Hennè come tingere i capelli naturalmente

Hennè come tingere i capelli naturalmente
Hennè come tingere i capelli naturalmente

hennè consigli

A gran richiesta eccomi con i consigli su come usare l’hennè per colorarsi i capelli in maniera naturale in toni di colore rossiccio.

L’hennè è una tintura vegetale naturale che viene usata da migliaia di anni in India, nel Medio Oriente e nel Nord Africa per tingere in toni rossicci  i capelli, la barba, le ciglia, le unghie e per i tatuaggi sulle mani. L’hennè viene usata non solo per tingere, ma anche come trattamento di bellezza per i capelli, rendendoli più lucenti, forti e voluminosi.

Sono la tipica ragazza “acqua e sapone”, non mi trucco e non mi agghindo però da sempre ho avuto la fissa di colorarmi i capelli, nel tempo i miei capelli hanno riflesso quasi tutti i colori dell’arcobaleno, azzurro (quasi) incluso:). Ad un certo momento mi sono trasformata nella ragazza con i capelli di fiamma…anche se a volte, con la mia chioma troppo voluminosa, sembro piuttosto un leone elettrizzato:).

Per tanti anni ho usato i colori normali, ovvero chimici, per colorarmi i capelli. Poi una cara amica ha scoperto l’hennè…vedendola mi sono innamorata del suo colore però, si sa, i pregiudizi sono duri a morire, da quasi due anni mi proponevo puntualmente di provare l’hennè per finire poi con l’ acquistare il solito colore chimico.

La svolta è stata quando ho conosciuto una signora marocchina con una bellissima folta chioma rossa, lucente, piena d riflessi. ..lei m’ha regalato un pò d’hennè e tanti consigli per usarla. Cosi’ ormai da 8 mesi uso mensilmente l’hennè e ne sono contentissima.

Cos’è l’hennè? L’hennè si ottiene dalle foglie essiccate e macinate dell’arbusto Lawsonia inermis, si trova come polvere di colore verde. I toni del verde dell’hennè possono variare in base alla provenienza dell’hennè. Sotto ecco l’hennè puro in 2 versioni, il colore più scuro quella marocchina, quella verde chiaro è prodotta in Messico ed acquistata in un negozio bio italiano. Bisogna fare molta  attenzione e comprare solo l’hennè puro (sull’etichetta dev’essere indicato lawsonia inermis 100%, senza altri pigmenti, policramati e robe chimiche varie).

hennèhenna

Perchè usare l’hennè per colorarsi i capelli: usando una tintura vegetale e naturale al 100% , i capelli sono diventati più forti, voluminosi e lucenti. Il colore dei capelli  sembra molto più naturale, i riflessi alla luce sono bellissimi.

Ovviamento ci sono anche i contro: rispetto al colore chimico, il tempo di posa è almeno doppio e si stende meno facilmente. Quando si usa l’hennè per la prima volta non si sa mai la tonalità esatta di rosso che può venir fuori. Sui capelli più scuri(da castano medio in poi) il colore potrebbe non venire completamente uniforme ma con tanti riflessi, un pò come avere delle sottilissime  meches. A me piace molto.

Se vuoi iniziare a usare l’hennè devi fare attenzione a:

–  se hai usato l’hennè per colorarti i capelli e , per qualche motivo, vorresti tornare a colorati col colore chimico, devi aspettare almeno 6 mesi prima di farlo;

–  io l’ho usata sui capelli già colorati col colore chimico e non ho avuto dei problemi;

–  l’hennè è naturale e a base di piante, quindi molto blando, infatti mi raccontavano  che in Marocco una volta si usava settimanalmente per lavare e sgrassare i capelli dei bambini. Però, in alcuni rari casi, anche le piante possono provocare delle allergie, quindi inizia col colorarti solo una ciocca;

–  usare l’hennè puro, non quello mescolato con altre sostanze o pigmenti: la sostanza dev’essere Lawsonia inermis e basta.

hennè mistura

colorare i capelli con hennè
Ricetta per preparare mistura hennè per colorare i capelli:

Io faccio così (sui capelli castano medio, lunghi fino alle spalle e molto voluminosi):

modalità d’uso per preparare l’hennè:

ingredienti mistura hennè:

100 g hennè puro

300ml liquido bollente (faccio un infuso forte di camomilla – eliminando poi i fiori-)

-2 cucchiaini di polvere di lavanda e rose secche (per il profumo, non influisce sul colore)

-2 cucchiai di succo di limone – si usa per schiarire il colore

-3 cucchiai di yogurt bianco naturale-  rende il composto di hennè più cremoso e facile da stendere sui capelli

Come preparare la mistura di hennè:

Mettere l’hennè e la polvere profumata in un recipiente di vetro (o ceramica o plastica), mescolare. Aggiungere a poco  a poco il liquido bollente, mescolando sempre con un cucchiaio in plastica o legno, affinchè si ottiene una crema densa ed omogenea. Aggiungere il succo del limone e lo yogurt, mescolare.

Il composto deve avere la consistenza di una crema, non troppo solida per poterla stendere sui capelli, ma non troppo liquida, perchè poi inizia a colare (a me è capitato la prima volta).

Mettere i guanti di plastica e stendere l’hennè sui capelli cominciando dalla radice e tirandola sul resto dei capelli. Massaggiare bene alle radici e su tutta la capigliatura, l’hennè ha anche un effetto sgrassante.

Coprire i capelli con un sacchetto o cuffia di plastica. Avvolgere la testa in un asciugamano a mò di turbante oppure mettere un cappello preferibilmente di lana (l’hennè agisce al caldo). Lasciar agire da un minimo di un’ora ad un massimo di 3 ore (io solitamente la lascio un’ora e mezza – al massimo 2 ore).

Durante il tempo di posa scaldare ognitanto i capelli usando l’aciugacapelli, però senza togliere la cuffia, asciugamano o cappello.

Risciacquare bene i capelli con acqua tiepida affinchè il colore dell’acqua non ha più un colore arancione.

Usare un po’ di shampoo delicato ed il balsamo come al solito.

Per un effetto migliore risciacquare solo molto bene con tanta acqua, asciugare e aspettare il giorno dopo per lavare il capelli con shampoo e balsamo come al solito.

Consigli per usare l’hennè:

-usare l’hennè sui capelli asciutti e  “sporchi” da almeno 2-3 giorni, siccome l’hennè ha anche un effetto sgrassante;

-se hai i capelli molto secchi (e hai paura di seccarli troppo) potresti fare prima una maschera con olio d’olive : mettere un po’ di olio d’oliva sui capelli, massaggiare, lasciare sui capelli per una decina di minuti, risciacquare con acqua, tamponare bene e poi applicare la mistura d’hennè-io ho provato solo una volta siccome mi è sembrato che il colore ha preso di meno-;

-usare dei guanti di plastica diversamente anche le mani assumono un colore arancione;

-nonostante quello che ho letto in giro sui vari forum,  la mistura di hennè più acqua non bisogna lasciarla riposare a lungo (il consiglio dato dalla signora marocchina è di usarla subito, appena diventa tiepida da poter mettere sui capelli. A dire il vero io ho provato sia così, sia lasciandola riposare per un’oretta e non ho notato la minima differenza);

– alcuni dicono che bisogna aggiungere un qualcosa di acido (yogurt, limone, caffè) per ossidare l’hennè. Vi assicuro, da personale esperienza + quella della signora marocchina , che se l’hennè è puro funziona altretanto bene solo con acqua bollente e basta.

Alcuni trucchi per intensificare i toni di colore dei capelli:

aggiungendo altre piante all’hennè si ottengono diverse tonalità di rosso, dal ramato chiaro a quello scuro:

– Più si usa l’hennè, più forte diventa il colore;

– per ottenere un colore più chiaro e/o per i riflessi dorati usa un infuso forte di camomilla (al posto dell’acqua bollente); aggiungi 2 cucchiai di succo di limone e/o un po’ di curcuma (la spezia che si usa anche per cucinare)- io faccio così -;

– per un rosso più forte: potresti provare ad usare – al posto dell’acqua bollente – un infuso di tè rosso naturale (rooibos) oppure un decotto di buccia di melograno – non ho sperimentato personalmente -;

– per ottenere delle sfumature castane usare – al posto dell’acqua bollente – un infuso di tè nero oppure del caffè molto concentrato (ho provato col caffè e funziona, solo che non mi piaceva molto il profumo);

– in commercio si trovano delle miscele pronte in polvere, 100% naturali, con hennè già mescolato alla curcuma (ramato chiaro) oppure hennè con caffè (ramato scuro).

Tingere i capelli bianchi con l’hennè:

–        Di capelli bianchi per adesso non ne ho, ma sempre la signora marocchina m’ha detto che lei ne ha tanti, li copre perfettamente con l’hennè.

Upps,com’è venuto lunghissimo questo post… almeno spero di essere stata chiara e precisina:). Adesso tocca a te: cosa ne dici, ti va di sperimentare con l’hennè?  Oppure, se hai già sperimentato, come ti trovi?

A presto,

Anca – la ragazza con i capelli di fiamma:).

 

 

 

like & share:

16 Responses »

  1. L’ho usato tanti anni fa,facevo il liceo, ho usato quello che non colorava…non ricordo il nome, serviva per rafforzare i capelli, preparazione uguale alla tua…ricordo che giravo in casa con pellicola da cucina sulla testa.
    I capelli erano bellissimi morbidi e corposi…era come se li nutrisse, unico neo la vasca da pulire… che mia madre esigeva, da bianca si tramutava marroncino chiaro, e solo fregando molto con prodotti specifici ..quindi era necessario il cosiddetto olio di gomito…
    Ho desistito Anca, e ho iniziato ad usare l’uovo sbattuto.
    In ogni caso lasciava capelli stupendi… un bacione!

  2. @Ciao Elena: come non colorava? nol senso che forse la lasciavi troppo poco, magari 20-30 minuti, usandola solo come trattamento di bellezza per i capelli e non come colorante? sei sicura che era pura, diversamente un pò deve colorare comunque.
    Io non ho la vasca ma la doccia e siccome me la metto da sola, ovviamente sporco un pò le piastrelle nel bagno. Ma, molto sinceramente, pulendo subito con un panno imbevuto con poco normale sgrassatore di Marsiglia, va via completamente senza il minimo sforzo.
    Un abbraccio, anche a Zorro.

  3. @Elena ps: mai ti fai la maschera solo con l’uovo sbattutto o metti anche altro? anche io a volte, peròaggiungo anche un pò di miele.

  4. Tutto ok solo che,se una ha i capelli scuri quante reincarnazioni ci vogliono perchè vengano rossi?
    Una persona mi ha detto che lei aggiunge l’infuso di Karkadè al posto dell’acqua calda per sciogliere l’henne e,che,facendo così vengono più rossi!
    Comunque se scopri qualche altra dritta sull’argomento.Anche a me avevano detto di lascirlo riposare tutta la notte,l’ho fatto ma non è che abbia visto differenze stratosferica.
    Ciaoe buona pasqua.

  5. Ciao Anto, ma tu come hai i capelli? come li vorresti?
    La signora marocchina m’ha detto che le sue compaesane usano l’acqua dove hanno bolito le buce del melograno. Se hai notato i melograni arrivati dai paesi caldi(al supermercato trovo quelli israeliani) sono rossissimi, non gialli come quelli italiani. Io non ho provato ancora perchè non mi fido, chissà che sostanze mettono per la conservazione.
    Comunque ti consiglio questo sito -forum, dove ci sono tante ricette e foto con mix di hennè
    http://capellidifata.it/forum/index.php/board,43.0.html
    ps: tra poco farò un viaggio in un paese dove l’hennè è usatissima, spero di tornare con tanta hennè originale e trucchi per usarla:).
    Grazie, tanti auguri di Buona Pasqua anche a te! anche da Michi:).

  6. Pingback: Colorare i capelli rossi ramato intenso con misto naturale hennè e tè rosso | Matrioska Blog

  7. Ciao ho molti capelli bianchi e l’altro giorno ho provato a mettere su prima il lawsonia e poi l’indigo ma il risultato non è stato quello sperato. I capelli alla ricresita sono rimasti color ramato chiaro e non si sono scuriti. Cosa ho sbagliato secondo te? Come posso riprovare? Puoi darmi delle dosi magari. La mia base è castana scura. Mi piacerebbe avere la ricrescita scura e qualche riflesso ramato sulle lunghezze come posso fare? Certo il metodo ci deve essere perchè molti parrucchieri usano l’hennè ma chissà come fanno… Grazie fin d’ora

  8. Ciao Giulia, scusami per il ritardo ma il commento era finito nello spam. Non ho mai usato l’indigo, quindi sinceramente non saprei cosa dirti…non ho capito bene perchè hai usato l’indigo, che effetto vorresti ottenere? Io proverei prima solo con l’hennè, eventualmente mescolato con caffè o tè nero se vuoi avere un colore più sul castano scuro. Comunque l’effetto dell’hennè si vedo meglio dopo averlo fatto per qualche mese. Sinceramente non credo che generalmente i parucchieri usino davvero l’hennè puro…però chissà, poi è questione di tecnica. A presto!

  9. Ciao ho usato prima l’hennè rosso normale e poi in un secondo passaggio l’indigo perchè in molti blog c’è scritto che solo cosi riesci a coprire i capelli bianchi. Io sono castana di base ma ho molti capelli bianchi. Vorrei semplicemente coprire bene i miei capelli bianchi, restando sempre sul mio colore naturale che è il castano e fare qualche riflesso sul ramato alle punte…grazie…

  10. Ciao Giulia, l’hennè da sempre un riflesso ramato che varia in base al tuo colore naturale, prima di farlo non si può mai dire il colore esatto che ti verrà-come con i colori chimici-. Comunque, qualsiasi colore ti venga con l’hennè, avrà sempre un riflesso ramato. Poi, in base al liquido (bollente che aggiungi alla polvere di hennè per ottenere l’impasto)- acqua, tè, caffè ecc- il ramato sarà più chiaro o più scuro. Io personalmente non ho capelli bianchi ma delle persone che conosco e frequento con capelli bianchi(e colore naturale castano) usano solo l’hennè, senza l’indigo, e riescono a coprire perfettamente i capelli bianchi. Solo che sui capelli bianchi il ramato viene più forte e chiaro, in pratica sembra che abbiano dei colpi di sole rossi. Invece per il riflesso ramato sulle punte dicevo che bisogna usare una tecnica da parucchiera e comunque mi sembra un pò difficile ottenerlo con l’hennè puro e senza scolorire prima i capelli con un prodotto chimico. Non ho mai usato l’indigo siccome vorrei averli il più possibilmente rossi:). Dipende anche dal tipo di hennè che usi…che marchio hai comprato? Dalla mia esperienza solo pochissimi sono davvero al 100% naturali e 100% lawsonia. Io uso l’hennè sfuso comprato in Turchia è il rosso-ramato viene più scuro, invece nei negozi marocchini puoi trovare l’hennè sahara tazarine che da riflessi più rossi. Un altro marchio che ho provato è quello di libero mondo, 100% naturale, trovi la tonalità ramato scuro (hennè mescolata con caffè in polvere), l’avevo provato tempo fa ed è molto buono. E che effetto hai ottenuto con l’hennè e l’indigo-dicevi che non sei contenta-?

  11. Ciao in effetti il problema è proprio quello a cui hai accennato tu. I capelli bianchi si ti tingono dal ramato al rosso a seconda della miscela usata ma sicuramente non si può tingerli castano come vorrei fare io. L’indigo dovrebbe servire proprio a scurirli…Devo dirti però che a furia di fare questo doppio passaggio la cosa sta migliorando, nel senso che quelli bianchi risultano un po’ più scuri rispetto alle prime volte che lo facevo. Per il ramato invece eh pazienza…Grazie comunque di tutto 🙂

  12. Ciao Giulia, come ti dicevo prima non ho mai usato l’indigo ma anche con l’hennè è la stessa cosa, nel senso che prende molto meglio dopo averla usata per un pò di mesi. Grazie a te, a presto!

  13. Pingback: Tè fiore che sboccia nella tazza – flowering tea | Matrioska Blog

  14. Pingback: Come profumare hennè per capelli con cannella e rose – bellezza naturale | Matrioska Blog

  15. Ciao Anca, da anni mi destreggio con hennè di vari colori e sfumature, i primi anni (sbagliando) con quelli chimici e ormai da tempo con quelli naturali. Accenni all’hennè turco, e in effetti è su quello che volevo chiederti consiglio. Ho comprato l’estate scorsa al bazar delle spezie di Istanbul due pacchi di hennè che mi accingo a provare. Devo essere sincera e non mi ricordo, ma spero vivamente di aver chiesto (e che mi abbiano capito) l’hennè rosso scuro ramato e non quello rosso fuoco/arancione. Spero anche sia naturale, come puoi immaginare al bazar non ci sono molte etichette. Fatto sta che non so quanto tenerlo in posa. I miei capelli sono ormai abbastanza assorbenti, con gli hennè chimici diventavo viola in 20 minuti, con quelli naturali però gli effetti erano meno forti anche con pose di due ore, considera che di base ho i capelli castano scuro ed è qualche mese che non li tingo. Qualche consiglio sugli effetti dell’hennè turco e sui tempi?
    Grazie mille!

  16. Ciao Ludovica, l’hennè turco l’avevo comprato anch’io nel bazar delle spezie ad Istanbul. Io lo tengo sempre circa un’ora e mezza-due ore. Purtroppo l’ho finito da poco e devo cercare nuovi marchi da comprare qui in Italia. Buon fine settimana e a presto!

Rispondi