Sorbetto alla pesca, limone e mentuccia

Sorbetto alla pesca, limone e mentuccia

 

foto immagine sorbetto alla pesca e limone mnetuccia

Un sorbetto di pesca al limone e mentuccia (menta) come una fresca brezza per le giornate dal caldo tropicale che compensa momentaneamente il tragico fatto che non ci sto pure io nel freezer:).

Il sorbetto di pesca al limone è molto rinfrescante, cremoso e molto leggero vista l’assenza delle uova (solo un albume) e del latte, ottimo anche come fine pasto. La mentuccia (dal gusto molto simile alla menta) aggiunge un toco di freschezza. Facillissimo e velocissimo da fare(non ci vuole il forno…ma va?:) , la parte più difficile consiste nel far raffeddare lo sciroppo… almeno con i costanti 28°C in casa mia, spero che da voi vada meglio. Comunque non lamentiamoci troppo di questo gran caldo, meglio godercelo stando il più possibile all’aperto, nei parchi, piscine…o no?

P.S. io ero scomparsa perchè praticamente avevo traslocato sul lavoro:)

foto preparazione sorbetto alla pesca limone e mentucciafoto come preparare sorbetto limone pesca mentuccia

 Ricetta sorbetto alla pesca e limone mentuccia

Ingredienti per 4 persone:

400g circa di pesche (350g circa senza buccia e nocciolo)

2 limoni naturali non trattati (circa 300g in totale le mie)

200g di zucchero grezzo di canna chiaro

1 albume di un uovo bio fresco

1 bicchiere d’acqua da 250ml

2 mazzetti-una quarantina di foglie- di mentuccia o menta-dose da aumentare o diminuire o escludere o sostituire con la menta in base ai gusti

1 cucchiaio abbondante di miele dal gusto più neutro possibile (tipo mille fiori)

1 cucchiaio di liquore alle arance ( facoltativo ma l’aggiunta dell’alcool aiuta che non si formino grossi cristalli di ghiaccio)

 

 

Come preparare il sorbetto di pesche al limone e menta

Sbucciare la buccia dei limoni (con un coltellino affilato o pela patate), solo la parte gialla senza entrare nella parte bianca pena il gusto amaro.

Preparare lo sciroppo: versare il bicchiere d’acqua in un pentolino assieme allo zucchero e alle bucce di limone, portare a ebollizione e far bollire per una decina di minuti, mescolando di tanto in tanto. Se usate la menta o la mentuccia aggiungere un mazzetto (una ventina di foglie circa) dopo circa 5 minuti dall’ ebollizione (per non farle bollire troppo a lungo e far perdere l’aroma) . Lasciare in infusione (con un piattino sopra per 5 minuti circa).

Con l’aiuto di un colino filtrare lo sciroppo eliminando le bucce dei limoni e la mentuccia. Far raffreddare completamente lo sciroppo.

Lavare e sbucciare le pesche eliminando il nocciolo, tagliatele a pezzi piuttosto piccoli.

Mescolare i miele fluido al succo di limoni e frullare assieme alle pesche e l’altro mazzetto di mentuccia (una ventina di foglie) affinché otterrete un composto omogeneo. Aggiungere il frullato allo sciroppo di zucchero ormai completamente raffreddato e mettere anche il liquore.Mescolare bene con un cucchiaio.

Aggiungere anche l’albume montato a neve ben ferma, amalgamarlo mescolando con una forchetta (ho mescolato per qualche minuto siccome l’albume non si amalgama facilmente vista la quantità d’aria contenuta).

Versare il composto cosi’ ottenuto nelle vaschette per il ghiaccio (io ho usato le buste per il ghiaccio…quelle con i separatori per avere dei cubetti di ghiaccio) e farlo congelare nel congelatore per almeno 4 ore.

Un’oretta prima di servire il sorbetto prendere i cubetti ghiacciati e metterli uno alla volta nel frullatore , frullare affinché otterrete un sorbetto con la consistenza di una spuma. Mettere il sorbetto in una vaschetta e rimetterlo nel freezer per un’ora.

Servire.

Il sorbetto di pesche al limone si può servire cosi’ oppure  in versione quasi cocktail accompagnato da fettine di pesche fatte macerare nel moscato.

Come preparare le pesche al moscato:

Ingredienti : pesche e moscato(ho preferito usare un prodotto tipico del Piemonte ma anche uno spumante bianco tipo il brut, molto meno dolce, potrebbe andar benissimo).

Tagliare le pesche a fettine sottili e lasciare macerare per qualche ora nel moscato, tenendo il recipiente nel frigo, coperto con una pellicola di alluminio. Il moscato usato per la macerazione profumerà deliziosamente di pesche quindi potrete servirlo separatamente.

NOTE:

Questo procedimento che prevede di mettere il sorbetto  nelle vaschette per i cubetti di ghiaccio inizialmente l’ho trovato  insolito(l’ho vista su un libro con ricette di dolci piemontesi) ma il risultato è davvero ottimale, sarà per il fatto che non si forma un blocco ghiacciato?-P.S. dalle foto manca proprio quello con i cubetti di sorbetto-.

Col mio mixer 30-enne ho fatto fatica a frullare il composto ma me la sono cavata benissimo mescolando bene con una forchetta.

L’aggiuntà del miele e del liquore è importantissima per ottenere la constistenza cremosa di questo sorbetto casalingo.

Se i vostri limoni sono più grossi(i miei 300g in totale) aumentate leggermente la quantità di zucchero(non superate però i 250g). Ovviamente lo zucchero di canna si puù sostituire con quello bianco semolato.

al posto del liquore di arance potete usare brandy, cognac ecc.

La mentuccia può essere sostituita con la menta, l’ho usata due volte sia nello sciroppo di zucchero sia aggiunta fresca al frullato per ottenere quel sapore fresco e rinfrescante ma mai invasivo che solo la menta (mentuccia) sa regalare…ma io sono fan della menta quindi non è mai troppa ma anche gli altri hanno detto che va bene – e non li ho minacciati -:).

Ed ecco la mentuccia dal mio orto sul terrazzo:

 

foto mentuccia orto sul terrazzo

Proprietà mentuccia: La mentuccia ha un gusto molto simile alla menta e ha proprietà aromatizzanti, digestive, carminative, stimolanti. Per gli intenditori: questa mia nella foto è la Calamintha nepeta –nepitella- oppure la Menta poleggio (Mentha pulegium)? Aspetto la fioritura e soprattutto i vostri pareri per capire qual’è.

immagine sorbetto alla pesca e limone menta

 

Questa ricetta è un piccolo contributo per una grande ideea: quella di organizzare una raccolta di ricette per un buffet “speziale”  per far conoscere l’ Associazione Trisomia 21 Onlus, fondata nel 1979 da un gruppo di famiglie, che ha come scopo primario favorire il migliore sviluppo possibile delle persone con Sindrome di Down e una loro reale integrazione sociale.

Tutti noi siamo “speciali” ma qualcuno ha bisogno di più aiuto e attenzione…se avete voglia passate metaforicamente il ponte per tendere una mano e scoprire un mondo. E chi poteva ospitare una raccolta cosi’ speziale se non Libera, se volete darci un’occhiata o partecipare alla  raccolta delle ricette è qui.

Buon fine settimana!

La matrioska vola con una pesca…e voglio andare anch’io…

Matrioska vola con una pesca

 

like & share:

12 Responses »

  1. Uhm… casa mia supera i 28°C. 🙁
    In questo momento prenderei volentieri il tuo sorbetto.
    Anche io adoro la mentuccia quel vaso e meraviglioso.
    Ciao Ancutza.

  2. Eccolaaa! Ciao, a poco a poco vi trovo tutte, eh! Sono una frana ma se mi metto d’impegno, alla fine, ci riesco anch’io a non perdermi tra tutti questi blog, post, link…
    Grazie per il post e per le parole che hai scritto, spero tanto di poterti conoscere, qui o altrove: sappi che ogni parola che voi scrivete, per noi è una canzone! Un abbraccio “da scimmia”!

  3. @Libera: e anche Michi:).
    @ Fr@: a dire il vero i 28°C alle 7 del mattino…ma tra molto poco mi sa che farà troppo freddo:). Per la mentuccia: non fosse stato scritto “mentuccia”bello grande sull’ettchetta l’avrei tranquillamente confusa con la menta:).
    @Antonella: grazie a te, sei stata davvero molto gentile …e complimenti di cuore per il tuo lavoro. Abbraccio!

  4. Sono d’accordo, ben ci sta finalmente un po’ di caldo (magari con sorbetto) in un’estate così fresca e piovosa.

    Complimenti come sempre, per l’iniziativa e l’ottima ricetta (vien voglia di bere la foto del sorbetto 🙂 )
    Interessante il dettaglio sulla “menta” suggerita.
    Auguri di ottime foto, ricette e viaggi!

  5. @Marco: grazie a te, gentile come sempre. eh si’ finalmente questo weekend ho trovato un tempo stupendo in montagna, adesso passo a trovarti per vedere le tue escursioni.

  6. che bella menta, che invidia la mia si brucia….

    quel sorbetto mi piace molto una delizia per un dopopranzo che rinfresca e aiuta a digerire

  7. What a excellent recipe with peaches, I would nevr had thught of using them for sorbet.

    Adore the last image too – like a fairytale!

  8. @gunther: hai provato a spostarla un pò più all’ombra? il mio terrazzo non è il massimo, una parte prende il sole solo un’oretta di sole al mattino presto e l’altra dalle 14 in poi, quindi sono sempre li’ a trafficare con i vasi:). la mia menta prende il sole solo un pò al mattino e dopo le 17. Il sorbetto è molto rinfrescante con la menta e il limone.
    @Hi Shaheen, thank you so much for your visit! Actually in Italy it’s not so unusual to find peach icecream or sorbet. This peach sorbet with leamon and mint(without milk and eggs) it’s lighter and with a fresh touch.

  9. Pingback: » Frullato di pesche con amaretti, mandorle e panna Matrioska's Adventures

Rispondi