Barcellona – allegra e colorata fiesta d’arte con Gaudí

Barcellona – allegra e colorata fiesta d’arte con Gaudí
Barcellona – allegra e colorata fiesta d’arte con Gaudí

Barcellona – allegra e colorata fiesta d’arte con Gaudí  oppure cosa vedere a Barcellona, una città vivace ideale per gli amanti dell’arte moderna e contemporanea, del colore e dell’ anticonformismo.

immagini Cosa vedere a Barcellona - creazioni GaudiFestaiola, allegra e bella in maniera originale. Gaudí, Mirò, art nouveau, modernismo. Coloratissima, misteriosa e con un tocco artistico magico – surreale. Sangria, tapas e persone che ballano la sardana .

L’hai riconosciuta? Barcellona, olè! Una delle città europee più insolitamente belle e vivaci, Barcellona attira con un mix di arte, atmosfera allegra, buon cibo, spazi verdi e spiagge.   Troppi aggettivi? 🙂 Forse, ma se li merita tutti!

Il fascino di Barcellona è legato al genio di Gaudì e al modernismo, ♥ particolarmente questo tipo d’arte un po’ psichedelico – non so cosa si sarà fumato o bevuto Gaudí  (forse tanta sangria?…olè!) – ma sembra incapace di concepire le linee rette, come per magia le sue creazioni sono tutte in qualche modo contorte, ondulate, surreali.

Anche se amo l’arte, a volte nei miei viaggi non visito i musei preferendo assaporare piuttosto l’atmosfera… invece a Barcellona ne ho visti parecchi. I prezzi per gli ingressi sono piuttosto salati, ma secondo me ne vale assolutamente la pena, se hai voglia di accompagnarmi ti farò vedere perchè. Che dici, ci tuffiamo nel mondo magico di Gaudí & co?

Ecco cosa vedere assolutamente a Barcellona – dedicato agli amanti dell’arte ma non solo, perchè queste attrazioni sono comunque nel top delle cose da vedere a Barcellona:).

Park Guell: creato da Gaudí,  ovviamente  non poteva essere il solito parco, ma uno magico e surreale. Le case fiabesche all’ingresso del parco sembrano creazioni di marzapane, all’interno trovi architettura insolita, una terrazza decorata con mosaici coloratissimi, draghi e una vista panoramica su Barcellona.

Prezzo: l’ingresso nel parco costa 8 euro

 

Immagini Casa pan di spezie di Gaudi a Park Guell Barcellonacasa di marzapane nel Park Guell

immagini Park Guell di Gaudi a Barcellona

Park Guell Barcellona terrazzo
Casa Batllò simbolo della Barcellona modernista e art nouveau. Oltrepassato il portone sembra entrare nel regno delle favole con i soffitti tutti curvi, i lampadari sembrano delle navicelle spaziali/ufo, le porte e le finestre sono le protagoniste. La mia preferita, assolutamente da non perdere è la visita all’interno, anche se il prezzo (sui 20 euro) è piuttosto salato!

Dove: Passeig de Gràcia, 43. Metrò L3, fermata Pg. de Gràcia. RENFE: Stazione Pg. de Gràcia.

Orario dalle 9 alle 20, tutti i giorni.

immagini Casa Batllò di Gaudi' a Barcellonainterni Casa Batllò

immagini casa Batllò di Gaudi a Barcellona

sul terrazzo di Casa Batllò

Immagini Casa Battlò di Gaudi a Barcellonaesterno casa Batllò

La Pedrera (o Casa Milà) –un’altra casa creazione di Gaudí, se la facciata è originale , la terrazza sul tetto m’ha colpita con le sculture inquietanti , sembra il set di un film horror – fantascienza. Interessante anche l’allestimento dell’appartamento in stile inizio ‘900. La Pedrera si può visitare sia di giorno che di notte.

Dove: Provença 261-265. Metrò L3: Diagonal. Autobus: 7, 16, 17, 22, 24 e 28.

Prezzo: 16, 50 euro

immagini terrazzo La Pedrera di Gaudi a Barcellonaterrazzo Pedrera – set per un film di fantascienza /horror? 🙂

immagini La Pedrera arredamento casa stile inizio '900arredamento stile inizio ‘900

immagini esterno La Pedrera di Gaudi a BarcellonaLa Pedrera – la facciata

 Sagrada Familia – il simbolo di Barcellona, è probabilmente la creazione più famosa di Gaudí. Una cattedrale impressionante ed unica per la sua forma, dimensioni e dettagli da far girare la testa , uno dei posti che si’,devi vedere, ma che mi ha impressionato meno. Carina la vista panoramica sulla città  dal tetto e vertiginosa la discesa  (l’ho fatta a piedi …”solo” 400 gradini ).

Ci sono vari opzioni per la visita alla Sagrada Familia, io ho scelto la visita dell’interno e delle torri.

La Sagrada Familia è più impressionante da fuori, l’unica creazione di Gaudí  che eventualmente tralascerei per motivi di tempo e/o soldi.

Prezzo:  biglietti a partire da 14, 80 euro

immagini La Sagrada Familia a Barcellona

immagini Scala a chiocciola la Sagrada Familia Barcellona

immagini Dettagli facciata la Sagrada Familia Gaudidettagli facciata Sagrada Familia

 

Fundacio Juan Mirò – il museo espone la collezione pubblica più importante del pittore  Juan Mirò. Piccolissimo, è una vera infusione di allegria con i quadri ospitati all’interno, macchie di colore che sembrano saltarti adosso.  Sul terazzo trovi le coloratissime sculture di Mirò…ti fanno compagnia mentre godi della vista panoramica su Barcellona.

Dove: Il museo si trova nel Parco Mont Juic, una zona dove vengono spesso organizzati spettacoli e concerti.

Prezzo: 11 euro

immagini Museo Juan Mirò Barcellonasul terrazzo del museo Juan Mirò

musicista Placa d'Espanya Barcellona(A due passi dal museo di Mirò) :Musicista di strada ai piedi del Mont Juic,  vista su Plaça d’Espanya e la Fontana Magica

A proposito di musica, mi è molto piaciuto il Palau de la Musica Catalana. Costruito da Luís Domènech i Montaner, il Palau de la Música è l’unica sala da concerti modernista che sia stata dichiarata dall’UNESCO . La facciata è già uno spettacolo però merita anche di entrarci. Le visite sono guidate, ogni ora il tour in una lingua diversa, manca però l’italiano. Io l’ho fatto in catalano, conoscendo il francese l’ho capito quasi meglio dello spagnolo:).

Dove : Foyer del Palau de la Música. C. Palau de la Música, 4-6. 08003 Barcelona. Metro L1 Urquinaona, L4 Jaume I. Autobusos 17, 19, 40 e 45

Prezzo: 17 euro

immagini Palau de la Musica Catalana BarcellonaPalau de la Musica Catalana

El raval – è un quartiere popolare ed etnico dove vanno anche gli studenti per farsi una birra, il suo simbolo è  il gattone gigantesco creato da Bottero.

immagine gattone gigantesco di Bottero a El Raval Barcellona

La Rambla – il famoso viale di Barcellona che collega Plaça de Catalunya con il porto antico (Port Vell), carino passeggiarci per l’alta concentrazione di statue vive con costumi fantasiosi …la moda delle statue vive si trova ormai un po’ ovunque, ma sulla Rambla ce ne sono davvero tante e piuttosto originali. A due passi dalla Rambla puoi tuffarti nell’ arte culinaria, finalmente l’arte che mette d’accordo tutti :): nel mercato di Boqueria, il più famoso di Barcellona.

immagini Pittori La rambla BarcellonaLa Rambla

immagini statue vive la Rambla Barcellona

Street art – l’arte di strada alternativa è a casa a Barcellona, non vedo l’ora di tornarci per scoprirla.

immagini Street art a Barcellona

Dalì – gli amanti di Dalì non dovrebbero perdersi il surreale Teatre Museu Dalí a Figueres. A 130km da Barcellona, puoi andare in giornata col treno .

Ovviamente quest’elenco non è esaustivo, a Barcellona ci sono tanti altri musei interessanti, ho scelto quelli a mio  umile parere più rappresentativi ed imperdibili :).

Cosa t’ ispira di più tra tutti? I miei preferiti : Casa Batllò, Park Guell, la Pedrera e il museo di Mirò.

Ovviamente (? :))Barcellona non è solo arte, ma anche ottimo cibo e mare (basta prendere il treno dalla centrale piazza Catalunya per arrivare in neanche mezz’oretta a delle piccole località balneari). Però di questo parlerò un’altra volta, adesso un pò di info utili per un viaggio a Barcellona.

Info utili per visitare Barcellona:

Quando visitare Barcellona?: sempre! Però se puoi evita il mese di agosto quando il caldo diventa soffocante e la città perde un po’ della sua atmosfera tipica: si svuota dai barcellonesi per riempirsi di turisti.

Barcellona Card: se vuoi visitare più musei forse ti conviene fare la Barcellona card.

Per informazioni sugli orari dei musei, indirizzi, cosa vedere e fare a  Barcellona, ti consiglio il sito turistico ufficiale Barcellona, io l’ho trovato molto utile. Sono  interessanti anche le proposte di vari tour alla scoperta della città, da quelli classici (che magari puoi fare benissimo da solo) ai tour  più particolari (tipo la scoperta della città in bici, la Barcellona dei fantasmi) ai tour gastronomici (c’è il chocolate tour per gli amanti del cioccolato, tapas tour) e anche la possibilità di lezioni di cucina tradizionale. Slurp!

Dove alloggiare a Barcellona? A Barcellona sono stata ospite di una cara amica che ci vive , però cercando delle offerte di viaggio a Barcellona ho trovato alcune ottime soluzioni di volo e hotel tramite logitravel, un portale che offre la possibilità di acquistare dei voli oppure offerte a buon prezzo di pacchetti vacanza con volo e hotel a Barcellona .

Cosa leggere per immegersi nell’atmosfera di Barcellona:  a volte (anzi spesso) m’innamoro di una città e viaggio in maniera immaginaria anche attraverso i romanzi . Due dei miei scrittori preferiti (molto diversi come stile) sono barcellonesi : Alicia Gimenez Bartlett, autrice di gialli scritti con umorismo, i suoi protagonisti si muovono in una Barcellona dei contrasti. Invece Ruiz Zafon, con i suoi libri intrisi di magia ed enigmi,  ti porta in una Barcellona misteriosa.

like & share:

3 Responses »

  1. Lo trovo molto utile per chi volesse visitare Barcellona.Con queste belle foto, mi è venuta la voglia di ritornare a Barcellona…!

  2. Grazie Danilo, sono davvero contenta quando i miei consigli di viaggio tornano utili.Anch’io vorrei tornare a Barcellona, stavolta anche per scoprire la sua anima dark, alternativa e … rubare la ricetta originale della crema catalana:).

  3. Pingback: Weekend lowcost a Barcellona – come spendere meno in viaggio | Matrioska Blog

Rispondi