Budino light al cioccolato con agar agar e peperoncino

Budino light al cioccolato con agar agar e peperoncino

immagine budino light al cioccolato con agar agar e peperoncino

 

Un tocco di questa magica polverina e to’…abracadabra… hocus pocus (cucchiaio a mò di bacchetta magica:)) ed i pochi ingredienti si trasformano subito in un dolce gustoso al cioccolato, leggero e naturale…un godurioso “budino light al cioccolato senza” : senza panna, senza uova, senza farina, senza gelatina, senza forno…

Ups, mica sarò diventata Mafalda –nella versione streghetta rossa in cucina?  Macchè(magari) i miei doni magici li devo all’ agar agar un addensante vegetale a base di alghe, originario dal Giaponne che che sostituisce brillantemente le uova,la panna e la gelatina.

Un budino al cioccolato goloso, leggero, facile e veloce da preparare. L’aggiunta del peperoncino gli da un tocco piccante, intrigante e afrodisiaco:). Ideale d’estate quando la voglia di cioccolato si sente eccome…quella di accendere il forno forse un po’ meno:).

Ricetta budino al cioccolato con agar agar e peperoncino

 

Immagine Budino al cioccolato con agar agar e peperoncino

Ricetta per 4 persone in base alla golosità:)

300ml latte fresco intero

mezzo cucchiaino raso di agar agar in polvere (1 g)

125g cioccolato fondente al 60%

50 g zucchero scuro di canna tipo mascobado

peperoncino piccante secco, punta di un cucchiaino o q.b:)

1 cucchiaio di liquore (rum, brandy o essenza di vaniglia) – facoltativo

nocciole o mandorle tritate per decorare

Come preparare il budino al cioccolato con agar agar e peperoncino

Spezzettare piccolo il cioccolato e metterlo assieme al latte, peperoncino e allo zucchero in un pentolino sul fuoco. Portare ad ebollizione mescolando ogni tanto affinchè il cioccolato si è completamente sciolto.

Per fare in modo che l’agar-agar non formi dei grumi:in una tazzina da caffè far sciogliere l’agar agar in polvere con 2 cucchiai d’acqua, mescolare con un cuchiaino.

Quando il cioccolato si è completamente sciolto nel latte e sta bollendo aggiungere il liquore (se lo usate) e l’agar –agar sciolto nell’acqua. Mecolare in maniera energica. Far bollire il tutto a fuoco basso per 2 minuti mescolando ogni tanto. Spegnere. Versare subito nelle tazzine o formire.

Il budino si addenserà una volta raffreddato, subito sembra molto(ma molto) liquido, non vi preoccupate , lasciatelo raffreddare a temperatura ambiente ed in circa un’ora diventerà sodo e cremoso. Riporre e conservare nel frigo.

Potete preparare questa ricetta anche con altri tipi di latte (soya, riso, cocco, ma in questo caso consiglierei di usare solo 250 ml di liquido).

 

L’agar agar – usi e proprietà

L’agar-agar –l’alga che viene dal Giappone . L’agar (kanten 寒天) è un polisaccaride usato come gelificante naturale e ricavato da alghe rosse, in cucina è un sostituto vegetariano per la colla di pesce. Le donne giapponesi lo amano soprattutto per le sue proprietà dimagranti

L’agar-agar naturale è ricco di iodio e di oligoelementi.

L’agar agar nell’industria farmaceutica e dolciaria è usato come addensante. Il suo principale utilizzo in fitoterapia è legato all’effetto calmante, dimagrante, antinfiammatorio e protettivo che esso esercita a livello della mucosa gastrica e dell’intestino poiché ricopre con un sottile strato le mucose e le protegge dagli ulteriori danni dell’infiammazione. A dosaggi più elevati esso è efficacissimo come lassativo: per la proprietà di idratarsi, aumenta la massa intestinale e si comporta da purgante meccanico, privo di effetti collaterali. L’agar agar è indicato pertanto in pediatria e in età avanzata.

Coadiuvante per la stipsi il colon irritabile, la diverticolite, la gastrite e come dimagrante.

Grazie wiki.

Con questa ricetta partecipo alla raccolta WHB#343 a base di vegetali questa settimana l’ospite è Cleare del blog  Il pomodoro Rosso. Ringrazio Kalyn, Haalo e Brii .

WHB343

 

Buon fine settimana con un pizzico di magia!:)

ps:E rieccolo, il nostro omino di cioccolato, adesso nella versione budinosa…vi mancava? Sembra un po’ sciolto dal sole…oppure sarà per l’amore? Piccola matrioska dove sei?:)

like & share:

7 Responses »

  1. Io con l’agar agar ci vado a braccetto, lo adoro, sa rendere “masticabile” anche l’acqua, come dico sempre io, perfetto per quando sei a dieta però vuoi mangiare goloso, buon fine settimana 🙂

  2. Ho scoperto l’agar agar un anno fa e l’ho usato spesso e volentieri a discapito della colla di pesce. L’ho usato anche per addensare salse e mettere il brodetto di pesce dentro ai ravioli. Una vera figata! Ma sono certa che potrò inventarmi altre magie perché questa alghetta è davvero un portento della natura.
    Come sta quella meravigliosa creatura a 4 zampe? Dalle un bel bacione da parte mia.
    Volevo anche invitarti al mio primo contest, spero che ti piaccia: http:/andantecongusto.blogspot.it/2012/07/tempo-di-contest-cinegustologiala.html
    Baci grandi, Pat

  3. Libera: giò, ormai sto agar-agarizzando di tutto:) buon fine settimana anche a te-anche se con una settimana di ritardo-
    @Patty: grazie per l’invito, arrivo. La colla di pesce l’ho usata solo una volta…che è stata pure l’ultima:). Un ingrediente che mi sta molto antipatico…come i coloranti artificiali.

  4. Splendida ricetta Anca, l’agar lo conosco da sempre in laboratorio ci preparo le pappe dei batteri, in cucina lo uso per addensare marmellate o chutney, mai avrei pensato di preparare questo meraviglioso budino, grazie di averci dato l’idea e la ricetta!! bacioni

  5. L’aggettivo godurioso è assolutamente appropriato 🙂
    La preparazione sembra abbastanza semplice anche per una cuoca negata come me! 🙂

  6. Grazie Simo! Bacione, a presto ti farò assaggaire altre cose molto cioccolatose, sai che sei il mio giudice cioccolatoso più severo:).

Rispondi