. Eu sper sa-ti fie utila indicarea gramjului de la oua, nu uita sa-mi spui ce parere ai.

Si acum hai in Corsica…cu reteta prajiturii fiadone!

 Reteta prajitura cheesecake cu lamaie si branza ricotta

Ingrediente:

-pentru o forma rotunda de 26 cm, preferabil cu peretii detasabili-

500g branza ricotta, bine stoarsa de zer

250 g zahar

250g de oua( 4 sau 5 oua, in functie de marime)

o lamaie mare, preferabil netratata

1 varf de sare

1 lingura de tuica(da, e prevazuta in reteta originala si merge de minune)

1 lingura de lichior limoncello de lamaie(facultativ, eu am adaugat-o pentru a accentua gustul de lamaie)

unt pentru uns forma

Cum se prepara prajitura fiadone- cheesecake cu lamaie si ricotta

Spalam bine lamaia cu un burete si bicarbonat, o clatim si o uscam. Radem coaja fara a intra in partea alba ce da un gust amarui.

Punem branza ricotta intr-un castron incapator, o frecam cu o lingura pana devine cremoasa. Adaugam si coaja de lamaie rasa, tuica si limoncello, amestecam.

Separam albusurile de galbenusuri. Cu mixerul batem  albusurile cu un varf de sare si jumatatea din cantitatea de zahar, spuma de albusurile trebuie sa fie tare bat. Separat batem cu mixerul galbenusurile cu cealalta jumatate de zahar, pana obtinem o spuma deschisa la culoare. Adaugam spuma de galbenusuri la branza ricotta, amestecam putin cu mixerul pentru omogenizare. Adaugam si albusurile batute, amestecand cu o lingura de lemn, cu delicatete de jos in sus pentru a nu dezumfla compozitia.

Turnam compozitia in forma unsa cu unt. O dam la cuptorul deja cald la 180°C pentru aproximativ 40 de minute sau pana cand suprafata devine de un auriu inchins-spre bronzat, iar bordurile se desprind putin de marginile formei. In timpul coacerii prajitura se umfla putin, apoi bordurile se lasa(ca in foto), este normal.

Cand e gata o scoatem din cuptor, o lasam sa se raceasca si o scoatem din forma.

Prajitura cheesecake se pastreaza la frigider pentru 2 zile.

like & share:

Cheesecake alle mele ricetta tedesca – Cheesecake cu mere reteta germana

Cheesecake alle mele ricetta tedesca – Cheesecake cu mere reteta germana
Cheesecake alle mele ricetta tedesca – Cheesecake cu mere reteta germana

imagini cheesecake alle mele ricetta tedesca

Una cheesecake alle mele = goduria coccolosa: le noci e le mele in bella vista fanno venire l’acquolina e nascondo un ripieno cremoso al formaggio, il tutto avvolto dal fragrante impasto biscotto e dal profumo di cannella, vaniglia e limone. Una ricetta deliziosa, semplice e piuttosto leggera.

“Yupppie! Ho finalmente trovato il quark! “Saltellavo entusiasta con la borsa della spesa in mano.

Continua la lettura

like & share:

Gelo di mellone cioccolato e gelsomino profumi siciliani

Gelo di mellone cioccolato e gelsomino profumi siciliani

immagine gelo di mellone anguria gelsomino cioccolato

Un dolce al cucchiaio di un rosso fiammante (tutto naturale), rinfrescante, vellutato e profumato d’Oriente, ricoperto da golose scaglie di cioccolato …ecco il gelo di mellone(in Siclia il mellone con 2 L  è l’anguria o il cocomero), un tradizionale dessert siciliano, tipico di Palermo dove assumeva, in qualche modo, un carattere religioso  venendo consumato a luglio nei festeggiamenti  in onore di Santa Rosalia, patrona di Palermo. D’estate viene proposto nelle pasticcerie di tutta la Sicilia ed è considerato un dolce tipico di Ferragosto per la sue qualità rinfrescanti.

Il gelo di mellone la prima volta l’ho assaggiato proprio a Palermo….si sa 🙂 la Sicilia è famosa per il suo patrimonio gastronomico,  ma a  livello di dolci la più bella sopresa-scoperta per me  è stato proprio questo dessert semplice e gustoso, l’avevo già visto in rete ma non mi ero mai decisa a prepararlo….adesso invece dovrei smettere di farlo (avviso:da dipendenza).

immagine gelo mellone versione allegra con carretto siciliano

Ecco come l’ho scoperto e la ricetta del gelo di mellone.

Continua la lettura

like & share:

Gelato light ai frutti di bosco e yogurt senza gelatiera

Gelato light ai frutti di bosco e yogurt senza gelatiera

immagine gelato ai frutti di bosco e yogurt banane senza gelatiera

“Frutti di bosco profumati e gustosi! Frutti di bosco abbiamo! Chi ne vuole un po’ ?!Signorina guardi qui come sono freschi freschi questi lamponi” …ti assalivano gridando a squarcia gola i venditori ambulanti non appena scendevi dal treno nel cuore della cittadina di montagna…i loro richiami si mescolavano con i rumori della  vecchia locomotiva “puf puf” che sembrava tirare sospiri di sollievo dopo essersi arrampicata sulla tortuosa via ferrata della montagna, con quelli  delle persone che volevano offrirti una stanza per dormire…ma erano proprio loro che aspettavo tutto l’anno, mentre sognavo la vacanza estiva in montagna: i venditori ambulanti con dei cestini in rafia ripieni di coni di giornali straboccanti di frutti di bosco, le mani scure e le unghie macchiate dalla polpa dei frutti…e poi nei giorni seguenti sarei andata anche io in montagna e forse se avrei imboccato il sentiero giusto mi sarei trovata davanti un bel cespuglio di lamponi o more…magari pure in compagnia di un orso bruno buon gustaio, come capitò una volta…ma questa è già un’altra storia:).

La ricetta del gelato ai frutto di bosco yogurt e banane è semplice semplice, senza gelatiera e senza uova, al posto della panna c’è lo yogurt greco … per questo è meno grassa e non ha la tipica cremosità del gelato ma una via di mezzo tra ghiacciolo e gelato…è tanto leggera e veloce da fare. L’aggiunta del miele impedisce che si formino cristalli di ghiaccio ma il vero trucco sono le banane usate a mò di grasso vegetale per ottenere una consistenza cremosa senza aggiungere altri grassi. In più io ho aggiunto tanta menta e cedrina (erba limoncina che ha il sapore di limone) che conferiscono un gusto decisamente profumato di bosco.

A me è piaciuta per il gusto profumato e fresco, per essere light e non per ultimo perchè è molto facile e veloce da fare senza gelatiera…e per la sensazione di tuffo nel fresco del bosco:).

P.S.: siccome ho preso spunto dalla rivista Good Food posso dirvi che una porzione di questo gelato ha solo 118 calorie:).

Ricetta gelato ai frutti di bosco con yogurt e banane

Continua la lettura

like & share: