Category Archives: gelati e semifreddi

Semifreddo al limone e menta – cremoso facile veloce

Semifreddo al limone e menta – cremoso facile veloce
Semifreddo al limone e menta – cremoso facile veloce

semifreddo al limone e menta
Quando la vita ti offre dei limoni…sorridi e  fanne un gelato a limone!:)

“When life gives you lemons…make a lemonade”. Gli inglesi hanno questo detto che è diventato quasi un motto di vita per me, prendere le cose acide, spiacevoli e invece di piangersi addosso (vabbè, solo un pochino :)) provare ad aggirarle e girarle a mio favore, non ci riesco sempre però provando divento un pochino più forte e se non felice – felice, almeno felice- contenta di aver  provato.

Quindi ben vengano i limoni, soprattutto quelli profumatissimi. Nella vita ho poche certezze, ma una di queste è che i limoni migliori del mondo (della galassia addirittura) sono quelli arrivati direttamente dall’orto della nonna cilentana (non mia ma del marito).  Profumatissimi, giganteschi e al 100% naturali, direttamente dalla Costiera Cilentana. Ogni anno aspetto con ansia il ritorno dei suoceri dalle vacanze al Sud: il dono più bello sono i limoni e l’olio d’oliva della nonna. E anche  la mozzarella di Paestum ed i dolcetti alle mandorle. Eh eh eh…con tutte le delizie del Sud l’elenco potrebbe non finire mai, quindi  ti propongo ti tornare ai limoni e farne un semifreddo al limone, cosa ne dici?

Oltre che buonissimo e profumatissmo, il, semifreddo al limone è cremoso, rinfrescante, facile e veloce da fare (15 minuti). Senza accendere forni e fornelli.

Il semifreddo al limone è sublime anche da solo, ma se vuoi un tocco fruttato in più puoi accompagnarlo con una salsa di lamponi…oppure, per i cioccolato dipendenti, con una salsa al cioccolato.

P.S.1: Il gusto del liquore nel semifreddo si sente piacevolmente, ho fatto assaggiare il dolce ad una cara amica che non sopporta proprio i dolci con alcol (tipo babà, ecc.) e l’ha trovato buonissimo.

P.S.2: la ricetta è quella collaudata di Suor Germana, l’avevo già fatta tempo fa.
semifreddo al limoneinghetata cu lamaie si rom

 Semifreddo al limone

Tempo di preparazione: 15 minuti più 2 ore tempo di riposo nel freezer

Ingredienti per 4- 5 persone:

3 tuorli

3 cucchiai di zucchero

300g di panna fresca

1 bicchierino di rum, barandy o altro liquore

1 grosso limone di 250g circa(oppure 2 limoni se sono piccoli), fresco e  non trattato

5-6  foglioline di menta

per la salsa ai lamponi:

200g lamponi; 1 cucchiaio zucchero a velo e 2 cucchiai succo di limone; in quantità variabile in base ai gusti.

Abbiamo bisogno di 5 stampini in alluminio (usa e getta) o uno stampo da plumcake

Come si prepara il semifreddo al limone:

Grattugiate il limone facendo attenzione a non entrare nella parte bianca del limone.

Col mixer sbattete bene i tuorli con lo zucchero affinché il composto diventa gonfio, chiaro e liscio, unite il liquore e la buccia del limone. Montate la panna e aggiungeteci le foglioline di menta finemente tritate, aggiungendo il tutto ai tuorli. Mescolate delicatamente con una spatula o cucchiaio di legno.

Versate il composto in 5 stampini di alluminio tipo quelli utilizzati per la crème caramel e mettete nel freezer per almeno 2 ore. Volendo potete uttilizare un unico stampo rettangolare.

Prima di servire capovolgete il dolce su dei piattini e decorateli con delle fette di limone e foglioline di menta.

Frullare i lamponi assieme al succo di limone e al zucchero a velo. Io ho filtrato la salsa per eliminare i semini dei lamponi, ce ne sono davvero tanti!
A presto!

p.s. la ricetta del semifreddo in romeno la trovi qui / reteta inghetatei cu lamaie o gasesti pe noul meu blog Gradina Ancutei :

 

 

like & share:

Gelato light ai frutti di bosco e yogurt senza gelatiera

Gelato light ai frutti di bosco e yogurt senza gelatiera

immagine gelato ai frutti di bosco e yogurt banane senza gelatiera

“Frutti di bosco profumati e gustosi! Frutti di bosco abbiamo! Chi ne vuole un po’ ?!Signorina guardi qui come sono freschi freschi questi lamponi” …ti assalivano gridando a squarcia gola i venditori ambulanti non appena scendevi dal treno nel cuore della cittadina di montagna…i loro richiami si mescolavano con i rumori della  vecchia locomotiva “puf puf” che sembrava tirare sospiri di sollievo dopo essersi arrampicata sulla tortuosa via ferrata della montagna, con quelli  delle persone che volevano offrirti una stanza per dormire…ma erano proprio loro che aspettavo tutto l’anno, mentre sognavo la vacanza estiva in montagna: i venditori ambulanti con dei cestini in rafia ripieni di coni di giornali straboccanti di frutti di bosco, le mani scure e le unghie macchiate dalla polpa dei frutti…e poi nei giorni seguenti sarei andata anche io in montagna e forse se avrei imboccato il sentiero giusto mi sarei trovata davanti un bel cespuglio di lamponi o more…magari pure in compagnia di un orso bruno buon gustaio, come capitò una volta…ma questa è già un’altra storia:).

La ricetta del gelato ai frutto di bosco yogurt e banane è semplice semplice, senza gelatiera e senza uova, al posto della panna c’è lo yogurt greco … per questo è meno grassa e non ha la tipica cremosità del gelato ma una via di mezzo tra ghiacciolo e gelato…è tanto leggera e veloce da fare. L’aggiunta del miele impedisce che si formino cristalli di ghiaccio ma il vero trucco sono le banane usate a mò di grasso vegetale per ottenere una consistenza cremosa senza aggiungere altri grassi. In più io ho aggiunto tanta menta e cedrina (erba limoncina che ha il sapore di limone) che conferiscono un gusto decisamente profumato di bosco.

A me è piaciuta per il gusto profumato e fresco, per essere light e non per ultimo perchè è molto facile e veloce da fare senza gelatiera…e per la sensazione di tuffo nel fresco del bosco:).

P.S.: siccome ho preso spunto dalla rivista Good Food posso dirvi che una porzione di questo gelato ha solo 118 calorie:).

Ricetta gelato ai frutti di bosco con yogurt e banane

Continua la lettura

like & share:

Sorbetto alla pesca, limone e mentuccia

Sorbetto alla pesca, limone e mentuccia

 

foto immagine sorbetto alla pesca e limone mnetuccia

Un sorbetto di pesca al limone e mentuccia (menta) come una fresca brezza per le giornate dal caldo tropicale che compensa momentaneamente il tragico fatto che non ci sto pure io nel freezer:).

Il sorbetto di pesca al limone è molto rinfrescante, cremoso e molto leggero vista l’assenza delle uova (solo un albume) e del latte, ottimo anche come fine pasto. La mentuccia (dal gusto molto simile alla menta) aggiunge un toco di freschezza. Facillissimo e velocissimo da fare(non ci vuole il forno…ma va?:) , la parte più difficile consiste nel far raffeddare lo sciroppo… almeno con i costanti 28°C in casa mia, spero che da voi vada meglio. Comunque non lamentiamoci troppo di questo gran caldo, meglio godercelo stando il più possibile all’aperto, nei parchi, piscine…o no?

P.S. io ero scomparsa perchè praticamente avevo traslocato sul lavoro:)

foto preparazione sorbetto alla pesca limone e mentucciafoto come preparare sorbetto limone pesca mentuccia

 Ricetta sorbetto alla pesca e limone mentuccia

Ingredienti per 4 persone:

400g circa di pesche (350g circa senza buccia e nocciolo)

2 limoni naturali non trattati (circa 300g in totale le mie)

200g di zucchero grezzo di canna chiaro

1 albume di un uovo bio fresco

1 bicchiere d’acqua da 250ml

2 mazzetti-una quarantina di foglie- di mentuccia o menta-dose da aumentare o diminuire o escludere o sostituire con la menta in base ai gusti

1 cucchiaio abbondante di miele dal gusto più neutro possibile (tipo mille fiori)

1 cucchiaio di liquore alle arance ( facoltativo ma l’aggiunta dell’alcool aiuta che non si formino grossi cristalli di ghiaccio)

 

 

Come preparare il sorbetto di pesche al limone e menta

Sbucciare la buccia dei limoni (con un coltellino affilato o pela patate), solo la parte gialla senza entrare nella parte bianca pena il gusto amaro.

Preparare lo sciroppo: versare il bicchiere d’acqua in un pentolino assieme allo zucchero e alle bucce di limone, portare a ebollizione e far bollire per una decina di minuti, mescolando di tanto in tanto. Se usate la menta o la mentuccia aggiungere un mazzetto (una ventina di foglie circa) dopo circa 5 minuti dall’ ebollizione (per non farle bollire troppo a lungo e far perdere l’aroma) . Lasciare in infusione (con un piattino sopra per 5 minuti circa).

Con l’aiuto di un colino filtrare lo sciroppo eliminando le bucce dei limoni e la mentuccia. Far raffreddare completamente lo sciroppo.

Lavare e sbucciare le pesche eliminando il nocciolo, tagliatele a pezzi piuttosto piccoli.

Mescolare i miele fluido al succo di limoni e frullare assieme alle pesche e l’altro mazzetto di mentuccia (una ventina di foglie) affinché otterrete un composto omogeneo. Aggiungere il frullato allo sciroppo di zucchero ormai completamente raffreddato e mettere anche il liquore.Mescolare bene con un cucchiaio.

Aggiungere anche l’albume montato a neve ben ferma, amalgamarlo mescolando con una forchetta (ho mescolato per qualche minuto siccome l’albume non si amalgama facilmente vista la quantità d’aria contenuta).

Versare il composto cosi’ ottenuto nelle vaschette per il ghiaccio (io ho usato le buste per il ghiaccio…quelle con i separatori per avere dei cubetti di ghiaccio) e farlo congelare nel congelatore per almeno 4 ore.

Un’oretta prima di servire il sorbetto prendere i cubetti ghiacciati e metterli uno alla volta nel frullatore , frullare affinché otterrete un sorbetto con la consistenza di una spuma. Mettere il sorbetto in una vaschetta e rimetterlo nel freezer per un’ora.

Servire.

Il sorbetto di pesche al limone si può servire cosi’ oppure  in versione quasi cocktail accompagnato da fettine di pesche fatte macerare nel moscato.

Come preparare le pesche al moscato:

Ingredienti : pesche e moscato(ho preferito usare un prodotto tipico del Piemonte ma anche uno spumante bianco tipo il brut, molto meno dolce, potrebbe andar benissimo).

Tagliare le pesche a fettine sottili e lasciare macerare per qualche ora nel moscato, tenendo il recipiente nel frigo, coperto con una pellicola di alluminio. Il moscato usato per la macerazione profumerà deliziosamente di pesche quindi potrete servirlo separatamente.

NOTE:

Questo procedimento che prevede di mettere il sorbetto  nelle vaschette per i cubetti di ghiaccio inizialmente l’ho trovato  insolito(l’ho vista su un libro con ricette di dolci piemontesi) ma il risultato è davvero ottimale, sarà per il fatto che non si forma un blocco ghiacciato?-P.S. dalle foto manca proprio quello con i cubetti di sorbetto-.

Col mio mixer 30-enne ho fatto fatica a frullare il composto ma me la sono cavata benissimo mescolando bene con una forchetta.

L’aggiuntà del miele e del liquore è importantissima per ottenere la constistenza cremosa di questo sorbetto casalingo.

Se i vostri limoni sono più grossi(i miei 300g in totale) aumentate leggermente la quantità di zucchero(non superate però i 250g). Ovviamente lo zucchero di canna si puù sostituire con quello bianco semolato.

al posto del liquore di arance potete usare brandy, cognac ecc.

La mentuccia può essere sostituita con la menta, l’ho usata due volte sia nello sciroppo di zucchero sia aggiunta fresca al frullato per ottenere quel sapore fresco e rinfrescante ma mai invasivo che solo la menta (mentuccia) sa regalare…ma io sono fan della menta quindi non è mai troppa ma anche gli altri hanno detto che va bene – e non li ho minacciati -:).

Ed ecco la mentuccia dal mio orto sul terrazzo:

 

foto mentuccia orto sul terrazzo

Proprietà mentuccia: La mentuccia ha un gusto molto simile alla menta e ha proprietà aromatizzanti, digestive, carminative, stimolanti. Per gli intenditori: questa mia nella foto è la Calamintha nepeta –nepitella- oppure la Menta poleggio (Mentha pulegium)? Aspetto la fioritura e soprattutto i vostri pareri per capire qual’è.

immagine sorbetto alla pesca e limone menta

 

Questa ricetta è un piccolo contributo per una grande ideea: quella di organizzare una raccolta di ricette per un buffet “speziale”  per far conoscere l’ Associazione Trisomia 21 Onlus, fondata nel 1979 da un gruppo di famiglie, che ha come scopo primario favorire il migliore sviluppo possibile delle persone con Sindrome di Down e una loro reale integrazione sociale.

Tutti noi siamo “speciali” ma qualcuno ha bisogno di più aiuto e attenzione…se avete voglia passate metaforicamente il ponte per tendere una mano e scoprire un mondo. E chi poteva ospitare una raccolta cosi’ speziale se non Libera, se volete darci un’occhiata o partecipare alla  raccolta delle ricette è qui.

Buon fine settimana!

La matrioska vola con una pesca…e voglio andare anch’io…

Matrioska vola con una pesca

 

like & share:

Gelato alle ciliegie con pezzetti di cioccolato

Gelato alle ciliegie con pezzetti di cioccolato

Dopo un maggio con temperature estive finalmente arriva il ponte del 2 giugno e ovviamente che si mette a piovere a dirotto, la legge di Murphy è sempre valida ehehe…fortunatamente non avevo pianificato nessuna vacanza ma una gita fuori porta l’avrei fatta volontieri. E voi andate da qualche parte? se si’ vi auguro buon tempo e un bel viaggio!

Il caldo degli scorsi giorni m’ha fatto venire una voglia irreprensibile di gelato con cui ho un rapporto d’amore incostante:).

ricetta con foto gelato alle ciliegie e cioccolato

Del gelato me ne sono innamorata solo quando, complice una borsa di studio, sono venuta in Italia che poi sarebbe diventata la mia nuova patria….Comunque la mia borsa di studio era magrissima quindi per integrarla ho lavorato saltuariamente in una gelateria…davvero poco siccome i corsi universitari m’impegnavano dal mattino alla sera, però abbastanza da scoprire il gelato italiano che posso dichiare senza dubbi il miglior gelato del mondo. Però…c’è sempre un però :), uno dei gusti che più mi piacerebbe, quello alle ciliegie o alle amarene, non l’ho mai trovato nelle gelaterie..e ne ho viste parecchie nei mie viaggi. Infatti mi stavo chiedendo se la spiegazione è che il gusto del gelato alle ciliegie non piace oppure piuttosto che gli ingredienti sono cari e le ciliegie sono più difficili da trattare rispetto agli altri tipi di frutta (insomma bisogna snocciolarle una per una). Voi cosa ne pensate?

Allora quest’anno mi sono decisa di preparare il gelato alle ciliegie da sola e pure senza gelatiera, cosi’ dopo una lunga ricerca su internet mi sono soffermata alla ricetta di Elga che ha un blog davvero molto bello…forse in tanti la conoscete già. Per non farlo uguale, ma anche per smaltire il cioccolato in casa (i mie cassetti sono ancora stracolmi di cioccolato fondente per torte progettate e mai fatte) ho aggiungo anche del cioccolato: il risultato è un goloso gelato alle ciliegie con pezzettini di cioccolato dentro. Per supplire all’assenza delle coppette, l’ho messo negli stampi di silicone, me ne sono innamorata di queste formine, che secondo me sono perfette quando bisogna servire un dolce con della salsa.

Spero che vi piaccia e se avete dei suggerimenti in merito alla preparazione del gelato senza gelatiera fatevi avanti, io ho letto vari consigli, ma ho deciso per la via più veloce e comoda.

ricetta con foto gelato alle ciliegie con pezzetti di cioccolato

 

Ingredienti gelato alle ciliegie con pezzetti di cioccolato
500 gr di ciliegie denocciolate
200 gr di zucchero
200 gr di latte intero
200 gr di panna fresca
140g di cioccolato fondente spezzettato piccolo
1 cucchiaio di succo di limone
1 cucchiao essenza di vaniglia (nella ricetta originale i semi di una bacca di vaniglia)
2 cucchiai di rum o brandy (facoltativo)

Come preparare il gelato alle ciliegie con pezzetti di cioccolato

ricetta con foto preparazione gelato alle ciliegie e cioccolato


Passare le ciliegie in una padella con lo zucchero e cuocere per una decina di minuti.
Versare il composto nel frullatore, aggiungere il succo di limone e frullare fino ad ottenere un composto omogeneo. Mettere da parte un bicchiere scarso di ciliegie frullate per servirlo come salsa assieme al gelato.
In una ciotola mescolare la panna e il latte, unire il frullato di ciliegie e l’essenza di vaniglia o i semi della bacca di vaniglia, il rum o il brandy se lo usate.

Se usate la gelatiera travasare nella gelatiera e attendere il tempo necessario.

come preparare il gelato alle ciliegiepreparazione gelato senza gelatiera

Invece se, come me, non avete la gelatiera, mescolare bene gli ingredienti e mettere il composto in un contenitore addatto per la conservazione nel freezer  per almeno 3 ore. Ogni mezz’ora (io l’ho fatto ogni ora) tirare fuori il contenitore e mescolare il gelato dai bordi verso il centro in modo da rompere i cristalli di ghiaccio. Per mescolare si può usare una spatola o meglio un mixer. Dopo 3 ore il gelato dovrebbe essere abbastanza sodo, a questo punto tirare fuori il gelato, aggiungere i pezzetti di cioccolato e mescolate col mixer per omogeneizzare. Coprire con pellicola trasparente o travasare in un contenitore ermetico. Volendo potete trasferirlo negli stampi di silicone.
Servire accompagnando il gelato con la salsa alle ciliegie.

 

Note

siccome preferisco i dolci poco dolci, dovessi rifarlo, diminuerei lo zucchero di 50 g e aumenterei a 600g di ciliegie per avere più salsa alle ciliegie(quindi metterei da parte un bicchiere pieno di frullato)

-nella ricetta ho anche aggiunto un po’ di rum, se volete potete non usarlo ma serve per far risaltare il gusto delle ciliegie e anche per non far formare aghi di ghiaccio. Potete usare rum, brandy o kirsch.

-il cioccolato tritato dev’ essere tenuto nel frigo per almeno un’ora prima di aggiungerlo al gelato, diversamente si scioglierebbe.

gelato alle ciliegie con pezzetti di cioccolato

Con questa ricetta partecipo al contest “Una tira l’altra” di “Zampette in pasta”(già solo il nome è troppo simpatico e anche  Michi sembra molto interessata:))

Buona festa e scusatemi se questa settimana non sono passata a trovarvi, è un periodo un po’ cosi’, prometto di recuperare al più presto.

like & share:

Semifreddo agli amaretti con cioccolato e pesche

Semifreddo agli amaretti con cioccolato e pesche

 

 

Il semifreddo agli amaretti con cioccolato e pesche è un delizioso dolce estivo, una valida alternativa al gelato. Facilissimo e velocissimo da preparare è una vera goduria per gli amanti del cioccolato.

immagine semifreddo agli amaretti con cioccolato e pesche

 

Semifreddo agli amaretti con cioccolato e pesche

Ingredienti per uno stampo da charlotte per 8-10persone-

200g di amaretti

100g di cioccolato fondente

4 tuorli di medie dimensioni

1 bicchierino di liquore alle arance o rhum(facoltativo)

40 g di zucchero

500 ml di panna fresca

2 pesche( 500g) più una pesca per la decorazione

Preparazione:

Aiutandovi di un matterello riducete gli amaretti in polvere. Tritate grossolanamente il cioccolato con l’aiuto di un coltello. Tagliate 2 pesche (la terza serve per la decorazione)  a dadini.

In una ciotola capiente sbattete i tuorli con lo zucchero, con l’aiuto del mixer o con una frusta, affinché diventa una spuma gonfia e liscia. Sempre mescolando col mixer a minima velocità, aggiungete il cioccolato tritato, il liquore e gli amaretti sbriciolati. Aggiungete anche le pesche precedentemente ridotte a dadini, mescolando delicatamente il tutto con l’aiuto di un cucchiaio di legno.

Montate la panna e aggiungetela al composto, mescolando delicatamente con un cucchiaio di legno.

Versate il composto in uno stampo da charlotte e mettetelo nel freezer per almeno 3 ore.

Prima di servire il dolce, immergete lo stampo per un momento in acqua calda, in modo da facilitare l’operazione, e poi capovolgete il dolce sul piatto da portata. Tagliate la pesca rimasta a fettine e decorate il dolce. Per la decorazione potete utilizzare a piacere del cioccolato tritato, salsa al cioccolato oppure dei ciuffetti di panna montata.

Servire

Se vi piaciono le pesche forse volete vedere anche la ricetta della golosissima torta fondente al cioccolato e pesche e amaretti,   il frappè alle pesche e cioccolato bianco ,  la ricetta del delizioso semifreddo alle pesche, amaretti e cioccolato, oppure    il rinfrescante sorbetto alle pesche e limone con mentuccia

le avventure della piccola matrioska nel fantastico mondo dei dolci

Matrioska vola con una pesca

 

like & share:

Semifreddo al limone e menta

Semifreddo al limone e menta

Foto dolce estivo freddo spuma al limone e menta

Semifreddo al limone e menta

 

Il semifreddo al limone e menta è un dolce estivo rinfrescante, molto profumato e facilissimo da fare. Un dolce freddo al limone che si prepara in fretta senza accendere forni e fornelli.

Tempo di preparazione: 15 minuti più 2 ore tempo di riposo nel freezer

 

Ingredienti per 4 persone:

3 tuorli

3 cucchiai di zucchero

300g di panna fresca

1 bicchierino di rum o altro liquore

1 grosso limone di 200g circa, fresco e  non trattato

una manciata di foglioline di menta e melissa

Preparazione:

Grattugiate il limone facendo attenzione a non entrare nella parte bianca del limone.

Col mixer sbattete bene i tuorli con lo zucchero affinché il composto diventa gonfio, chiaro e liscio, unite il liquore e la buccia del limone. Montate la panna e aggiungeteci la menta e la melissa finemente tritate, aggiungendo il tutto ai tuorli. Mescolate delicatamente con un cucchiaio di legno.

Versate il composto in 4 stampini di alluminio tipo quelli utilizzati per la crème caramel e mettete nel freezer per almeno 2 ore. Volendo potete uttilizare un unico stampo rettangolare.

Prima di servire capovolgete il dolce su dei piattini e decorateli con delle fette di limone e foglioline di menta.

Matrioska sotto l'ombrello

like & share: