Crostata crumble di prugne e mandorle

Crostata crumble di prugne e mandorle


 

Questo dolce è un abbinamento goloso e raffinato tra un delizioso impasto alle mandorle, il gusto leggermente acidulo delle prugne e una copertura croccante a briciole resa ancor più stuzzicante dall’aggiunta del marzapane.

Da quando ho scoperto la bontà insuperabile degli impasti fatti in casa, mi ne sono completamente innamorata delle crostate con la frutta. Anche se preferisco le preparazioni che si ottengono il più velocemnte  possibile, non c’è verso di paragonare un dolce preparato con l’impasto fatto in casa con quello di pasta frolla comprato. E, se una “cuoca” super-pasticciona come me (che in realtà vorrebbe più mangiare che cucinare:)), sempre di fretta e sempre in dubbio se stare in casa a fare un dolce o fare una gita fuoriporta,  riesce a fare un impasto in casa, vuol dire che è veramente facile e a portata di tutti. Corraggio, provatelo una volta:) ! P.S.In realtà per preparare l’impasto nonci vogliono nemmeno 20 minuti…ci ho messo di più a scrivere il procedimento che a prepararlo.

Crostata crumble di prugne

Crostata crumble di prugne e mandorle

Ingredienti per uno stampo da 23-24 cm

Usate uno stampo abbastanza profondo, per intenderci assolutamente non quello basso per le crostate.E’ anche meglio non usare uno stampo a cerniera perché rischiate che durante la cottura coli del liquido.

 

Ingredienti per l’impasto :

250g di farina bianca 00

50g di mandorle tritate

250g burro

100g di zucchero semolato

3 tuorli

1 bustina di vanillina

1 pizzico di sale

Ingredienti per il ripieno:

115g zucchero a velo(se le prugne sono dolci meglio lo zucchero semolato)

3 cucchiai di farina di mais(maizena)

1kg di prugne denocciolate e tagliate a fettine sottili

Ingredienti per la copertura  a briciole:

100g di farina 00

85g di zucchero di canna

50g di marzapane

100g di burro non salato leggermente ammorbidito

30g di mandorle a lamelle(tagliate a metà)

La variante super veloce del dolce: se  non avete voglia o tempo di preparare l’impasto, potete usare un impasto già pronto, tipo la pasta frolla o, se la trovate, meglio la pasta sablée(io l’ho vista al supermercato conad-leclerc).

Procedimento

 

La preparazione dell’impasto a base di mandorle

(La ricetta di questo impasto l’ho presa dal libro “Crostate”-collana “la Pasticceria” pubblicata dal gruppo Espresso-La Repubblica)

Togliete il burro dal frigo, tagliatelo a pezzetti e lasciatelo ammorbidire a temperatura ambiente per 5 minuti circa.

Mettete la farina e le mandorle tritate a fontana sulla spianatoia, mescolatevi i pezzetti di burro e mettete al centro i tuorli. Lavorate velocemente gli ingredienti con la punta delle dita e sfregateli tra i palmi delle mani per ottenere un composto a briciole.

Mescolate al composto lo zucchero, la vanillina, il sale, continuando a impastare in fretta cercando di non scaldare la pasta con le mani. Potete aiutarvi con una spatola o con la lama larga di un coltello per raccogliere e impastare gli ingredienti e per ridurre al minimo il contatto con le mani.

Amalgamate la pasta, lavorandola il meno possibile, affinchè sia compatta e liscia, battendola sul piano di lavoro col pugno chiuso e riavvolgendola. Formate un panetto, avvolgetelo nella pellicola trasparente mettetelo nel frigo per almeno un’ora. Potete lasciarle l’impasto nel frigo anche per 24 ore, però in questo caso toglietelo dal frigo 30 minuti prima di stenderlo.

Al momento di stendere l’impasto appoggiate il panetto(portato a temperatura ambiente) sulla spianatoia infarinata, appiattite un pò la pasta battendola leggermente col matterello infarinato e stendetela allo spessore di 4- mm circa, cercando di ottenere una sfoglia il più possibile omogenea.

L’impasto a base di mandorle è molto friabile e delicato e quindi non preoccupatevi se si sbriciola un po’. Io l’ho inizialmente steso con un matterello(ma potete usare benissimo anche una bottiglia di vetro di vino,ovviamente vuota) ottenendo un cerchio, poi l’ho stesso nello stampo aiutandomi con le mani e cucendo di là e di qua con dei pezzettini. Coprite anche i bordi all’interno dello stampo.

Con una forchetta bucherellate l’impasto su tutta la superficie e mettete lo stampo per 10 minuti nel freezer. Gli impasti delle crostate solitamente vengono messi nel freezer per 10 minuti prima di metterli nel forno perché cosi conservano meglio la forma durante la cottura. Trascorsi i 10 minuti nel freezer, toglietelo dal freezer e coprite l’impasto con carta da forno mettendoci sopra dei fagioli secchi(i fagioli vengono usati per  non fare alzare la pasta durante la cottura).  Mettetelo nel forno preriscaldato a 190°, sulla griglia centrale e cuocetelo per 15 minuti. Trascorsi i 15 minuti, togliete i fagioli secchi e la carta e cuocete la pasta per altri 10 minuti o fino a quando la pasta assume un colore appena dorato. Togliete dal forno e fate raffreddare a temperatura ambiente.

Intanto preparate il ripieno con le prugne: Lavate le prugne, asciugatele, denocciolatele e tagliatele a fette. In una grossa ciotola mescolate lo zucchero a velo e la maizena. Aggiungete le prugne tagliate a fettine e (aiutandovi con le mani)copritele in maniera più possibile uniforme con il misto di zucchero e maizena.

Con lo zucchero a velo il dolce acquista una consistenza più vellutatta e il dolce fa da contrappunto al gusto acidulo delle prugne. Se preferite un dolce… meno dolce, potete usare lo zucchero semolato(infatti io la prossima volta farò cosi).

Intanto preparate la copertura a briciole: in una ciotola mescolate la farina bianca, lo zucchero di canna e il marzapane spezzettato. Aggiungete il burro leggermente ammorbidito e lavorate l’impasto con le punta delle ditta affinché si formino delle grosse briciole. É importante lavorare velocemente e per poco tempo l’impasto.

Ultimo passo

Adesso vi resta solo da assemblare il dolce: con un cucchiaio aggiungete il ripieno con le prugne(assieme al liquido che si è probabilmente formato) sopra l’impasto di farina e mandorle, ormai cotto e completamente raffreddato. Quindi aggiungete la copertura a briciole, cercando di distribuirla più uniformemente possibile e aggiungete anche le mandorle tagliate a lamelle.

Cuocete nel forno preriscaldato a 190°, non ventilato, sulla griglia centrale, per 40minuti circa oppure fino a quando la superficie assume un colore dorato. Lasciate raffreddare prima di servire.

Il dolce viene servito a temperatura ambiente o anche leggermente tiepido, in quest’ultimo caso potete accompagnarlo di una pallina di gelato alla crema o alla vaniglia.

Il dolce può essere conservato nel frigo per al massimo 3 giorni.

Dritta per non far scurire troppo le mandorle durante la cottura: Quando le mandorle vengono usate per la copertura di un dolce da cuocere nel forno, le mandorle tendono a bruciarsi durante la cottura, per evitarlo c’è un trucco semplicissimo:  mettete le mandorle in una ciotolina con  acqua, per 20 minuti,  trascorsi i 20 minuti

Crumble di prugne e mandorle

Le avventure della piccola Matrioska nella mia cucina

Tante idee per le avventure della piccola Matrioska…ma poco tempo per fotografarle. facciamola dondolare ancora per un pò con l’altalena fatta con baccelli di vaniglia e una prugna.

Matrioska con l'altalena di prugna

like & share:

16 Responses »

  1. @Libera. a me questo dolce è piaciuto tantissimo, ne vale la pena.
    @Guhther: grazie!
    @Flaco: Grazie, se l’ho fatto pure io:). Sembra difficile a causa dell’impasto, però in realtà è facile e viene sempre.

  2. Concordo… l’impasti fatti in casa sono tutt’altra cosa!!! sia le frolle dolci che le brisè o altro per le torte salate! …io ogni tanto per praticità uso sfoglie pronte…ma diciamo che la differenza c’è e si sente!
    cmq sta torta è tutta da provare, un bel mix di consistenze e sapori!
    slurp!

  3. @Terry: eh si’:). Per le torte salate-ne faccio, mica mangio solo dei dolci:)- uso sempre la pasta già pronta, invece l’impasto a base di mandorle lo preparo volontieri a casa. Grazie.
    @Annalisa: grazie e buona settimana anche a te!
    @Angela: grazie, ho spiegato passo per passo, forse cosi’ la preparazione sembra lunga ma almno non si può sbagliare. La Matrioska ti manda un bacione, è tornata con tante idee e foto delle sue vacanze:).

  4. Pingback: Le ricette di settembre con frutta e verdura di stagione | | Via LargaVia Larga

  5. Pingback: » Torta rovesciata alle susine Matrioska's Adventures

  6. Pingback: » Ricetta crostata di prugne con mandorle Matrioska's Adventures

  7. Anca, l’ho fatta questo weekend ed è stato un successone! Grazie! L’ho un po’ personalizzata però perchè, non trovando il marzapane, ho improvvisato io una pasta fatta di mandorle tritate finemente, zucchero a velo e acqua. Ed invece dei 115g di zucchero per il ripieno ho usato 60g di fruttosio. E’ stata una goduria :-P! Confesso di aver usato la pasta pronta però. Baci!

  8. Grazie di cuore per la fiducia:) e oviamente sono stracontenta…dovrei fare una rubrica la prova di Maria:). ottima idea per il marzapane… e anche il fruttosio, da un pò che voglio provarlo anch’io. Anch’io a volte uso la pasta pronta, mica sono una foodblogger seria:).Baci, abbracci e michi-linguettine.

Rispondi