di matrioska e viaggi golosi

“C’era una volta una piccola matrioska che si annoiava tremendamente a stare assieme alle altre 4 matrioske tutte più grosse di lei e molto chiaccherone. Però la piccola matrioska era un po’ strana, invece di chiaccherare con le sue sorelle matrioskine, uguali a lei, preferiva ascoltare i racconti del narghilé egiziano, della teiera russa e del mortaio toscano (anche gli oggetti hanno una storia). Poi la matrioskina fu spostata vicino alle spezie e, col tempo, a forza di sentire il loro profumo e le loro storie (e sì che anche le spezie parlano, bisogna saperle ascoltare), iniziò a sognare di mondi lontani ed esotici. Affinchè un giorno la piccola Matrioska decise di avventurarsi nel mondo della cucina reale. E la Matrioska riuscì in qualche modo ad incantare anche Ancutza, una ragazza dai capelli rosso fuoco, amante di viaggi, fiori, arte e lavori creativi ecc ecc…insomma tutto, però men che meno della cucina . Ancutza,che prima quasi odiava cucinare (vabbè, non esageriamo, diciamo che si annoiava tremendamente), scoprì un nuovo mondo grazie alla matrioskina: il mondo dei viaggi immaginari ma dei cibi reali. E fine della storia: vissero insieme felici e contenti e vivono ancora sfornando dei dolci.”

Fine della storia? Altrochè, questo è stato solo l’inizio del mio blog di ricette dolci e appunti di viaggio.

matrioska a madrid

 -matrioska a Madrid assaggiando i tapas-

Perchè una matrioska è il simbolo del mio blog (assieme a michi il cane viaggiatore of course)? No, non sono russa :), ho pensato che rifletesse al meglio la mia idea di fare le cose: giocoso,sempre con un tocco di fantasia, allegria e provare a vedere le cose da un punto di vista diverso…alcuni diranno ma che strana questa matrioska! Strano e straniero sono a volte intercambiabili e può sembrarci strano semplicemente qualcosa che non rientra nelle nostre abitudini… senza andare in paesi lontani ed esotici restiamo in Italia dove in Piemonte si mangia la carne cruda all’albese, cosa che a qualcuno provoca orrore, oppure in Sicilia si usa il gelsomino per aromatizzare gelati, granite (vabbè questo non provoca orrore ma in qualcuno, mettiamo dal nord Italia, stupore sì :)).

foto matrioska in sicilia

-matrioska in Sicilia alla Valle dei Templi- Agrigento più nella pasticceria di Maria Grammatico ad Erice-

matrioska a londra-matrioska a Londra nel Chinatown:) , ma per Londra ho già scritto una piccola guida golosa del cibo di strada

 

Attraverso le mie ricette dolci e appunti di viaggio abbandono la comodità della casa e dell’ “abbiamo sempre fatto così ” per andare alla ricerca dell’altro che a volte ci sta accanto e può essere un ingrediente anche banale, una persona, un paesaggio, una tradizione…Oggi al mercato mi sono divertita copiosamente quando la mia mercante di erbe, una bravissima signora piemontese doc con tanto di azienda agricola bio, spiegava ai compratori stupiti l’uso alimentare dello sciroppo di rose e dei petali di rosa :).

Quindi tradizione e creatività dovrebbero stimolarsi sempre…e questo si può fare solo se usciamo dalla comoda poltrona mentale per provare altri gusti, situazioni, abitudini …a volte può avverarsi anche scomodo e spiacevole, ma il più delle volte ci arricchiamo anche a livello spirituale.

La matrioskina entusiasta di avventurarsi nel fantastico mondo della cucina dove gli ingredienti naturali di tutti i giorni diventano personaggi da fiaba : le mele hanno la bocca cucita, la noce di cocco diventa una cocco pirata,

foto immagini con frutta divertente e fantasiosa

il ruolo di Romeo-eterno innamorato è interpretato da un uomo di cioccolato, si vola con una mongolfiera creata con una pesca e si dondola con l’atalena fatta di prugna, invece i pupazzi di neve sono fatti di cocco… la matrioskina, c’est moi :), il mio alterego sempre curioso di giocare e vedere le cose con un pizzico di autoironia e fantasia, di fare dei viaggi immaginari.

foto immagini fantasiose con frutta divertente

I miei viaggi reali sono molto diversi tra di loro, non sono mai vacanze gastronomiche  ma il lato goloso  c’è sempre…Quando viaggio sono sempre curiosa di sperimentare a livello di tutto, cibo incluso ..e anche la matrioskina più fotogenica:) è pronta a scoprirlo.

Viaggiando e sperimentando si scopre che siamo molto più simili di quanto si possa credere anche nei gusti…provare per credere.

Forse 2 post al giorno sono un po’ troppi (soprattutto per me che sparisco a volte per settimane) ma ogni promessa è debito.. ma sopratutto ho trovato molto carina e originale l’idea di Debora del blog “Chez Denci” di fare un contest “in vacanza mi porto”…ecco, la matrioskina è quello che porto sempre in viaggio :).

Buona domenica !

ps: le foto con le altre fantasiose avventure della piccola matrioska sono qui

Rispondi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: