Pasta fillo

Come usare e dove trovare la pasta fillo

Vi ho già detto che adoro la pasta fillo e quando posso la uso volontieri al posto della pasta sfoglia (soprattutto per i dolci)?:)

Pasta…cosa?(mi chiese il ragazzo del negozio marocchino dove io ero convinta che la pasta fillo facesse da regina… invece non la conoscevano proprio).

Allora vediamo un pò cos’è questa misteriosa pasta fillo. La pasta fillo( o la fillo pasta o la pasta phyllo, sono termini intercambiabili) è una specie di pasta sfoglia sottilissima, preparata senza l’aggiunta di grassi, senza zucchero e senza lievito. É molto usata nella cucina greca, turca e mediorientale, sia per i dolci( tipo baklava, il dolce con miele e noci) sia per i piatti salati.

La pasta fillo si può preparare anche in casa, la  mia nonna greca la preparava…ma ci vuole pazienza e destrezza per stenderla. Io non mi sono mai spinta a prepararla, si sa che su questo blog  l’avventuriera è la piccola Matrioska:).

Per cosa si usa la pasta fillo:

La pasta fillo è neutra, quindi può essere usata sia per i dolci che per i piatti salati.

Oltre i piatti della cucina greca e turca, la pasta fillo può essere usata anche per la preparazioni tipo strudel, pie, sfogliatine, salatini, torte salate.

Come usare la pasta fillo

Come si usa la pasta fillo:

La pasta fillo è già stesa in fogli sottilissimi rettangolari e pronta per l’uso.

Per scongelarla lasciatela nell’ imballaggio sigillato e lasciatela per una notte(almeno 8 ore) nel frigo. L’unica accortezza è di farla scongelare senza toglierla dall’imballaggio(nella confezione sigillata) per evitare che i fogli si secchino. Se la confezione dovesse restare a lungo aperta prima dell’uso(anche solo 5-10 minuti durante la preparazione della ricetta) è consigliabile coprirla con un panno umido oppure avvolgerla in un foglio di alluminio..

La pasta fillo si cuoce e si prepara secondo la ricetta, però solitamente ogni foglio di pasta viene spennellato velocemente con del burro fuso o con olio.

La pasta viene porzionata su un piano pulito e asciuto SENZA bisogno di farina.

Come conservare la pasta fillo:

Se riuscite ad usarla tutta subito è la soluzione migliore. Io solitamente uso metà confezione per un dolce, l’altra per una torta salata.

Diversamente arrotolate di nuovo la pasta fillo e avvolgetela con un foglio di alluminio, mettetela nel frigo dove potete conservarla per al massimo 3 settimane(le istruzioni dicono cosi’)…io non l’ho mai tenuta più di una settimana per paura che si secchi troppo.

Dove trovare la pasta fillo

Cosa preparare con la pasta fillo

Dove trovare la pasta fillo:

Pur abitando in una piccola città non ho mai avuto dei problemi a trovarla(soprattutto da circa un anno, ovvero da quando tante riviste italiane assai popolari (come Cucina moderna) hanno proposto delle ricette con la pasta fillo).

La pasta fillo si trova surgelata nei negozi etnici , soprattutto nei negozi greci(secondo me la migliore è quella greca) ma anche turchi e arabi.

L’ho trovata anche da Picard (il negozio di surgelati), in una confezione da 270g. . Oppure potete cercarla nei supermercati ben forniti tipo Carrefour.

La mia pasta fillo preferita si chiama proprio “Preferita”(450g), è prodotta in Grecia e l’ho trovata in un negozio etnico. Per non dire che costa anche la metà rispetto a quella di Picard…poi fate voi.

Un’alternativa è di chiedere al vostro kebabaro di fiducia di procurarvela (io l’ho fatto, è stato gentilissimo).

Se avete voglia di segnalarmi dove avete trovato la pasta fillo vi ringrazio di cuore.

 

Quà una mia ricetta con la pasta fillo(sfogliata dolce con zucca o pie di zucca). Invece qui la raccolta con ricette con la pasta fillo

Buon fine settimana!

Rispondi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: