Oh parrucchiera delle mie brame, dove sei? Esperienze dal parrucchiere

Oh parrucchiera delle mie brame, dove sei? Esperienze dal parrucchiere
Oh parrucchiera delle mie brame, dove sei? Esperienze dal parrucchiere

Oh, parrucchiera delle mie brame- che fai quello che gentilmente ti chiedo, invece di dar libero sfogo alla tua maestria non richiesta, oh, dove sei? 🙂

Davvero, ho nelle bozze una lunga lista di articoli da pubbliccare, tra viaggi e ricette, solo che quel che più mi preme in questo momento è l’imminente arrivo del darmi un taglio…. La mia parrucchiera di fiducia è in maternità così ho dovuto arrangiarmi a cercarne una nuova, cosa in apparenza semplicissima visti i saloni di bellezza che spuntano meglio che i funghi dopo la pioggia. Solo in apparenza :). Adesso non immaginatevi che sono una di quelle ragazze stirate che vanno dal parrucchiere ogni settimana per farsi belle…non che sarebbe un male, ma forse avete già capito che a me una rotellina manca e dal parrucchiere ci vado solo quando urge (tipo una volta ogni 3 – 4 mesi) .

Nella nostra famiglia le priorità si capiscono anche dal parrucchiere scelto: Michi la cagnolina la porto per la tosatura dalla miglior parrucchiera a 4 zampe (però la lavo a casa) , io sono alla continua ricerca del miglior parrucchiere a prezzo onesto… invece il marito si rade da solo a casa :).

Eccomi alla ricerca della parrucchiera perfetta 🙂

 

esperienze dal parrucchiere

esperienze dal parrucchiere

Parrucchiera n° 1: tu dimmi pure quanto vuoi che ti taglio…tanto ti taglio quanto voglio io 🙂

Entro, il salone sembra carino, la parrucchiera giovane e disponibile. Lavaggio di rito poi mi siedo sulla sedia elettrica , ups del parrucchiere. Spiego che voglio solo una spuntatina, mi fa vedere quanto pensa di tagliare (diciamo un paio di centimetri), approvo, ci sorridiamo amabilmente nello specchio, sembra l’intesa perfetta. Inizia a tagliare da dietro, io sorrido tra me e me, forse ce l’ho fatta…poi troppo tardi mi rendo conto che i 2 cm convenuti si sono trasformati in – 6cm…il sorriso diventa glaciale…vabbè, poi ricrescono in fretta, magari fosse così anche con i tagli che so, al budget, allo stipendio ecc 🙂 .

 

Esperienza n° 2 dalla parrucchiera multitasking che taglia con una mano e con l’altra manda degli sms a raffica.

Inizia più o meno come sopra, lavaggio, scambio di sorrisi amabili, mercanteggiamo per un paio di cm di spuntatina che , manco a dirlo, si trasformano in – 4 cm…ormai ci ho preso l’abitudine . Salvo che ad un certo punto la parrucchiera inizia a digitare sullo smartphone…con una mano taglia una ciocca, con l’altra digita e digita…le sarà venuta l’ispirazione per scrivere un romanzo sul cellulare visto che non finisce più. I miei sguardi che potrebbero ghiacciare lo specchio non le fanno un baffo. Dopo un po’ le suona il cellulare e si mette pure a parlare mentre mi fa la piega. Assolutamente notevole la sincronia tra la mano con cui afferra il cellulare e quella con cui armeggia con l’asciugacapelli. Il risultato è talmente interessante che, non appena uscita dal suo salone, mi metto alla ricerca di un altro per rimediare quello che si può.

 

Esperienza ° 3 dal parrucchiere – dimmi pure come vuoi la piega, tanto te la faccio come voglio io

Un mix delle 2 esperienze sopra, poi arriviamo alla piega: come al solito io voglio solo farli asciugare al naturale con l’asciugacapelli a diffusore, senza nessun prodotto tipo schiuma –delle meraviglie o gel –ultima grido alla moda. Niente, zero, nada, non li voglio i prodotti per la piega, sennò non appena arrivo a casa mi lavo subito. Sì, forse mi mancano non una ma 2 rotelle , d’accordo. Comunque, dico cosa voglio…ma ups, la parrucchiera non è mica d’accordo, mi dice rivoltata “no, come vuoi andare in giro così? Adesso ci penso io a farti bella!”. E così non appena sposto lo sguardo mi spruzza un fissativo e mi guarda incantata dal risultato. Non appena la nuvola fissativa si disperde e riesco pure a respire mi guardo:oh sì, adesso sono bellissima…i miei capelli mi danno la sensazione di essere incollati con il super-attack .

 

E ne avrei ancora da raccontare :). Che dite, sono di troppe pretese? La ricerca della parrucchiera perfetta si avvera ancor più ardua di quella del principe azzurro  . Adesso tocca a voi raccontare se avete delle esperienze del genere !

ps: la foto è più vecchia, quando avevo i capelli cortissimi e rossissimi…adesso sono lunghi e colorati faidame e naturalmente con l’hennè

 

like & share:

12 Responses »

  1. Ci ho rinunciato da anni e faccio da me 🙂 Pure Sarah Jessica Parker taglia personalmente i capelli alle figlie, mica le manda dalla parrucchiera!!!
    P.s ora ho capito come mai si chiamano parrucchiere, perchè uscita dalle loro grinfie il 99% delle volte corri a comprare una parrucca per rimediare al disastro che hanno combinato 😛 Un bacione!

  2. Oramai è da un sacco di tempo che ho risolto il problema del parrucchiere! Ah ah ah:-)

  3. Albino: ovviamente che le ho pagate…a quella multitaking quasi quasi lasciavo la mancia, non è da tutti tagliare i capelli con una mano e scrivere degli sms con l’altra …magari è una scrittrice in erba :).

  4. Camilla: io non riesco a tagliarmeli visto che i capelli sono molto spessi e forti…però il colore con l’hennè (e quello chimico prima) me lo sono fatta sempre da sola :).

  5. Si si, è proprio così!!! 🙂
    Per il taglio ti chiedono quanti centimetri vuoi tagliare, misurano un paio di centimetri con le dita per mostrarti che hanno capito e poi… tagliano tutto quello che possono!!! 😀
    E per la piega (liscia o naturale che sia)… la maggior parte delle volte arrivo a casa e la rifaccio!
    Per esperienza personale: mai andare dal parrucchiere subito prima di un avvenimento importante (tipo matrimonio, laurea o altro) o prima di fare le foto per passaporto e carta d’identità! Sempre meglio lasciarsi il tempo di rientrare a casa e aggiustarsi 😉
    E per finire, qualche mese fa la parrucchiera (la prima che provavo qui a Clermont) dava la colpa all’henné per il fatto che non riusciva a farli lisci… 😀 Ovviamente ne ho trovata un’altra qui a Clermont 😉

    Bacione!

    P.S. Mi ricordo di quando avevi i capelli cortissimi!! 🙂

  6. Avendo i capelli ricci, ho sempre dovuto rinunciare a tagli alla moda e frangia, ma, tutto sommato, probabilmente mi sono risparmiata qualche disavventura!

  7. Simona: vero? misurano, te lo fanno vedere e poi chissà come mai tagliano almeno il doppio :). A me la piega liscia non è mai piaciuta, detesto farmi stirare i capelli (non so se c’entra qualcosa col fatto che odio stirare i vestiti 🙂 ). Invece quando mi fanno i capelli mossi sembro Raspuntzel …per quello chiedo solo di aciugarli al naturale senza nessun tipo di piega (piega che ovviamente mi fanno comunquepagare ). Invece a me sembra che con l’hennè i capelli vengono comunque più lisci di prima visto che sono più pesanti :). Quando avevo i capelli corti ero più facile da accontentare, non mi lamentavo quasi mai…sarà la vecchiaia- brontolona :). Un bacione!

  8. Francesca: beata te, i miei sono un pò mossi! Per tanti anni ho portato i capelli corti o cortissimi, cambiavo sempre taglio ma mi lamentavo di meno :).

  9. Come ti capisco! Io è da 10 anni che vado dallo stesso parrucchiere, ma prima di trovare quello giusto… Che fatica! Da giovane non so quanti ne ho provati: risultati disastrosi per fortuna non ne ho mai avuti, ma diciamo che al confronto con il parrucchiere di adesso, gli altri erano solo dei principianti. Pensa che ormai ho un rapporto di fiducia tale che tante volte gli dico solamente “fai tu”. Dai resisti qualche mese finchè torna la tua parrucchiera!

  10. Ciao Silvia,anch’io vorrei un parrucchiere cosi’, dirgli di fare lui, rilassarmi e alla fine essere pure contenta :). La verita’ che la mia parrucchiera di fiducia anche lei ha il vizio di tagliare almeno il doppio del pattuito 🙂 . Pero’ mi sa che comunque tornero’ da lei, ci avevo messo secoli per farla abituare al fatto che non voglio dei prodotti di styeling nei capelli.

Rispondi