Castell’Arquato atmosfera d’antan – Atmosfera medievala la Castell’Arquato

Castell’Arquato atmosfera d’antan – Atmosfera medievala la Castell’Arquato

immagine ingresso castell'arquato borgo medievale (2)

C’era una volta un bellissimo borgo medievale adagiato sulle dolci colline della Val D’Arda, in Emilia Romagna. La buona notizia è che il borgo esiste ancora, sempre bello, lungo il tempo ha  conservato non solo l’archittetura medioevale ma anche la tranquilla atmosfera d’antan, passeggiarci mi è sembrato di tornare indietro nel tempo di secoli.

Ti è mai capitato d’ innamorarti di un posto guardando una foto sbiadita su di una vecchia guida? Sembra improbabile, io stessa uso quasi sempre il computer per documentarmi però stavolta così fu, quindi, durante un viaggio verso Bologna, decisi (a malincuore, certo) di scartare un salto a Parma per prendere una strada meno battuta ed andare a scoprire il poco conosciuto (e poco turistico) borgo di Castell’Arquato.

Uscendo dalla trafficata autostrada a Piacenza ho proseguito per una trentina di kilometri fino a Castell’Arquato e parcheggiato la macchina nella sottostante piazza (con qualche bar e ritorantino). Da qui è iniziata una doppia passeggiata: la salita verso il cuore monumentale del paese e, nel contempo, la discesa temporale nel Medioevo:).

Una foto qui, uno sguardo ammirato là…così sono arrivata nella parte alta del paese. Qui, nella zona chiamata della Rocca, si trovano gli edifici storici più belli: il Palazzo della Podestà, La Collegiata, il Torrione Farnese, le mura e le porte medievali . Un piccolo giardino (con tanti gatti) e vista a perdita d’occhio sulle colline.

immagini con Piazza della Rocca a Castell'Arquato - Emilia

Castell’Arquato mi è piaciuto non solo per i bei monumenti, ma anche per il semplice piacere di vagare tra i vicoli del borgo, le narici dilatate per assorbire il profumo di pietre vecchie, muschio e pane appena sfornato.

immagine vicolo castell'arquato borgo medievale

immagini Castell'Arquato

e Michi,la mia cagnolina viaggiatrice, si è fatta un nuovo amico:).

immagine cane e gatto

Info utili:

Il borgo medievale di Castell’Arquato fa parte del club dei “Borghi più belli d’Italia” e ha ricevuto la Bandiera Arancione del Touring Club. É uno dei borghi più belli e meglio conservati dell’Emilia.

Come arrivarci:

Dista a circa trenta chilometri da Piacenza e poco di più da Parma. Attraverso la rete autostradale può essere facilmente raggiunto uscendo al casello di Fiorenzuola d’Arda (circa 10 km dal casello).

Utilizzando i mezzi pubblici, si può arrivare fino alle stazioni ferroviarie di Fiorenzuola o Piacenza; da lì proseguire con l’ autobus.

In gita col cane a Castell’Arquato: ovviamente Michi, la cagnolina viaggiatrice, mi ha accompagnata e si è trovatta benissimo tra i tanti gattiJ. Nessun problema particolare da segnalare per chi volesse visitare il borgo assieme al suo cane.

tutte le foto nella galeria fotografia alla fine dell’articolo.

imagine cu Castell'Arquato targ medieval italian

 Atmosfera medievala la Castell’Arquato 

A fost odata ca niciodata un prea frumos targusor medieval catarat pe dealurile armonioase din Val d’Arda, in regiunea Emilia Romagna(Italia). Vestea buna e ca targusor mai exista inca, la fel de frumos, de-a lungul timpului a reusit sa conserve intacte nu numai arhitectura medievala ci si atmosfera “de altadata”, plimbandu-ma pe stradutele sale pietruite am avut senzatia unei calatorii inapoi in Evul Mediu.

Ti s-a intamplat vreodata sa te indragostesti de un loc(si sa vrei sa ajungi acolo) privind o fotografie dintr-un ghid consumat de timp? Pare poate improbabil, si eu folosesc aproape intotdeauna calculatorul pentru a ma documenta, insa de data asta chiar asa am descoperit locusorul asta minunat. Aveam drum spre Bologna si am decis, cu putin regret, sa renunt la vizitarea faimosului oras Parma pentru a o lua pe o strada mai putin batuta ce m-a dus la Castell’Arquato, un orasel –cetate medievala.

Iesind din aglomerata autostrada la Piacenza, dupa inca vreo 30 de km am ajuns la Castell’Arquato. Am parcat masina in piazza (erau si cateva terase pe acolo daca ti s-a facut deja foame). Apoi am inceput urcusul spre cetate…in acelasi timp coborand drept in Evul Mediu( mai erau si niste masini parcate care bruiau calatoria temporala si  atmosfera medievala, dar hai sa nu fiu carcotasa).

O fotografie aici, o privire umita acolo…asa am ajuns in partea centrala a cetatii medievale numita della Rocca. Aici se gasesc monumentele cele mai importante: il Palazzo della Podestà, catedrala La Collegiata, il Torrione Farnese, zidurile si portile medievale ale cetatii. O mica gradina(cu multi pisoi) si o frumoasa priveliste panoramica asupra vailor si colinelor din jur.

Castell’Arquato m-a cucerit cu atmosfera sa medievala, mi-a placut sa ratacesc fara un scop anume pe stradutele cetatii, cu narile dilatate pentru a absorbi parfumul pietrelor si al muschiului, ale bunatatilor scoase din cuptor(aici in zona se mananca taaaare bine, aviz gurmanzilor).

Inaintea de a incaleca pe-o sa iti zic: Hai noroc! cu un pahar de vin caracteristic zonei(Monterosso, Gutturnio, Bonarda si Ortrugo sunt cele 4 feluri de vin produse in zona).

 

Informatii utile:

mai multe fotografii in galeria fotografica de la sfarsitul articolului

Castell’Arquato a fost declarata una dintre cele mai frumoase cetati medievale italiane(face parte din “clubul” “Borghi più belli d’Italia”)

Cum sa ajungi aici:

Castell’Arquato se gaseste in Nordul italiei, in regiunea Emilia –Romagna, la cam 30 de km  de Piacenza si Parma.

Daca mergi cu catelul dupa tine(cum fac eu cu catelusa mea Michi) o sa gasesti multi pisoi bine educati:), noi n-am avut nici un fel de problema de semnalat.

immagine con paesaggio castell'arquato borgo medievale

 

 

 

 

like & share:

9 Responses »

  1. Ci sono stata!! In gita in 4° liceo, pensa un po’!! E ricordo di avere una foto in cui tutta la mia classe era in fila sulla scala del Palazzo del Podestà, tutti affacciati lì!! E’ passato un secolo…la foto era ancora in formato cartaceo!! Ci vorrei proprio tornare!! 😀

  2. Complimenti per le foto…e soprattutto per aver “catturato” l’ incrocio di sguardi tra Michi ed il gatto…:-)

  3. MI fa piacere ti sia piaciuto…è vicino a casa mia…come tu sai e interessante sarebbe stato anche il museo geologico, proprio all’interno del borgo dove sono esposti fossili e ritrovamenti di parti di scheletri di balene..perchè qua c’era il mare!!!
    Quanto poi a cibi e vini… c’è l’imbarazzo della scelta e tutto di ottima qualità! Grazie della presentazione! bacioni

  4. @Elena: al museo geologico non sono andata, grazie per la dritta. E si’, e inizavo col cibo…non finivo più il post:). Un caro saluto, a presto!

  5. Pingback: Bologna in un giorno con cane a seguito | Matrioska Blog

Rispondi