Un giallo a 4 zampe – Rudolph cainele detectiv

Un giallo a 4 zampe – Rudolph cainele detectiv

immaginecane con cappellino

 

“ Intelligente e  capisce tutto, gli manca solo la parola” scometto che lo dicono un po’ tutti quelli che hanno un amico a 4 zampe…e se veramente il tuo cane non solo capisse tutto, ma potesse anche interpretare tutti i tuoi stati d’animo e pure leggere?:)

Premesso che amo molto gli animali e la letteratura, i libri con i cani ingenuamente umanizzati non mi attirano particolarmente. Eppure, tempo fa, lessi un romanzo con un cane come protagonista “Elementare, Randolph (un giallo a quattro zampe)” di E.F. Englert.

Randolph, il protagonista del romanzo, è un labrador nero molto particolare, non solo può ragionare ma è pure un lettore appassionato, il suo autore preferito è Dante Alighieri ( già, qui lo scrittore ha forse un po’ esagerato, la Divina Commedia l’ho trovata…appunto divina, ma difficile da digerireJ). Il padrone di Rudolph è un pittore di talento, depresso a causa della misteriosa scomparsa  della sua fidanzata e perciò dedito alla ricerca dei fantasmi e alle sedute spiritiche. Randolph sente che dietro la morte di uno scrittore, considerata come naturale, si nasconde un omicidio. Guidato dagli odori inizia quindi ad  investigare e, nel corso della sua indagine, i conoscenti del suo padrone diventano sempre più sospetti.

La parte interessante del libro è legata alla scoperta, attraverso il racconto di Randolph, della rappresentazione e l’interpretazione del mondo attraverso gli odori. Ogni emozione e stato d’animo hanno un particolar odore, impercettibile agli uomini, ed il cane Rudolph lo sente e lo interpreta ( l’odore della bugia, del rancore, del segreto…interessante!).

L’idea del romanzo scritto dalla prospettiva di un cane mi sembrava divertente ed interessante, l’entusiasmo iniziale si è un po’ disperso perché ogni tanto mancava il ritmo, in compenso la lettura era scorrevole e piacevole. E mi ha fatta guardare Michi, la mia cagnolina, in una maniera diversa… Sarei curiosa di leggere anche il prossimo romanzo della serie, l’idea di una cane detective stuzzica il mio lato infantile e amante dei gialli. E poi immagino Michi, la mia cagnolina, come detectiveJ.

Tu hai letto qualche romanzo con un cane o altro animale come protagonista? Ti è piaciuto, annoiato, deluso? Me lo consiglieresti?

Una scansione di una vecchia foto…quando Michi era piccola e quasi brava:).

 

immagine cane piccolo nella borsa

versiunea in limba romana

Radolph – câinele detectiv

“Este inteligent şi înţelege tot, îi lipsesc doar cuvintele să se exprime” pariez că asta  gândesc cam toţi cei care au un căţel…şi dacă într-adevăr căţelul tău nu numai că înţelege totul dar mai şi gândeşte şi citeşte?

Iubesc deopotrivă animalele şi literatura, însă nu mă atrag cărţile cu căţei umanizaţi prezentaţi într-o manieră ingenuă. Şi totuşi mai demult am citit un roman cu un căţel protagonist ”Elementar, Rudolph(un roman poliţist în patru labe) scris de E.F. Englert.

Radolph, protagonistul romanului, este un câine negru labrador mai deosebit,  înţelege tot şi e un cititor pasionat, autorul său preferat fiindDante Aligheri (da, poate că aici autorul a exagerat puţin, Divina Commedia este desigur divina dar cam greu de digerat şi pentru o persoană). Stăpânul lui Rudolph este un pictor talentat,  deprimat din cauza misterioasei dispariţii a prietenei sale se dedică căutării fantasmelor şi şedinţelor de spiritism. Randolph simte că în spatele morţii unui scriitor, considerată de toţi ca fiind naturală, se ascunde un omicidiu. Ghidat de interpretarea mirosurilor începe să investigheze şi, pe parcursul anchetei, cunoştinţele stăpânului său devin din ce în ce mai suspecte.

Partea interesantă a cărţii este legată de descoperirea unei reprezentării şi interpretări a lumii prin intermediul mirosurilor. Fiecare emoţie şi stare de suflet are un anumit miros, imperceptibil pentru oameni, iar câinele Rudolph îl simte şi interpretează(mirosul minciunii, al urii, al secretului…interesant!).

Ideea unui roman scris din perspectiva unui câine mi se părea interesantă, entuziasmul iniţial s-a mai atenuat pe parcurs, dar lectura este plăcută . Şi m-a făcut s-o privesc pe Michi, căţeluşa mea, într-o manieră diferită.

Aş fi curioasă să citesc şi următorul roman din serie, ideea unui câine detectiv mi-a gâdilat latura mea infantilă şi pasionată de romane poliţiste. Şi mai ales mi-am imaginat-o pe Michi, căţeluşa mea, în postura de detectiv….

Tu ai citit vreun roman cu un câine (sau alt animal) drept protagonist? Ţi-a plăcut /plictisit/dezamăgit ? Mi-l recomanzi ?

Închei cu o foto scoasă de la naftalină, de când Michi era mică-micuţă şi aproape cuminte :).

 

like & share:

8 Responses »

  1. Complimenti per il post…sarei curioso di vedere Michi in versione detective…sicuramente avrebbe metodi di tortura molto efficaci per far confessare l’ assassino !:-)

  2. Sono sicura che Michi scoverebbe in un batter d’occhio chi fa sparire i dolci dalla tua cucina… se solo volesse! 🙂

    Sbaglio o questo è il primo post che dedichi ad un libro?
    Pensi di scriverne altri?

    Bacione

  3. Simona: rubare i dolci? ma chi?non sono stata io, non sono stata io!:). Pensò di si’..però a proposito di odori Michi sembra “un arbre magique”, non so cosa le abbia fatto la parucchiera ma oltre ad avere il pelo cortissimo profuma tanto, troppo…e pure la casa:). Bacione

  4. Ciao Anca, ma che bella recensione…a me stanno simpatici gli scritti con gli animali che parlano in prima persona, se lo trovo in libreria lo acquisterò volentieri..o magari in biblioteca, sono una frequentatrice assidua… sai ti segnalo questo blog
    http: //barboncinaincucina.blogspot.it/ in linea con l’argomento….. molto carino! bacioni e buona domenica

  5. Ciao Elena, pure io vado molto spesso in bliblioteca, non è nuovissimo quindi forse lo trovi. Grazie per la segnalazione, non conoscevo questo blog, già il nome mi sta molto simpatico. Un caro saluto anche a Zorro! Buona domenica&a presto!

  6. Lo so che il post è vecchio, comunque se ti interessa il titolo che fa seguito si chiama “Randolph, un cane molto diplomatico”, a cui segue un terzo libro chiamato “Una vacanza da cane”. A mio modesto avviso il secondo libro è il più bello della serie

  7. Ciao Giuletto, i libri non invecchaino mai! 🙂 Grazie per il suggerimento, buone letture e a presto!

Rispondi