Regalo di Natale in giallo con il libro Il Grillotalpa di Michele Bracciotti

Regalo di Natale in giallo con il libro Il Grillotalpa di Michele Bracciotti
Regalo di Natale in giallo con il libro Il Grillotalpa di Michele Bracciotti

008w2Per un Natale in giallo: due romanzi gialli (in regalo) con le avventure tragicomiche di Corso Ciuti, un trentenne che s’ improvvisa detective.

I regali che più desidero (e non solo per Natale) sono i viaggi ed i libri…se di viaggi scrivo assai spesso, dei libri ho parlato solo in occasione di qualche dolce ricetta. Come qualcuno è cioccolato-dipendente io sono lettura-dipendente, però parlare dei libri mi risulta difficile, oltre a dire mi piace/non piace (sindrome da FB? 🙂 )  non riesco a legare 2 righe per raccontare in maniera accativante un romanzo. Mi faccio coraggio siccome mi piacerebbe scambiare opinioni, consigli e, perchè no, anche dei libri :). Perchè? Perchè i libri ti fanno volare in mondi lontani, ti danno la possibilità di scoprire e sperimentare vite diverse…tranquillamente dalla poltrona di casa e senza passaporto. Cosa ne dici, ti va?

E per iniziare bene ti offro in regalo 2 romanzi gialli di Michele Bracciotti, pubblicati dalla prestigiosa Casa Editrice ArabaFenice. Cosa, come? Te lo svelo subito!:) Prima mi dici che tipo di libri preferisci? Io leggo un po’ di tutto: in base alla disposizione prediligo i thriller, i romanzi storici, fantascienza, fantasy e fiction (misteri, realismo magico e via). Ed i gialli!

I gialli mi piacciono perchè mi rilassa immedesimarmi nei panni del detective per risolvere il caso, ancor meglio se sono scritti con umorismo e se riescono a far trapelare nella trama, in maniera non invasiva, anche i problemi sociali / d’ attualità della società. Ed i romanzi gialli di Michele Bracciotti sono proprio così! Il protagonista dei suoi libri è Corso Ciuti, un trentenne (finalmente un giovane come protagonista detective!), all’apparenza un impacciato laureato in entomologia agraria, strana professione che non svolge, vive con i genitori e lavora come cameriere in una pizzeria.

Perchè i libri di Michele Bracciotti “La sfinge della vita “ ed “Il grillotalpa” mi sono piaciuti e te li consiglio? E’ una lettura molto piacevole e scorrevole, le avventure tragicomiche del protagonista sono raccontate  in maniera divertente e vengono toccati anche argomenti più seri di storia e medicina: nel libro “Il grillotalpa”una delle protagoniste è una raggaza dell’est europa sopravvissuta al conflitto bosniaco; un altro personaggio  è un giovane  che, rifiutando la vita da impiegato d’ ufficio, si rifugia in campagna per  aprirsi una piccola azienda agricola…e così scopriamo (una cosa che io sospettavo da tempo, guardando solo il gran lavoro richiesto dal mio piccolo orto sul terrazzo) che andare a vivere in campagna e lavorare la terra non è così semplice come sembra.

Geniale la presentazione ironica della passione per l’alta cucina – questa moda ormai dilagante di trasformare il cibo in opera d’arte fino a quando perde ogni contatto col semplice cibo tradizionale.

Mi sono divertita troppo per tenerlo solo per me, ti metto un frammento qui:

«Avete prenotato, signori?» mormorò una voce alle loro spalle.

Dietro di loro era comparso il titolare del locale. Appariva molto giovane d’età, anche per il taglio scolpito dei suoi capelli. Una mezza dozzina di griffe variamente distribuite sul suo abbigliamento ostentavano la sua costosa disinvoltura. Guardando i nuovi clienti attraverso un paio di occhiali con la montatura che sembrava uscita da un museo di arte moderna, chiese con fare distaccato: «È la prima volta che siete nostri ospiti?».

«No» disse Mara fissandolo negli occhi «venivamo qua già parecchio tempo fa. La signora Iolanda non lavora più qui?»

«Ah, la vecchia proprietaria vuoi dire?» sospirò «no, non c’è più, è andata in pensione da tempo. Io mi chiamo Piergiorgio e faccio parte di una importante società che tende a valorizzare le vestigia urbane della ristorazione».

«Le vestigia della… ma che stai dicendo?» chiese Corso afferrando prontamente la maniglia della porta.

Mara fu rapida ad allontanarlo dalla via di fuga e, fronteggiando spazientita il griffato, chiese: «Allora questa non è più l’Osteria della zia Iolanda! Se lei non c’è più che cavolo di posto è diventato questo?».

Questo è solo l’inizio della divertente avventura gastronomica di Corso Ciuti, se vuoi continuare la lettura puoi scaricare l’estratto del frammento qui (in pdf).

 

Dopo questo assaggio di lettura ecco la presentazione – riassunto dei due romanzi.

Il libro La sfinge della vita di Michele Bracciotti
“Chi è Corso Ciuti? Un ragazzo sui trent’anni che da tempo porta sul naso un paio di occhiali dalle spesse lenti, un laureato in entomologia agraria che non esercita la professione, un cameriere che lavora alla sera nella pizzeria dell’amico Ranieri, un fidanzato in perenne conflitto con la bella Mara, insofferente ogni giorno di più nel vederlo perdersi dietro ad ogni fatto inconsueto che turba la quiete di una piccola città di provincia, un tormento per l’agente di polizia Giorgio Lentini, anch’egli suo amico fin dai tempi del liceo. Corso è tutto questo, è un individuo che sceglie di non scegliere, che rifiuta istintivamente tutto ciò che può omologarlo al modo di vivere comune. Corso non è un gabbiano da discarica, perché vuole librarsi alto nel cielo ed osservare il mondo sopra le teste di coloro che troppo spesso si rifugiano nel rassicurante aspetto delle apparenze, che si accontentano di ciò che si mostra ovvio, senza minimamente metterlo in discussione. Seguendo la sua “voce”, il suo istinto irrefrenabile, egli combatterà contro chi si ostina a considerare casuali alcuni fatti di cronaca dei quali lui stesso è testimone, in un gioco d’azzardo che metterà più volte a repentaglio la sua incolumità. La città vecchia, dove è nato è dalla quale troppo presto è stato separato, gli si presenterà prepotentemente con gli odori, i rumori e le storie dei suoi personaggi, parlerà con lui per bocca di Zampieri, lo spietato giocatore di biliardo che incarna lo spirito di una umanità più propensa a sparire, come l’ultima, fragile e tazzina da caffè del bar di Gino, piuttosto che disperdersi fra la folla di gente “che viene da tutte le parti e finisce qua a fare tante cose importanti, che poi si sanno in tutto il mondo” . Con il suo fare ingenuo ma ostinato, il protagonista sarà coinvolto in una serie di vicende dal sapore tragicomico per trovarsi infine di fronte al suo peggiore incubo, quando dovrà fronteggiare una scelta alla quale non potrà in alcun modo sottrarsi.”

Se vuoi leggere gratuitamente un frammento del libro “La Sfinge della vita” , puoi scaricarlo qui

Per ordinare il libro sul sito della casa editrice Araba Fenice 

Il libro Il grillotalpa di Michele Bracciotti“Grillo …grillotalpa?” mormora sbigottito Ranieri, dopo che l’amico ha riferito i dettagli della sua ultima disavventura. Forse Corso Ciuti non ha tutti i torti quando si rifiuta di fare il suo mestiere di entomologo, perchè stavolta la ricerca dell’insetto che sta divorando le patate di un arcigno contadino lo coinvolgerà in una vicenda davvero pericolosa. L’incontro casuale con una misteriosa ragazza muta genera in Corso una curiosità che si trasformerà in affannosa ricerca, quando la “voce” prenderà ad urlare implacabile nella sua mente. L’amicizia di vecchia data che lo lega all’agente di polizia Giorgio Lentini sarà messa a dura prova dalla caparbietà del protagonista: il suo volersi immischiare in un’indagine che coinvolge personaggi appartenenti ad un mondo dominato dalla violenza, dove l’ombra lunga della guerra trascina con sè rancori mai sopiti, porterà la storia verso un finale inatteso e sorprendente, nel quale tutti troveranno la loro personale redenzione.

Per ordinare il libro sul sito della casa editrice Araba Fenice

Che ne dici? A me sono piacuti e te li consiglio…anzi te ne regalo due.

Partecipa  anche tu- per un Regalo di Natale in giallo con i libri “Il Grillotalpa” e “La Sfinge della vita” di Michele Bracciotti

Come vincere i 2 libri (per una persona, in un unico pacco)

–        Lascia un commento qui sotto entro la mezzanotte del 18/12/2013.

–       Il vincitore sarà estratto tra tutti i partecipanti usando il programma random.org e sarà annunciato qui nel post, con il later edit, giovedi’ mattina (19/12/2013)

–        La partecipazione è aperta a tutti , se vi fa piacere diventare  fans su  Facebook di Corso Ciuti (la pagina FB dei romanzi) e del mio Matrioska Blog…saremmo davvero felici :).

Non vedo l’ora di leggere i prossimi romanzi di Michele per scoprire le nuove avventure di Corso Ciuti!

alla presentazione del libro Il grillotalpa

like & share:

8 Responses »

  1. Davvero bello il Grillotalpa…ho appena finito di leggerlo ! Complimenti per il post…molto “giallo”…:-)

  2. Ciao Anca, davvero un’ ottima iniziativa…complimenti.
    Io ho già letto tutti e due i libri di Michele e mi sono piaciuti molto…ora attendo il prossimo romanzo con le avventure di Corso Ciuti.
    Pertanto, per quanto mi riguarda, rinuncio all’ estrazione dei libri, in quanto ne sono già in possesso, così anche altre persone avranno la possibilità di leggere e conoscere i romanzi di Michele.
    Buone Feste !

  3. @Ana Maria : grazie per il commento, allora abbiamo dei gusti simili e ti piacerebbero i gialli di Michele Bracciotti! Per quanto riguarda i romanzi storici a me piaciono molto, tra altri, quelli di Ken Follett, invece “Mapuche” di Caryl Férey un misto tra noir e storia-contemporanea ambientato a Buenos Aires, è uno dei miei preferiti nel 2013. Aspetto anche le tue dritte, intanto in bocca al lupo per l’estrazione dei gialli di Michele Bracciotti!

  4. Ciao Danilo, grazie mille, allora i libri vanno senza estrazione a Ana Maria! Pure io non vedo l’ora di leggere le prossime avventure di Corso Ciuti! Buone Feste anche a te!

  5. Ohh… davvero????? Ho visto 2 libri ? Grazie di cuore !!!!!!! Che bel regalo !!!!!!! Adesso non mi vengono in mente tanti…ho letto Markus Zusak – La bambina che salvava i Libri, che mi è piaciuto un mondo – una storia ambientata durante la guerra, ma molto bella e adesso sto finendo il terzo libro di una trilogia: Glenn Cooper : La biblioteca dei morti, Il libro delle anime, I custodi della biblioteca , che sono un misto di azioni che si svolgono in epoche diverse, ma molto interessanti :). Buone feste !!

  6. Ciao Ana Maria, si’, proprio 2 libri! Aggiungo le tue dritte sui libri alla mia lista di letture per il 2014, grazie! Buone feste anche a te…sto preparando il pacco con i libri per te:), spero arrivino in fretta. Bacione.

Rispondi