Category Archives: Reportage gastronomici

Colorata allegria alla sagra della zucca Piozzo

Colorata allegria alla sagra della zucca Piozzo

 

immagine carro con zucche

-carro allestito con zucche e nocciole-

Zucche di tutti i colori e i sapori, zucche piccole, gigantesche o dalle  forme più strane,  piatti a base di zucca, marmellate e persino la birra alla zucca, ecco cosa si può vedere ed assaggiare ad una sagra della zucca:). Sagre della zucca ci sono un pò dappertutto in Italia, io sono stata a quella a me più vicina qui in Piemonte, a Piozzo.

immagini foto sagra zucca piozzo

Le zucche mi mettono allegria solo a guardarle, con quell’ arancione vivace ci danno l’illusione di portare il sole in tavola.

foto immagini con zucche colorate alla sagra della zucca piozzo

Per me la zucca era sempre stata quella arancione, ma alla sagra ne ho scoperte tanti tipi diversi, ecco quella rosa ideale per le vellutate, quelle più lunghe per i dolci. Voi le conoscevate tutte? C’è qualcosa che manca?:)

immagini sagra della zucca piozzo

Le zucche oltre ad essere usate in cucina sono anche un ottimo modo di decorare la casa e il giardino in maniera semplice, naturale e d’effetto.

casa e giardino decorate con zucche

Bellissime anche le sculture ad intaglio nella zucca con lo chef-artista all’opera creando dei piccoli capolavori.

immagini foto intagli zucca

 

Il paesino di Piozzo è piccolo e carino, mi sono piacuti i carri con le zucche allestiti nella piazza principale, il campionato delle zucche gigantesche (ma quanto sono enormi? 🙂 ) ma anche i giardini delle case allestiti indovinate con cosa? Con le zucche 🙂

foto immagini zucche gigantesche

Il grande bottino  è stato però trovare le famose e fino ad ora introvabili patate viola, hip hip urrà…in più coltivate in montagna da un’azienda del cuneese. Le patate viola si chiamano in realtà “vitelotte”  e sono originarie dell’ America meridionale ( Perù, Cile), sono patate antiche e non sono modificate geneticamente…il particolare colore viola è quindi tutto naturale. Prossimamente una ricettina:)

immagine foto patate viola le vitelotte

ed ecco anche una piccola testa di zucca…Michi, la mia cagnolina viaggiatrice. Se vi manca qui sono le foto più vecchie, prossimamente ritornerà sul blog:).

foto immagine cane alla sagra della zucca

 

Se vi piace la zucca ecco 2 ricette dolci con la zucca: la mia preferita per la semplicità e gusto è un strudel di pasta fillo con zucca, ottima anche la cheesecake al forno alla zucca e con una decorazione per halloween.

Alla prossima e P.S. A voi come piacciono le zucche?

Info pratiche

le foto sono qui

la sagra della zucca si tiene annualmente a Piozzo(Cn) nel mese di ottobre

ps : con le patate vitelotte ho poi preparato questa torta molto gustosa(ci sono anche le albicocche).

immagine torta dolce di patate viola e albicocche

 

 

 

like & share:

Cheese 2011 i formaggi stranieri

Cheese 2011 i formaggi stranieri

Solo qualche appunto a margine dell’imperdibile “Cheese-le forme del latte”, grande rassegna di formaggi da tutto il mondo, l’evento promosso da Slow food  che  trasforma il bel centro storico di Bra (Cn) in un labirinto di stand con ottimi formaggi da tutto il mondo, formaggi genuini e per tutti i gusti.

La domenica pomeriggio non è forse proprio il momento ideale per fare il giro della fiera (soprattutto se vuoi fotografare con calma) perché, come prevedibile, i golosi sono d’assalto ai banchi e bisogna pazientare un pò e fare la coda. Anche se non amo molto i posti affollati, secondo me Cheese ne vale assolutamente la pena: si ha la rarissima opporunità di assaggiare dei prodotti genuini da tutta l’Italia e da tutto il mondo e anche parlare con i produttori…la maggior parte sono piccole aziende agricole e la vendita viene fatta proprio dai contadini produttori. In più Cheese è stata ottimamente organizzata e la cornice del centro storico braidese era perfetta…altrochè fiere nei capannoni industriali dove ti fanno pure pagare l’ingresso (a Bra l’ingresso era libero).

Siccome solitamente trascorro le vacanze in Italia,  quindi ho la possibilità di mangiare i formaggi italiani doc sul posto, ho preferito assaggiare i formaggi stranieri presenti a Cheese…soprattutto quelli sconosciuti.

Certo non potevano mancare i formaggi dell’Europa dell’Est(chissa’ come mai:))

foto immagine branza de burduf pin romania cheese

branza de burduf – Romania Un ottimo formaggio molto particolare siccome viene stagionato nei cilindri confezionati con la corteccia di pino e cuciti a mano…

 

foto immagine formaggio oscypek polonia cheese

Il formaggio Oscypek –Polonia: pecorino affumicato, particolari anche i disegni geometrici in superficie

foto del formaggio verde tcherni vit bulgaria a cheese 2011

Il  formaggio verde di Tcherni Vit – Bulgaria . ottimo anche così, ma io mi sono innamorata delle strane ma favolose palline di formaggio verde ricoperte al cioccolato, slurp !

foto immagine yogurt dei pokot con cenere

Lo yogurt dei Pokot (Kenya) : uno yogurt particolare  preparato con la cenere (la cenere viena usata per le sue proprietà disinfettanti  e aromatche)

altri formaggi stranieri:

foto formaggi stranieri cheese 2011

E non ho potuto fare a meno di fotografare i formaggi ai fiori: caprini fioriti e il famoso Castelmagno (Piemonte), invece la salsiccia di Bra è forse il prodotto braidese doc per eccellenza (un’ ottima salsiccia con carne di vitello che si usa consumare fresca senza cottura…io la adoro).

A Cheese c’era un intero padiglione riservato alle birre da tutto il mondo): le mie preferite la birra “Maremma amara” birra alle erbe aromatiche della Maremma e la birra al miele di castagno delle valli di Lanzo (Torino).

 per smaltire il formaggio:)…ma anche no:) siccome prima di andare a Cheese avevo fatto un salto al Festival della lumaca in cucina …cosa che ha annullato i miei sforzi di mettermi al digiuno per assagiare il maggior numero di formaggi (mai più visiterò due eventi gastronomici nello stesso giorno :).

 

lumaca blu a cheese 2011

 Voi siete già stati a Cheese? I vostri formaggi preferiti?

Ci vediamo al Cheese 2013!:)

*Cheese 2011 si è svolto dal 16 al 19 settembre 2011, Il prossimo appuntamento per Cheese sarà nel 2013.

 

like & share:

Festival della Lumaca in cucina

Festival della Lumaca in cucina

Dire in giro che vai a mangiare le lumache suscita reazioni molto variegate che vanno da quelle entusiaste “wow, sai che sono buonissime e molto sane, le adoro” a quelle di compassione delle persone che inorridiscono all’idea di mangiarle senza averle mai provate .

Io non avevo mai assaggiato le lumache ma siccome sono una curiosona sempre disposta a provare nuovi piatti ho approfittato per farlo in occasione  del “Festival della lumaca in cucina” ( dal 16 al 18 settembre 2011 ).

“Il festival della lumaca in cucina” è un appuntamento annuale tenuto nella bella cittadina di Cheraso del cuneese in Piemonte, considerata la capitale italiana della lumaca. Il festival  offre per 3 giorni la possibilità di assaggiare e comprare dei prodotti di gastronomia a base di lumaca ma anche un mercatino con prodoti tipici della zona (marmellata, formaggi, vini ecc) e spettacoli…una vera sagra.

In occasione del festival alcuni ristoranti proponevano svariati menù tipici regionali a base di lumache…io ho mangiato in un ristorante allestito sotto un tendone, tutto a base di lumache, davvero ottimo e si pagava il giusto (20 euro il menù abbondante con 5 portate più macedonia di frutta).

foto menu a base di lumache

Ecco il mio menù a base di lumache.  1) antipasto di patè di lumache con acetelli; 2) spiedini tiepidi di lumache helix; 3) penette al sugo ricco di lumache Helix Pomatia; 4)lumache helix lesse, con salse varie; 5) lumache vignaiole Helix Aspersa alla maniera di Segno(Savona). I miei preferiti: spiedini e penette. I vostri?

ps La carne di lumaca è molto magra, leggera, ricca di minerali e anche gustosa…provare per credere:)

altri prodotti a base di lumachefoto con prodotti a base di lumache

…e  la bella sfilata dei bravissimi sbandieratori della città d’Alba.

foto con sbandieratori di alba al festival delle luamche a cherasco 2011

 

Ma le lumache non sono ottime solo in cucina …le loro conchiglie si possono usare in maniera creativa per realizzare dei piccoli gioielli particolari, belli e naturali… mentre passeggiavo tra i vari banchi con i prodotti gastronomici ho scoperto un banco con bellissimi  prodotti artigianali di bigiotteria creati con le conchiglie delle lumache.  Penso che ogni donna ha le sue ossessioni…io non mi trucco e i gioielli non li porto…invece ho il chiodo fisso degli orecchini, ne ho talmente tanti che non dovreste meravigliarvi se tra poco annuncierò l’apertura di un negozio di orecchini:):).

foto banco con bigiotteria conchiglie  lumache

*Questi articoli sono stati creati dall’azienda Agricola Ciattoni –Pescara.

Ultimamente mentre viaggio in Italia ma anche all’estero m’interesso molto ai prodotti di artigianato …In Italia ci sono tanti giovani talentati, creativi che partendo dalla tradizione riescono ad innovare…a me questo sembra molto interessante perchè la tradizione e l’innovazione non sono valori opposti ma vanno mano nella mano. ..e la mia sensazione-correggetemi se sbaglio- è che ai giovani e ai piccoli artisti e artigiani non si da tanto spazio…

Per i motivi qui sopra questo NON è un articolo sponsorizzato.

E dopo aver mangiato le lumache sono andata direttamente a Cheese- la fiera del formaggio a Bra – Cn –.

Ps: chiedo scusa per la scarsa qualità delle foto ma la  mia macchina ha l’urgente bisogno di andare dal service per una -spero- piccola manutenzione:).

Buona domenica.

 

like & share:

Gastronomia e dolci tipici della Campania

Gastronomia e dolci tipici della Campania

Vacanze sulla Costiera Cilentana – 4a puntata-: Gastronomia e dolci tipici del Cilento e della Campania, Italia

Un post dedicato all’eccellente gastronomia cilentana non poteva certo mancare, visto che le vacanze nel Cilento sono state superlative non solo per i posti ma anche per il cibo. Anche se sul blog pubblico solo ricette dolci, mangio altrettanto volontieri i piatti salati più svariati (dalla fiorentina al kebab per intenderci) e sono una grande golosona di formaggio. Alcuni dei più notti prodotti italiani hanno le origini proprio in Campania: la pizza, la mozzarella, l’olio di olive, il limoncello per citare solo quelli più noti. Però mi soffermerò solo sui dolci, divini…e ne ho fotografato solo qualcuno perchè gli altri  li divoravo subito, chiedo perdono…se volete punirmi severamente rispeditemi con urgenza in una pasticceria campana:).

E adesso accomodatevi e buon appetito!

Alcuni piatti a base di pesce:

Specialità di pesce

Immagino che la pizza non abbia bisogno di presentazioni. La mia preferita è quella più semplice, con mozzarella, pomodorini, basilico, origano e olio di oliva.

La vera pizza napoletana

E adesso i dolci tipici del Cilento e della Campania:

foto Dolci tipici del Cilento

foto Dolci tipici della Campania

Una succinta presentazione dei dolci tipici campani:

La Pastiera è una torta tipica delle festività pasquali ma si trova ugualmente durante l’anno. A base di pasta frolla con ripieno di ricotta, panna, canditi e grano insaporiti con fiori d’arancio.

Torta di ricotta e pere è una deliziosa e leggera torta con ripieno di ricotta e pere.

Sfogliatelle: la pasta fininissma e crocante nasconde un delizioso ripieno di ricotta.

Il cannolo siciliano, ripieno di ricotta e canditi,  è una ricetta siciliana ma si trova anche in Campania ed è davvero eccelente.

Torta caprese: una squisita torta al cioccolato.

Le paste di mandorle oppure pasticcini di mandorle sono dei dolcetti con l’impasto a base di mandorle…talmente buoni che non ho fatto in tempo a fotografarli.

Le delizie al limone: un dolce  profumato preparato con il limoncello.

Babà napoletano all fragole

Babà alle fragole

Invece questa è una mia ricetta di babà / savarin alle fragole. Il babà napoletano e il savarin hanno gli stessi ingredienti e metodo di preparazione, varia solo la loro forma. Il babà può essere preparato usando la frutta di stagione opppure “al naturale” senza frutta e marmellata. La ricetta è quà: http://matrioskadventures.com/2010/06/09/savarin-giamaicano-alle-fragole/

Posti dove mangiare sulla Costiera Cilentana

Essendo stata ospitata da amici ho mangiato perlopiù a casa, però ho qualche dritta per posti dove si mangia benissmo ed a prezzi contenuti:

Acciaroli:

L’ottima pasticceria- gelateria “Meeeting Acciaroli”  proprio davanti al porto.

Una pizza squisita(anche al taglio) alla pizzeria “Pizza in Piazza” nel centro storico di Acciaroli.

Ottimi piatti di pesce fresco (pescato in giornata) ma anche pizze al ristorante “Boccaccio”, sul lungomare.

A Palinuro:“Pasticceria-gelateria Egidio” in Via Santa Maria 15, Palinuro.

A Paestum: La Tenuta Vannulo: azienda agricola con ottimi formaggi(anche mozzarella di bufala certo), gelato e yogurt artigianale:
http://www.vannulo.it/

Carino questo post con i prodotti tipici della Campania e dritte sui posti dove mangiare bene in Campania http://tzatzikiacolazione.blogspot.com/2010/07/se-questestate-per-qualche-motivo.html

Presto tornerò a postare anche delle ricette dolci, ne ho preparate diverse in questo periodo solo che non ho mai fatto in tempo a fotografarle. Anche perchè la piccola Matrioska è scomparsa in vacanza con l’uomo di cioccolato, ve lo ricordate?:) Buon fine settimana!

Tramonto sul mare in Campania

E già che ci siete forse volete gironzolare un pò sulla Costiera Cilentana:

Più foto della Costiera Cilentana sul mio flickr:
http://www.flickr.com/photos/ancutza/sets/72157624439468105/show/

Il meraviglioso mare della Costiera Cilentana:

Il pittoresco paesino di Acciaroli:

Il pittoresco paesino di Castellabate:

Gastronomia e soprattutto i dolci tipici della Campania:

Le rovine di Velia ad Ascea:

like & share: