Escursione invernale Mont Avic Valle Aosta – Drumetii de iarna in Valle d Aosta

Escursione invernale Mont Avic Valle Aosta – Drumetii de iarna in Valle d Aosta
Escursione invernale Mont Avic Valle Aosta – Drumetii de iarna in Valle d Aosta

immagine camminata invernale mont avic valle d'aosta

Della serie “cosa fare in montagna d’inverno se non vai a sciare”…ecco se ti piace camminare si può fare una bella e facile escursione nei boschi del Parco Naturale Mont Avic in Valle d’Aosta.

Pur amando tantissimo la montagna, d’inverno non ci andavo più da anni siccome purtroppo non posso più sciare…invece quest’anno la montagna mi mancava troppo per aspettare ancora ed approfittando della poca neve ho deciso di andarci per camminare. Possibilmente con gli scarponi, senza ciaspole. E col cane. Ma dove?

 Stavo cercando un posto facilmente raggiungibile, non troppo turistico, una camminata facile con panorama suggestivo, non troppo in alto ma che offrisse dei panorami mozzafiato (e non per il congelamento), una camminata da poter fare col cane al seguito…ma quante pretese!:) Eppure l’ho trovata nella Valle d’Aosta: l’escursione da Veulla (Champedraz) al lago Lac Blanc, nel Parco Naturale  del Mont Avic.

immagini Escursioni nel bosco valle d'aosta

immagine vista panoramica mont avic valle d'aosta

Il Parco Naturale del Mont Avic in Valle d’Aosta è il primo parco della Valle e confina con il Parco del Gran Paradiso. I paessaggi sono molti belli, con boschi di pino uncinato, pino silvestre, larice e faggio, cascate, laghi e simpatici abitanti quali camosci, marmotte e stambecchi.

Il posto me l’ha segnalato il proprietario del B&B , forte della sua esperineza da guida alpina. Presso Veulla, nella località Chevrère (villaggio di Covarey) iniziano vari sentieri nel parco di Mont Avic, la maggior parte di livello E (escursionistico). Da quello che ho visto i sentieri sono tutti ottimamente segnalati.

Noi abbiamo fatto l’escursione fino al Lac Blanc, descritta come quella più popolare del Mont Avic, perchè al contempo facile e bella. Solitamente questo percorso d’inverno viene fatto con le ciaspole (racchette da neve)…però, vista la poca neve di questo periodo, ci siamo andati senza problemi con i soli scarponi da montagna. N.B.: essendo un po’…come dire?… ecco, essendo un po’ fuori forma:) abbiamo fatto solo metà del percorso, quasi sempre pianeggiante, con leggere discese o salite, il percorso si snoda perlopiù nel bosco e passa accanto a delle cascate.

Nonostante la giornata nuvolosa abbia reso il paesaggio piuttosto monocromatico, i paesaggi sono molto suggestivi con  tratti nel bosco di conifere e cascate gelate.

immagini cascata blu
immagini paesaggio invernale in montagna

Excursii la munte in Valle d'Aosta

 

Bello anche  il paesino caratteristico di Veulla, sembrava quasi disabitato…però il naso fine ed il cartello “vendita formaggi” ci ha portati in una piccola azienda all’ingresso del paese. Sembrava così pittoresca e caratteristica da essere uscita da un depliant turistico: il pastore ci ha accompagnato nella cantina della stagionatura dei formaggi ed intanto un altro pastore stava scolando ed impacchettando a mano il burro appena prodotto. Siamo usciti con un bel bottino, tra formaggi stagionati alle erbe ed una forma di burro freschissimo.

formaggi valdostani

excursie la munte in Valle d'Aosta

Una bella camminata in montagna ed ottimi formaggi da portare a casa…cosa potrei desiderare di più?:)

E tu, cosa fai d’inverno in montagna?

valle aosta (28)

Info utili:

Come arrivare al Parco naturale Mont Avic:

Autostrada A5, uscita Verrès – SS26 direzione Aosta – strada regionale n. 6, via Località Fabbrica, sino a Champdepraz – strada comunale per Chevrère. Si arriva nella località Chevrère (villaggio di Covarey) e qui si trova anche il paesino di Veulla.

Nei pressi della chiesetta della Veulla partono vari sentieri, noi abbiamo seguito il percorso 5 C da Veulla a Lac Blanc, spiegato qui

nella galleria fotograficaalla fine dell’articolo ho inserito più foto e anche alcune cartine.

 

Drumetii de iarna in Valle d Aosta

Iubesc muntele si excursiile dar iarna n-am mai fost de tare multi ani, ma impiedicam mereu de chestia ce sa fac eu la munte iarna daca nu schiez? (candva schiam, ohoho si ce mult imi placea, de altfel a ramas sportul meu preferat insa, din pacate, o problema ma impiedica sa-l practic). Anul asta dorul de munte s-a combinat perfect cu zapada putina asa ca mi-am luat cainele, bocancii, rucsacul si sotul(nu neaparat in aceasta ordine) si am plecat un weekend la munte in regiunea Valle d’Aosta, dornica de plimbari frumoase si usoare prin padure.

Am fost de multe ori in valle d’Aosta, una dintre zonele mele preferate, dar uite ca inca n-am apucat sa scriu despre ea nici macar un rand. Valle d’Aosta este o mica regiune muntoasa in Nord Vestul Italiei, se invecineaza cu Piemonte si Franta, o regiune cu statut autonom unde limba franceza este la ea acasa. Munti frumosi, faimosi si colorati pentru toate gusturile: albi(Mont Blanc) si roz(Monte Rosa), castele, satuce pitoresti din piatra, statiuni termale  si, pentru amatorii de senzatii tari,  raul Dora Baltea pe care vara poti practica rafting.

De data asta am fost in zona parcului natural Mont Avic -Valle d’Aosta, o zona cu peisaje sugestive si multe excursii frumoase prin padure. Am ales zona Mont Avic pentru ca eram in cautare unei excursii intr-un loc in care se ajunge usor dar nu sunt prea multi turisti, o drumetie usoara cu peisaje care-ti taie rasuflarea(dar nu din cauza frigului , asa ca nu vroiam sa fie la o cota prea mare). Vroiam si zapada, dar nu prea multa incat sa putem merge doar cu bocancii fara rachete de zapada(racheta de zapada sau ciaspole este un fel de schi foarte scurt-cat sa acopere bocancul- care se pune pe bocanc pentru excursiile prin zapada). Si sa pot merge si cu catelul dupa mineJ(in anumite parcuri naturale accesul cainilor este interzis). Cate pretentii! Dar uite ca am gasit o excursie tare frumoasa pe care ti-o recomand cu drag daca ajungi prin zona.

Excursia asta de obicei se poate face de obicei doar cu rachetele de zapada, insa cum anul asta a nins putin in zona poti merge si cu bocancii. Drumul este usor, cu un foarte lejer suis, prin padurea de pini si pe langa cascade(una cu apa albastra-albastra). Adevarul este ca noi n-am ajuns chiar pana la tinta (Lac Blanc) ci ne-am intors cam dupa o ora si jumatate de mers.

In zona sunt si o sumedenie de alte excursii, majoritatea cu indice de dificultate E (excursionism), din cate am vazut sunt foarte bine semnalate cu sageti si marcaje. Un motiv in plus pentru a reveni vara.

La intoarcere am admirat si Veulla, satul cu case din piatra care parea cam pustiu…insa la cativa pasi am gasit o ferma unde ciobanii vindeau branza. Pasind in interiorul fermei mi s-a parut ca am intrat intr-un clip publicitar despre locuri autentice si mestesuguri: un cioban tocmai scurgea formele de unt si il impacheta, apoi ne-a condus in pivnita cu branzeturi…am iesit cu cateva rotite de branza (acoperite cu ierburi de munte si mirodenii) si “unt adevarat”(ha ha , nu ca alt unt ar fi fals insa asa unt nu-mi amintesc sa mai fi mancat).

O excursie frumoasa prin padure si branzeturi de dus acasa…ce mi-as putea dori mai mult?:)

Si tu iarna mergi la munte? Imi povestesti pe unde si ce preferi sa faci?

Informatii utile:

Excursia pleaca din Veulle, in Chevrère (satul Covarey), zona Champdepraz din Parcul Natural Mont Avic- Valle d’Aosta. Parcursul, semnalat cu sageti, este 5C (Veulla- lac Blanc) . Mai multe informatii poti gasi aici pe siteul oficial al turismului in Valle d’Aosta.

Sa stii ca sunt aici daca ai nevoie de mai multe detalii.

Ps. in galeria de la sfarsitul articolului am pus si niste foto in plus si  harti pentru orientare.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

 

 

 

 

 

like & share:

6 Responses »

  1. Bellissimo…io vado con le ciaspe…ho anche delle foto, ma come sempre mi serve tanto tempo per pubblicarle…Con calma…La foto di Michi che guarda la montagna e stupenda 🙂

  2. Qualcosa ho già visto su FB, non vedo l’ora di vedere le altre. Pure io metto tanto tempo per scrivere gli articoli:). A presto!(bacione da Michi). ps scusa per il ritardo ma questo gorni il blog gira lentamente.

  3. Ero stato anni fa poco sotto l’Avic, respinto dalla neve. Mentre ricordo un’ottima escursione autunnale alla cima Piana, dal Barbustel. Ambiente e panorama fantastici! Il Parco dell’Avic è eccezionale.

Rispondi