Crostata alle mele con guscio al formaggio gruyère

Crostata alle mele con guscio al formaggio gruyère
Crostata alle mele con guscio al formaggio gruyère

immagine Crostata alle mele con guscio al formaggio groviera
fetta crostata alle mele e formaggio grovieraAll’apparenza sembra quasi la classica crostata alle mele, in versione rustica e , diciamolo, con il guscio un tantino troppo  abbronzato (c’è un perchè). Anche se non si vede, dentro c’è  anche del formaggio gruyère...però dove sarà finito ‘sto formaggio? Se ti va ti propongo di fare un giochetto –test del  detective buongustaio, se perdi lavi tu i piatti! :). Ci stai?

Quindi, il formaggio gruyère l’ho messo:

a)     falso, non c’è del formaggio

b)     è nascosto sotto le mele

c)     non saprei/ non ho voglia di fare il detective gastronomico,  dimmelo tu!

d)     nel guscio di pasta

La risposta meno ovvia ma gustosamente azzeccata è la d), stavolta il formaggio è incorporato  proprio nel guscio della crostata e con le mele va proprio a nozze. L’idea dell’impasto l’ho trovata da Martha Stewart, non fosse per lei, un guru della cucina gustosa ma semplice e senza fronzoli, forse non mi sarei fidata di usare del formaggio grattugiato nell’impasto. L’abbinamento mele – formaggio mi piace moltissimo e sono subito rimasta intrigata dall’ uso del formaggio. La ricetta originale era in realtà una Cheddar Crust Apple Pie, ho sostituito senza il minimo rimpianto il formaggio cheddar con il gruyère (ma la vedo benisimo anche col formaggio Sbrinz) ed ho trasformato la apple pie in una crostata – galette rustica dalla forma irregolare. Abbastanza semplice e veloce da fare , con le dosi indicate ne viene fuori una mega crostata…ne vale la pena siccome è ancor più buona il giorno dopo.

Una crostata da servire a colazione, dopo pranzo, all’ora del tè…oppure da portare ad un picnic. Un dolce street food, una crostata da passeggio per la comodità ma anche perchè camminando un po’ dopo averla mangiata scioglierò le calorie, gli zuccheri ed i sensi di colpa:) .
immagine Crostata alle mele con formaggio groviera

Ricetta crostata alle mele con guscio al formaggio gruyère

Ingredienti per il ripieno:

4-5 mele sode (quasi un kilo);

60 g di noci (puoi sostituirle con mandorle o nocciole)

9 cucchiai di zucchero (io zucchero di canna grezzo)

2-3 cucchiaia di succo di limone appena spremuta

1 cucchiaino di farina

cannella, q.b.

Ingredienti per l’impasto:

450g farina 00

1 punta di sale

1 cucchiaio di zucchero

165 g burro, freddo dal frigo, tagliato a pezzettini

170 g formaggio gruyère, grattuggiato

acqua ghiacciata: da 60 ml a 120 ml, la quantità d’acqua varia siccome ogni farina assorbe diversamente i liquidi

1-2 cucchiai di panna liquida per ungere la superficie

1 cucchiaio di zucchero di canna per cospargere la superficie

immagini preparazione crostata alle mele con guscio al groviera

Come preparare l’impasto per la crostata:

L’impasto si può lavorare nel frullatore, col mixer con le lame per l’impasto (quelle a spirale) oppure con le mani. Io l’ho lavorato con le mie manine :).

Mescolare farina, sale, zucchero nel frullatore (oppure in una ciotola col cucchiaio). Aggiungere il formaggio gruyère grattuggiato e il burro freddo ridotto a pezzettini, mescolare (con le lame del mixer o con la punta delle dita) affinchè otterrete un impasto sabbioso con bricciole piccole (dalle dimensioni di piselli piccoli). Sono proprio questi pezzettini di burro non sciolti che fanno sì che dopo la cottura l’impasto acquisti la tipica consistenza friabile.

Aggiungere 60 ml d’acqua, mescolare col blender ( o con una forchetta) fino a quando l’impasto inizia a legarsi un po’. Se l’impasto risulta troppo secco aggiungere altra acqua, un cucchiaio alla volta, mescolare. L’impasto dovrebbe legarsi.

Formare una palla con l’impasto, avvolgerlo nella pellicola trasparente. Con l’aiuto del matterello appiattirlo formando un disco  piatto. Metterlo nel frigo per un’ora.

L’impasto si può conservare nel frigo fino a 24 ore oppure nel freezer per 3 mesi. Io ho lasciato l’impasto nel frigo per tutta la notte e  quindi prima di lavorarlo l’ho lasciato 15 minuti a temperatura ambiente per farlo ammorbidire un po’.

Stendere l’impasto sulla carta da cucina leggermente infarinata, con l’aiuto del matterello stendere formando un cerchio di circa 40 cm di diametro e spesso 0,5 cm. Trasferire l’impasto (assieme alla carta da forno) sulla teglia da forno.

Mettere le noci, 3 cucchiai di zucchero e un cucchiaino di farina nel blender, tritare fino a quando diventano molto sbriciolate ma non completamente ridotte in polvere. Usare il mix di noci e zucchero (precedentemente preparato) per coprire l’impasto.

Mettere il succo di limone in una ciotola molto capiente.

Sbucciare le mele e tagliare a fette non tanto sottili (ogni mela l’ho tagliata in 8 fette), man mano che tagliamo le mele le mettiamo nella ciotola col succo di limone. Separatamente mescolare lo zucchero di canna rimasto(6 cucchiai) con la cannella , poi aggiungerlo sopra le mele, mescolare bene con le mani in modo che le fette di mela siano coperte in maniera il più possibile omogenea.

Distribuire sopra  l’impasto le fette di mele, lasciando 5 cm di bordo libero. Piegare i bordi dell’impasto verso l’interno. Mettere la crostata nel frigo per 15 minuti. Preriscaldare il forno a 175°C.

Trascorsi i 15 minuti, ungere i bordi della crostata con la panna liquida. Distribuire un cucchiaio di zucchero sopra le mele ed i bordi della crostata . Infornare a 175°C per 60-70 minuti circa, affinchè le mele stanno bollendo e si ammorbidiscono e la superficie assume un colore dorato scuro – ramato. Dovesse scurire troppo dopo un’oretta, coprire con un foglio di alluminio. Togliere dal forno e lasciar raffreddare.La crostata viene servita dopo almeno 4 ore  o dopo una notte,il giorno dopo è ancor più buona. Si conserva a temperatura ambiente per 2-3 giorni.

Segreti in cucina 🙂

–        per la preparazione dell’impasto io ho usato 120 ml d’acqua più altri 2-3 cucchiai d’acqua, siccome mi sembrava troppo secco.

–        La prossima volta vorrei provare questa ricetta anche con il formaggio sbrinz .

Al parco con una fetta di crostata alle mele e formaggio…ovviamente c’è pure Michi, la cagnolina
immagine al parco assieme al cane e una fetta di crostata alle mele e formaggio groviera
Con questa ricetta partecipo a Swiss Cheese Parade, il contest con formaggi dalla Svizzeri organizzato da Formaggi Svizzeri e Teresa del blog Peperoni e Patate.

swiss cheese parade

like & share:

6 Responses »

  1. Complimenti! Croccante cheesecake con formaggio made in Swiss, deliziosa per un soleggiato picnic autunnale, naturalmente da gustare dopo una luuuunga passeggiata…:-)

  2. Grazie Danilo, meglio mangiarne una fetta prima e una dopo la passeggiata,volendo anche la terza mentre si cammina:). In realtà non è una cheesecake siccome il formaggio groviera va solo nell’impasto…mi sa che ti tocca lavare i piatti:).

  3. Ciao Silvia e Newton, davvero insolito ma funziona bene, il formaggio si ente poco e m’hanno detto che sembra pure leggera:).

Rispondi