Risveglio a Venezia con foto e domande -Venetia cu foto si intrebari

Risveglio a Venezia con foto e domande -Venetia cu foto si intrebari
Risveglio a Venezia con foto e domande -Venetia cu foto si intrebari

venezia (17)w

Foto di Venezia però questo non è un diario di viaggio, lettore avvisato, mezzo salvato! 🙂

Venezia è una delle città più famose, fotografate e raccontate al mondo, cosa si può dire di originale o almeno utile per il lettore? Ops, non mi viene nulla in mente! Le foto di Venezia potevano restare ancora lì, ad uso dei parenti ed amici, tanto non sono un granchè…solo che sbirciandole mi sono resa conto che in 11 anni tante cose sono cambiate ( no, Venezia è sempre splendida) nel mio (nostro) modo di viaggiare . Cos’abbiamo perso e cosa abbiamo guadagnato?

Svegliarsi a Venezia…11 anni fa

11 anni fa mi svegliai alla stazione di Venezia Santa Lucia dopo aver trascorso 48 ore in treno, un lungo viaggio scandito dai risvegli alle ore più svariate della notte con “sveglia sveglia, dogana, controllo documenti prego!”, le facce sospettose dei doganieri che ispezionavano il visto sul passaporto, valigie tirate fuori, rovesciate, rimesse (cosa vuoi che ci sia?). Tanti sogni ed eccitazione …avevo vinto una borsa di studio quindi un soggiorno all’università di Padova e bò, non sapevo bene cosa aspettarmi, all’epoca internet era poco usato , la moda di documentarti leggendo i racconti di viaggio sui travel blog ancor meno.

E così,  dopo 48 ore in treno, uscii dalla stazione ancora addormentata trascinando una valigia più grossa di me…oooh! Stupore da bambino! Ero rimasta senza parole, il che è una cosa piuttosto unica che rara:) .

Poi, Venezia l’ho rivista , la seconda e la terza volta (ecc.)è stato più o meno uguale, eppur diversa: stupore-amore, mi sono persa e ritrovata tra il labirinto di stradine; il nervoso che c’è tantaaaa gente; click click, diecimila foto; la promessa che la prossima volta andrò anch’io in gondola; la caccia agli angoli più segreti e non battuti dai turisti.

Intanto in 11 anni tante cose sono cambiate parecchio, si viaggia con treni ultra veloci e con low cost, e soprattutto prima di andare vedi diecimila foto, leggi e pianifichi tutto: dove andare, cosa vedere, itinerari da fare, cosa e dove mangiare…pratico ed efficiente, organizzarsi le vacanze perfette è più facile che mai. Però…c’è sempre un però: ho un po’ la nostalgia di quella sensazione di stupore trovandomi in un posto quasi completamente sconosciuto.

E tu, cosa facevi 11 anni fa?:) Ti sembra che il tuo modo di viaggiare (ispirarti su dove andare, preparare il viaggio leggendo articoli sui blog e guardando delle foto, ecc…) sia cambiato?

Ti lascio con Venezia in immagini…poi tornerò con articoli di viaggio più utili e nella norma, prometto:).

venezia (13)w

venezia canalivenezia (20)wVenezia barche

venezia (27)w

 versiunea in limba romana

Venetia cu foto si intrebari

Urmeaza niste fotografii cu Venetia insa nu e un jurnal de calatorie, cititorul avizat este pe jumatate salvat (de la plictiseala) 🙂 .

Venetia este unul dintre orasele cele mai faimoase, vizitate si fotografiate din lume, ce se mai poate spune daca nu original macar util pentru cititor? Ops, sunt in pana de idei! Adevarul e ca fotografiile mele din Venetia puteau continua sa zaca bine mersi pe calculator, ca amintire, si asa nu e mare lucru de capul lor, insa privindu-le mi-am dat seama cate lucruri s-au schimbat in 11 ani(Venetia e mereu superba)  in modul meu(al nostru?) de a calatori. Ce am pierdut si ce am castigat in astia 11 ani?

Trezindu-ma la Venetia pentru prima oara…acum 11 ani

Intr-o dimineata inorita de acum vreo 11 ani ma trezeam la gara Venetia Santa Lucia dupa ce petrecusem 48 de ore in tren, o calatorie lunga cadentata de trezirea la orele cele mai ciudate cu “Trezirea, trezirea, suntem la granita, documentele la control!”, vamesii –intruchiparea suspiciunii inspectionand viza de pe pasaport, sportul cu valiza trasa afara, ravasita, inapoiata brambura. Multe sperante pentru un viitor luminos J…castigasem o bursa de studiu deci un sejur la universitatea din Padova si nu stiam deloc la ce sa ma astept. Iti aduci aminte ca pe vremurile alea(2002) internetul se folosea rar si inca nu aparuse moda de a te documenta citind jurnale –impresii de caaltorii pe bloguri de travel?

Asa ca, dupa 48 de ore in tren, am iesit din gara pe jumatate adormita tragand de o valiza mai mare decat mine si …OOOH! am ramas cu gura cascata si fara cuvinte (o chestie mai degraba unica decat rarain cazul meu) in fata spectacolului oferit de Venetia.

In timp am  revazut Venetia, a doua, a treia oara(samd) a fost cam asa: stupoare-dragoste la prima (re)vedere, draci ca e asa aglomeratie, m-am ratacit si regasit prin labirintul de stradute si canale, clic clic zece mii de foto din toate unghiurile, vanatoarea coltisoarelor secrete, promisiunea ca data viitoare o sa ma dau si eu cu gondola.

Intre timp in astia 11 ani s-au schimbat o sumedenie de lucruri, calatorim cu trenuri ultra rapide sau cu avioane low cost, Europa nu prea mai e la moda ca-i prea aproape si banala si, mai ales, inainte de a merge undeva vezi nu-stiu-cate-foto, citesti si planifici tot: unde sa mergi, ce sa vezi, ce si unde sa manaci…practic si eficient, asa ca organizarea vacantei perfecte e la indemana oricui. Dar..exista si un dar: am putin nostalgia senzatiei de uimire completa de a ma afla intr-un loc despre care stiu prea putine.

Si tu, pe unde erai si ce faceai acum 11 ani? Ti se pare ca modul tau de a calatori(inspiratie pentru unde sa mergi, pregatirea practica a calatoriei citind articole pe bloguri sau privind fotografii, etc) s-a schimbat?

Pe curand…si promit sa revin cu articole de calatorie mai normale si utile:).

piazza san marco veneziavenezia (38)w

gondole venezia 2

like & share:

13 Responses »

  1. Ciao Danilo, grazie mille però – c’è sempre il però, tu come la vedi? il tuo modo di viaggiare è cambiato rispetto a 10 anni fa o io sono l’unica pazzoide/sto invecchiando ecc ecc . :).

  2. Riflessione interessante!

    A pensarci bene il mio modo di viaggiare non è cambiato tanto… All’epoca compravo le guide turistiche del posto del tipo “Le 10 cose da vedere assolutamente”, ora cerco gli stessi spunti su internet 😉

    Bacione e complimenti per le foto 🙂

  3. Ciao, ho trovato il tuo blog così per caso stupendo e ricco di consigli.
    Che dire del post su Venezia è meraviglioso ci sono stata per la prima volta ad Aprile e me ne sono innamorata, ben organizzata sui percorsi da seguire per visitare il centro storico anche le linee di navigazione ecc.. D’altronde dopo Roma è tra le città più belle del mondo patrimonio dell’Unesco… Anche se al giorno d’oggi grazie al web possiamo vedere tante di quelle foto conoscere e organizzare tutto in modo dettagliato, penso che l’unica cosa che rimanga sia proprio la scoperta reale del posto vederlo ed avere delle proprie sensazioni… I cambiamenti ci sono sempre ed ogni volta che la visiterai la vedrai sempre con occhi diversi.
    A presto
    Antonella 🙂

  4. Ciao Simo!e delle prenotazioni on line per gli alberghi cosa mi dici?I portali sono nati solo da qualche anno. Io le guide le compro pure adesso in formato cartaceo:). Grazie, bacione!

  5. Ciao Antonella, verissimo, solo andandoci si scopre un posto…oltre alle immagini ci sono anche i profumi del posto.
    Grazie e a presto, Anca

  6. Ciao Anca!
    Devo dire che uso i siti per la prenotazione degli alberghi fin dal loro esordio… prima viaggiavo molto meno. Quand’ero piccola con i miei genitori si andava in campeggio o dai parenti e in quei casi non si prenotava nulla 🙂 Bacio!

  7. Ma quello era già il 2006, ti ricordi che stavamo preparando il viaggio a Berlino e tu avevi appena scoperto booking?:) Anch’io quando ero piccola nadavo sempre negli stessi posti al mare e in montagna, non dai parenti ma a casa di qualcuno(a volta scelto a caso tra quelli presenti con l’offerta alla stazione) che affitava una stanza, una specie primitiva di bed and breakfast:):). E poi prima era molto più difficile viaggiare senza passaporto:). Sicuramente la mia situazione è un pò diversa anche perchè prima del 2002 era un casino viaggiare fuori dalla Romania:).Bacione!
    ps: quando andiamo in montagna?:)

  8. Pingback: Torta alle carote e mandorle ricetta senza glutine – Venetian carrot cake | Matrioska Blog

Rispondi