Category Archives: Frutta

Torta soffice al limone – Prajitura pufoasa cu lamaie

Torta soffice al limone – Prajitura pufoasa cu lamaie
Torta soffice al limone – Prajitura pufoasa cu lamaie

Torta soffice al limoneSono tornata…con una torta molto profumata (rima pure) al limone, soffice, facile e veloce da preparare. Dopo 2 settimane di latitanza da blog, tra giardinaggio(il mio orto sul terrazzo è quasi ultimato, per quanto definitivo possa essere un giardino dove spunta sempre qualcosa) , viaggio e lavoro, rieccomi con una torta al limone preparata per Pasqua quando ha conquistato tutti… a sopresa primeggiando anche sulla torta al cioccolato preparata per l’occasione. Miracolo!:) Continua la lettura

like & share:

Torta sciroppata alle arance e semi di papavero – Prajitura cu portocale si mac

Torta sciroppata alle arance e semi di papavero – Prajitura cu portocale si mac
Torta sciroppata alle arance e semi di papavero – Prajitura cu portocale si mac

Torta alle arance e semi di papaveri torta sciroppata e profumata
Fino ad aver premuto invio sono stata in bilico  se faccio bene a scrivere questo post. Tranquilla, sulla ricetta non c’è dubbio alcuno: è assolutamente una delle mie torte migliori e preferite da sempre. Non è che fosse proprio mia , la ricetta è una famosissima e penso che almeno metà dei food blog ce l’hanno già nel ricettario: appartiene a Donna Hay anche se ho il sospetto che le radici siano molto più antiche. E’ buonissima, profuma di arance, leggera , sciroppata e soffice, si conserva perfettamente per 5 giorni, è piaciuta a tutti tantissimo, si prepara facilmente  con ingredienti a portata di tutti, di sicura riuscita e fa bella figura altissima com’è. L’unico diffetto è che da dipendenza!:). Continua la lettura

like & share:

Mousse di mele al caffè o agrumi – Crema de mere aromata vegan style

Mousse di mele al caffè o agrumi – Crema de mere aromata vegan style
Mousse di mele al caffè o agrumi – Crema de mere aromata vegan style

mousse di mele caffè o agrumi
Nello scrivere la ricettina della mousse di mele  mi è venuto un dubbio quasi hamletico: la mousse di mele è una pappina salutare e golosa ad uso esclusivo dei bambini, oppure può essere anche un delizioso dessert cremoso light e vegan style? Continua la lettura

like & share:

Banana pancakes ricetta senza farina e senza latte

Banana pancakes ricetta senza farina e senza latte
Banana pancakes ricetta senza farina e senza latte

immagine Banana pancakes deliziosi ricetta senza farinaSemplicemente delizosi, i banana pancakes sono degli insoliti pancakes a base di banane e uova, senza farina e senza latte nell’impasto. Profumano delicatamente di banana,  buoni da mangiare anche semplici…però diventano una vera goduria accompagnati da una cucchiaiata di marmelatta d’arance oppure di salsa o crema al cioccolato. Continua la lettura

like & share:

Le ricette del buonumore per corpo e mente

Le ricette del buonumore per corpo e mente
Le ricette del buonumore per corpo e mente

Anno nuovo, idee nuove…magari con la crisi siamo tutti un po’ più poveri ma , almeno come la vedo io, che piuttosto medio – “povera” lo sono sempre stata, non bisogna rassegnarsi ad esssere necessariamente meno felici e meno di buonumore…almeno se ci sono delle “ricette” del buoumore per corpo e mente. Continua la lettura

like & share:

Crostata alle mele con guscio al formaggio gruyère

Crostata alle mele con guscio al formaggio gruyère
Crostata alle mele con guscio al formaggio gruyère

immagine Crostata alle mele con guscio al formaggio groviera
fetta crostata alle mele e formaggio grovieraAll’apparenza sembra quasi la classica crostata alle mele, in versione rustica e , diciamolo, con il guscio un tantino troppo  abbronzato (c’è un perchè). Anche se non si vede, dentro c’è  anche del formaggio gruyère. Continua la lettura

like & share:

Galette crostata rustica con prugne

Galette crostata rustica con prugne
Galette crostata rustica con prugne

Crostata con prugneSimple is better :). Una crostata con prugne semplice ma goduriosa. Continua la lettura

like & share:

Semifreddo al limone e menta – cremoso facile veloce

Semifreddo al limone e menta – cremoso facile veloce
Semifreddo al limone e menta – cremoso facile veloce

semifreddo al limone e menta
Quando la vita ti offre dei limoni…sorridi e  fanne un gelato a limone!:)

“When life gives you lemons…make a lemonade”. Gli inglesi hanno questo detto che è diventato quasi un motto di vita per me, prendere le cose acide, spiacevoli e invece di piangersi addosso (vabbè, solo un pochino :)) provare ad aggirarle e girarle a mio favore, non ci riesco sempre però provando divento un pochino più forte e se non felice – felice, almeno felice- contenta di aver  provato.

Quindi ben vengano i limoni, soprattutto quelli profumatissimi. Nella vita ho poche certezze, ma una di queste è che i limoni migliori del mondo (della galassia addirittura) sono quelli arrivati direttamente dall’orto della nonna cilentana (non mia ma del marito).  Profumatissimi, giganteschi e al 100% naturali, direttamente dalla Costiera Cilentana. Ogni anno aspetto con ansia il ritorno dei suoceri dalle vacanze al Sud: il dono più bello sono i limoni e l’olio d’oliva della nonna. E anche  la mozzarella di Paestum ed i dolcetti alle mandorle. Eh eh eh…con tutte le delizie del Sud l’elenco potrebbe non finire mai, quindi  ti propongo ti tornare ai limoni e farne un semifreddo al limone, cosa ne dici?

Oltre che buonissimo e profumatissmo, il, semifreddo al limone è cremoso, rinfrescante, facile e veloce da fare (15 minuti). Senza accendere forni e fornelli.

Il semifreddo al limone è sublime anche da solo, ma se vuoi un tocco fruttato in più puoi accompagnarlo con una salsa di lamponi…oppure, per i cioccolato dipendenti, con una salsa al cioccolato.

P.S.1: Il gusto del liquore nel semifreddo si sente piacevolmente, ho fatto assaggiare il dolce ad una cara amica che non sopporta proprio i dolci con alcol (tipo babà, ecc.) e l’ha trovato buonissimo.

P.S.2: la ricetta è quella collaudata di Suor Germana, l’avevo già fatta tempo fa.
semifreddo al limoneinghetata cu lamaie si rom

 Semifreddo al limone

Tempo di preparazione: 15 minuti più 2 ore tempo di riposo nel freezer

Ingredienti per 4- 5 persone:

3 tuorli

3 cucchiai di zucchero

300g di panna fresca

1 bicchierino di rum, barandy o altro liquore

1 grosso limone di 250g circa(oppure 2 limoni se sono piccoli), fresco e  non trattato

5-6  foglioline di menta

per la salsa ai lamponi:

200g lamponi; 1 cucchiaio zucchero a velo e 2 cucchiai succo di limone; in quantità variabile in base ai gusti.

Abbiamo bisogno di 5 stampini in alluminio (usa e getta) o uno stampo da plumcake

Come si prepara il semifreddo al limone:

Grattugiate il limone facendo attenzione a non entrare nella parte bianca del limone.

Col mixer sbattete bene i tuorli con lo zucchero affinché il composto diventa gonfio, chiaro e liscio, unite il liquore e la buccia del limone. Montate la panna e aggiungeteci le foglioline di menta finemente tritate, aggiungendo il tutto ai tuorli. Mescolate delicatamente con una spatula o cucchiaio di legno.

Versate il composto in 5 stampini di alluminio tipo quelli utilizzati per la crème caramel e mettete nel freezer per almeno 2 ore. Volendo potete uttilizare un unico stampo rettangolare.

Prima di servire capovolgete il dolce su dei piattini e decorateli con delle fette di limone e foglioline di menta.

Frullare i lamponi assieme al succo di limone e al zucchero a velo. Io ho filtrato la salsa per eliminare i semini dei lamponi, ce ne sono davvero tanti!
A presto!

p.s. la ricetta del semifreddo in romeno la trovi qui / reteta inghetatei cu lamaie o gasesti pe noul meu blog Gradina Ancutei :

 

 

like & share:

Crumble di albicocche senza glutine – Crumble cu caise desert rapid

Crumble di albicocche senza glutine – Crumble cu caise desert rapid
Crumble di albicocche senza glutine – Crumble cu caise desert rapid

Crumble alle albicocche senza glutine, con farina di riso e lavanda.Il dessert crumble è un dolce tipico inglese a base di frutta (tanta frutta) e ricoperto con un involucro d’ impasto sbriciolato. Semplice e veloce da fare, è un dolce rustico, senza fronzoli che definirei quasi anarchico per l’aspetto sbriciolato e le molteplici possibilità di giocare con gli ingredienti variando il tipo di frutta e le dosi.
Il crumble si può servire tiepido o freddo, a colazione o merenda. Semplice oppure accompagnato da una pallina di gelato oppure panna montata (per i golosoni).

Il crumble di albicocche con farina di riso è senza glutine, quindi adatto anche ai celiachi oltre a quelli come me che vogliono diminuire l’uso della farina bianca.

Il profumo di lavanda si sposa benissimo con le albicocche…si sente pochissimo, ma a me fa sognare i campi di lavanda della Provenza, un giorno ci andrò, promesso!:) Intanto ho letto un libro spassoso “Un anno in Provenza” –di Peter Mayle-, le (dis)avventure di un inglese (anzi, londinese:)) trasferito con moglie e cani nella campagna provenzale, un diario scritto con umore e amore. ..da leggere con un crumble alla lavanda accanto:).

crumble cu caise

ps: Lo scorso weekend sono arrivati degli ospiti nel mio orto sul terrazzo, ovvero nuove piantine che spero prendano radici e ci si fermino per un bel po’: lavanda, peperoncini, fiori di ghiaccio, timo. E a proposito di ospiti,  un merlo viene a trovarmi tutte le mattine, ha il suo posticino preferito vicino ai gigli. Ho pensato di chiamarlo Cip…e secondo me questo crumble sbriciolato potrebbe essere il suo dolce preferito. Tu cosa ne dici?:)

preparazione crumble alle albicocche
Crumble di albicocche e lavanda, con farina di riso

Ingredienti per 4 porzioni

Per la copertura crumble:

50g farina di riso

40g di burro tagliato a tocchetti

2 cucchiai zucchero di canna grezzo

per il ripieno

250g circa di albicocche mature

1 fiore fresco di lavanda

per decorare: un cucchiaio di mandorle tagliate a lamelle o a metà

burro per imburrare gli stampi

4 mini pirofile mono porzione, in ceramica o vetro e termoresistenti

Come preparare il crumble di albicocche:

Preriscaldare il forno a 180°C.

Imburrare leggermente delle pirofili termoresistenti.

Tagliare le albicocche in 4 fette e distribuirle sul fondo delle pirofile.

Preparare il crumble: mescolare la farina di riso setacciata con lo zucchero ed il fiore di lavanda sbriciolato,  aggiungere il burro tagliato a tocchetti , impastare velocemente con la punta della dita per ottenere un impasto con le briciole. Usare il composto per ricoprire le albicocche.

Infornare a 180°C per 35 minuti affinchè la superficie diventa leggermente dorata.

Aggiungere le mandorle a lamelle solo a metà cottura, diversamente rischiate di farle scurire troppo (io le ho messe solo 5 minuti prima di togliere il crumble dal forno).

fiori sul balcone

Crumble cu caise – un desert rapid cu caise

Crumble – un desert cu multe fructe acoperite de un strat usor crocant de aluat sfaramicios. Un desert englezesc sfaramicios(crumble) si delicios, fara fite si complicatii, se face in 10 minute cu fructele de sezon. De mancat caldut sau rece, la micul dejun sau ca desert, simplu sau servit cu iaurt dens sau inghetata.

L-am preparat in versiunea fara gluten, folosind faina de orez, asa ca e potrivit nu numai pentru intolerantii la gluten  dar si pentru cei care vor sa reduca folosirea fainii albe. Insa daca vrei o poti inlocui cu faina alba normala.

Caisele se imbina minunat cu aroma de lavanda, asa ca am adaugat si o floare de lavanda, se simte foarte putin(poti adauga mai multe flori sau omite, dupa gust) insa pe mine m-a facut sa ma imaginez plimband-ma printre lanurile de lavanda din Provence. Pana o sa ajung eu pe acolo am adus Provence la mine pe balcon …am plantat-o, tine-mi pumnii sa-i mearga bine:9.  Si lecturile sunt in ton,  tocmai am terminat de citit o carte savuroasa “Un an in Provence” –de Peter Mayle-, un jurnal scris cu umor  narand aventurile unui englez stabilit cu sotie si caini in Provence….de citit preferabil cu un crumble cu caise si lavanda alaturi:).

Ps. Weekendul trecut am primit noi oaspeti pe balcon sub forma unor plante : ardei iute, lavanda, cimbrisor, flori de gheata si florile alea galbenele (care nu stiu cum se cheama, sa nu mai spui la nimeni)…sper sa prinda radacini si sa ramana. Si de ceva vreme am un altfel de oaspete, deja a devenit de-al casei, un mierloi ce vine  mereu in vizita. L-am botezat Cip si  cred ca desertul asta sfaramicios i-ar fi tare pe plac: ). Tu ce spui?
crumble cu caise si migdale

Crumble cu caise si lavanda, desert gluten free

Ingrediente pentru 4 portii

(am folosit 4 vase micute din ceramica – sticla)

Pentru stratul sfaramicios –crumble-

50 g faina de orez sau faina alba

40 g unt, taiat in bucatele

2 linguri de zahar ( eu am pus zahar brun)

pentru umplutura:

250g circa de caise, merg si mai multe

1 floare proaspata de lavanda

pentru a decora: o lingura de migdale taiate in felii

putin unt pentru a unge formele

se folosesc vase din ceramica sau sticla, rezistente la cuptor

Cum se prepara:

Incalzim cuptorul la 180°C.

Taiem caisele in 4 felii si le asezam in formele unse prealabil cu putin unt.

Amestecam faina cu zaharul si floarea de lavanda rupta in bucatele. Adaugam untul si framantam rapid cu varful degetelor pana obtinem un aluat sfaramicios cu cocoloase, nu trebuie sa il compactam. Punem compozitia astfel obtinuta peste caise, acoperindu-le in maniera cat mai uniforma.

Dam la cuptor pentru 35- 40 de minute pana cand suprafata devine usor aurie. Migdalele le adaugam la jumatatea perioadei de coacere, altfel tind sa se arda prea mult.

Cand e gata scoatem din cuptor. Se mananca caldut sau rece, dupa gust.

merlo sul balcone

Pe curand!

like & share:

Clafoutis budino francese con ciliegie – Budinca frantuzeasca cu cirese

Clafoutis budino francese con ciliegie – Budinca frantuzeasca cu cirese
Clafoutis budino francese con ciliegie – Budinca frantuzeasca cu cirese

Clafoutis torta budino con ciliegie

Con la consistenza simile ad un budino, però ben più compatto e molto leggero, il clafoutis è un famoso dolce francese tradizionale della regione Limousin …non scappare, niente di francese= sofisticato + mille creme , questo è un dolce rustico, semplice e veloce da fare, di sicura riuscita. Al posto delle ciliegie puoi usare altra frutta di tuo gradimento, meglio se un po’ succosa (albiccoche, fragole, frutti di bosco, ecc.) oppure, se preferisci roba salata, puoi prepararti un clafoutis salato con pomodori o peperoni (la lista è aperta , una volta ci ho messo pure la salsiccia).

Da mangiare sul balcone, portarlo per un picnic, a colazione o merenda. Facile, veloce. Non dimenticare di decorarlo con un sorrisso e servirlo con un goccio di buon umore:).

Stavolta la tiro per le lunghe in un rapporto inversamente proporzionale con la velocità e semplicità della ricetta, i frettolosi saltino direttamente alla ricetta: ).

Confessione
Forse non dovrei dirlo. Assolutamente no! Che razza di ospite – cuoca!:)  Però lo dico lo stesso, capirò se poi non vorrete più seguirmi:)
Il clafoutis fu uno dei primi dolci che preparai anni fa, sperimentandolo per una cena con gli amici –cavie buongustai. Non so perchè ma pensavo fosse una torta che cresce, si gonfia, fa bella figura. Con la mia tempistica sensazionale arrivai al punto d’ infornare il dolce mentre gli ospiti suonavano il campanello, così mi trovarono con il grembiule da cucina, le ciabatte , farina sul naso e nei capelli, le mani macchiate di succo di ciliegie. Poi, quasi tutto il tempo necessario per la cottura ( e meno male che ci vogliono solo 30 minuti) lo passai attaccata alla porta del forno: viene, non viene, ma perchè non cresce neanche un po’, aiuto ma com’è bassino questo dolce! MMM… Non sembra un granchè…però che buon profumo, proviamolo. Ce lo siamo portati fuori sul balcone per fare un picnic cittadino a 0 km e mangiato tiepido direttamente dalla teglia:) . Ebbene sì, è piaciuto ! Ed è esattamente quel tipo di dolce: facile, veloce, da fare all’ultimo momento ed infornare mentre gli ospiti sono alle porte.

Romanzo goloso e self help , da leggere per addolcirsi un pò

Ho appena finito di leggere “Meet Me at the Cupcake Cafè”. (“Incontriamoci al Cupcake Cafè”) un libro carino.  Ok, non è proprio il mio genere di lettura però è carino, piacevole …da leggere per addolcirsi un po’.  La protagonista passa l’infanzia in mezzo a nuvole di farina e dolci meravigliosi, accanto al nonno – pasticcere famoso. Però lei vuole diventare una donna in carriera, studiare, andare all’università ed avere un lavoro d’ufficio. E lo fa. Salvo che poi viene licenziata (causa crisi) e in un momento di buio totale decide di seguire la sua passione ed istinto e trasformare la sua grande passione per i dolci, i suo hobby, in una professione. Così apre una piccola caffetteria -pasticceria, the Cupcake Cafè. Alti, ma soprattutto tanti bassi, ostacoli da superare , quai non ce la fa, storie d’amore…e poi , alla fine, il happy-end. La vita non è un romanzo.E non sono più convinta che volere è potere. Ma, in qualche modo, aiuta leggere un libro così. Anche se non sogni di aprirti una pasticceria. A volte il confine tra fallimento e successo è molto sottile, l’importante è trovarsi bene e amare quello che si fa. Nel suo piccolo, a volte sembra che dai troppo e non ne ricevi nulla in cambio. Che parli da solo. Però chissà, se poi non funziona?

La ricetta del successo non l’ho ancora trovata ma ti propongo quella del clafoutis alle ciliegie. clafoutis con ciliegie

Clafoutis alle ciliegie

Ingrediente per uno stampo da 26 cm, preferibilmente con i bordi bassi

500g di ciliegie ( preferibilmente grosse e nere)

3 uova grosse (circa 200g di uova pesate col guscio)

150ml latte fresco intero

50ml panna liquida (puoi sostituirla con 50 ml di latte)

100g farina

100g zucchero

1 cucchiaino estratto di vaniglia

2 cucchiai brandy o cognac (facoltativo, ma ci stanno benissimo)

burro per ungere la forma

zucchero a velo per decorare

Come si prepara il clafoutis alle ciliegie:

Preriscaldare il forno a 200°C.

Lavare, asciugare e snocciolare le ciliegie.

Imburrare bene lo stampo con burro e disporre le ciliegie snocciolate.

Con l’aiuto del mixer (o con frullino a mano), montare le uova con un pizzico di sale e lo zucchero affinchè raddoppiano il volume e la composizione diventa spumosa e chiara (1-2 minuti). Aggiungere gradualmente la farina setacciata, mescolando con un cucchiaio-spatola di legno, fino a quando la composizione diventa omogenea e senza grumi.

Aggiungere il latte a filo, la panna liquida, l’estratto di vaniglia, il brandy. Mentre versi il latte, mescolare sempre per omogeneizzare. Otteniamo una composizione liquida, con una consistenza simile a quella per le crepes.

Versare la composizione sopra le ciliegie.

Infornare nel forno già caldo a 200°C e far cuocere per 25 -30 minuti o di più, affinchè i bordi del clafoutis si gonfiano e si staccano dal bordo dello stampo, il dolce assume un colore dorato scuro. Fare la prova con lo stuzzicadenti nel centro della torta, deve uscirne pulito.

Una volta pronta, togliere dal forno. Lasciar intiepidirsi e spolverizzare con zucchero a velo. Aggiungere un sorisso e servire tiepida o fredda.

Si conserva nel frigo per 2 giorni.

Il segreto del clafoutis è aggiungere vaniglia o altri aromi (naturali), diversamente assomiglierà un po’ all’omlette.

Clafoutis cu cireseversiunea in limba romana

Clafoutis budinca cu cirese

Fructele iti fac cu ochiul din prim plan iar consistenta e  ca de budinca, insa ceva(mult?) mai compacta… voilà clafoutis aux cèrises : o faimoasa prajitura franceza traditionala din regiunea Limousin…nu fugi, nu e ceva frantuzesc = chic, sofisticat si cu mii de creme si detalii, clafoutisul e o prajitura rustica, simplu si rapid de facut, care iese din prima fara bataie de cap. In locul cireselor poti volosi visine sau orice alt fruct( eu am testat cu caise, capsuni, fructe de padure). Daca esti adeptul saraturilor il poti pregati si in varianta sarata, inlocuind fructele cu legume, merge minunat cu rosii sau ardei, ba eu l-am incercat si cu carnati.

De servit in casa, pe balcon, la iarba verde ( se transporta usor), la mic dejun sau ca gustare. Usor si rapid, ce zici, te-am convins? Nu uita sa-l decorezi cu un suras si sa-l servesti cu un strop de buna dispozitie.

De data asta ma lungesc cu povestea, intr-un raport invers prportional cu simplitatea si rapiditatea retetei, daca esti grabit salta direct la reteta:).

Confesiune
Poate nu ar trebui sa o spun. Absolut nu! Halal gazda – bucatareasa. Dar o zic, o sa inteleg daca ma abandonezi apoi:).

Clafoutis a fost una din primele prajituri pe care le-am experimentat , nu numai ca eram incepatoare (nu ca acum as fi experta, insa cate ceva am mai invatat pe parcurs) dar il pregateam prima oara pentru o cina cu prietenii – cobai culinari. Habar n-am de ce dar aveam senzatia ca e o prajitura care creste, se umfla, ceva mare si impunator. Cu tempismul meu senzational m-am trezit ca dau prajitura la cuptor exact cand oaspetii sunau la usa, asa ca m-au gasit intr-o tinuta foarte eleganta: slapi, sort de bucatarie, putin faina pe varful nasului si prin par…Mai mult, jumatatea de ora cat dureaza coacerea mi-am petrecut-o aproape exclusiv in fata usii cuptorului studiind prajitura: imi iese, nu-mi iese, dar de ce nu creste si ramane asa joasa. A ramas joasa(asa trebuie sa fie, m-am dumirit apoi)…macar parfumul era ademenitor si ciresele  ne faceau cu ochiul din prim plan. Am gustat-o pe balcon, calduta abia scoasa din cuptor…delicios!

Si un roman yummy si (aproape) self help, de citit pentru a se indulci putin

Tocmai am terminat de citit “Meet Me at the Cupcake Cafè”. Ok, nu e chiar genul meu de lectura , insa e o carte placuta, draguta, de citit pentru a se indulci un pic. Si contine si multe retete care, cica, functioneaza. Protagonista romanului isi petrece copilaria printre nori de faina&zahar si dulciuri apetisante, alaturi de bunicul – patiser faimos. Cu toate ca e indragostita de bucatareala si prajituri, alege sa studieze si sa aiba un serviciu normal, de birou. Insa vine concediata din cauza crizei si intr-un moment de intuneric, depresie si dezorientare, decide sa incerce sa-si transforme mare dragoste – hobby de a pregati dulciuri  intr-o afacere din care sa si traiasca. Isi deschide o mica cofetarie, Cupcake Cafè…infrunta multe obstacole, suisuri si mai ales coborasuri, povesti de dragoste, intrigi…si happyend, of course.

De ce iti povestesc toate astea? In nici un caz pentru ca as crede ca ma pricep la rezumat carti, din pacate talentul meu de a le povesti e invers proportional cu placerea lecturii si numarul cartilor citite. Insa, chiar daca viata nu e un roman, si incet incet inclin sa cred ca nu e chiar adevarata chestia cu “daca vrei, poti”, totusi e placut si oarecum instructiv sa citesti o astfel de carte. Chiar daca nu visezi sa-ti deschizi o cofetarie. Cateodata granita dintre succes si faliment e greu de trasat si poate cel mai important e sa iubesti ceea ce faci, chiar daca “nu ai succes”. Cateodata ti se pare ca dai foarte mult si nu primesti nimic in schimb, ca vorbesti de unul singur. Insa cine stie daca pana la urma nu incepe sa mearga bine?
Retete magice de succes nu am descoperit asa ca ti-o propun pe cea de clafoutis cu cirese.

Clafoutis cu cirese  – budinca frantuzeasca cu cirese

Prajitura budinca cu cirese

Reteta clafoutis cu cirese

Ingrediente penru o forma de 26 cm diametru, preferabil cu peretii josi:

500 g cirese (de preferinta mari si negre) sau visine

3 oua mari–in jur de 200 de g in total-

150 ml lapte proaspat

50 ml smantana lichida pentru frisca

100 g faina

100g zahar

1 lingurita de esenta de vanilie (sau vanilie)

2 linguri de brandy sau cognac

unt pentru uns forma

zahar tos pentru pudrat

Cum se prepara clafoutis cu cirese

Incingem cuptorul la 200°C.

Spalam ciresele, le uscam si le scoatem samburii.

Ungem cu unt din abundenta o forma de 26 de cm. Asezam ciresele in forma raspandindu-le cat mai uniform.

Cu ajutorul mixerului, batem ouale cu un varf de sare si zaharul pana isi dubleaza volumul, compozitia devine spumoasa si se deschide la culoare( 1-2 minute de batut).

Adaugam treptat faina, strecurand-o printr-o sita si amestecand cu o lingura sau spatula din lemn, pana cand compozitia este omogena si fara cocoloase.

Adaugam treptat laptele, frisca lichida, esenta de vanilie si brandy. In timp ce turnam laptele, amestecam mereu cu lingura pentu omogenizare. Vom obtine o compozitie lichida, cu o consistenta asemanatoare celei folosite la prepararea clatitelor.

Turnam compozitia in forma peste cirese si dam prajitura la cuptor deja incalzit la 200°C.

O coacem pentru 25- 30 de minute sau mai mult, pana cand bordurile prajiturii se umfla si se desprind de peretii formei(la un momenta dat bordurile se umfla excesiv, apoi se lasa) iar suprafata prajiturii are o culoare auriu inchis. Facem proba cu scobitoarea, trebuie sa iasa uscata.

Cand e gata o scoatem din cuptor si o lasam sa se raceasca inainte de a o scoate din forma.

Prajitura se serveste calduta sau rece dupa gust, pudrata cu zahar tos. Se pastreaza maxim 2 zile la frigider.

Secrete din bucatarie:

Secretul reusitei e sa  nu te zgarcesti la arome altfel o sa ti se para mai degraba un fel de omleta cu cirese .

Daca iti place genul prajiturilor cu un strop de aroma de alcol, adauga cu incredere chiar un paharel de brandy.

Cuptorul meu este mai puternic si rapid, s-ar putea sa-ti ia mai mult timp(chiar 15 minute sau mai mult in plus).

In mod traditional pentru clafoutis se folosesc ciresele intregi cu samburi, cica i-ar da o aroma mai deosebita de migdale …mie nu mi s-a parut.

like & share: